domenica 31 gennaio 2010

Rulli Milano San Remo RECORD

Dopo la neve e l' acqua di ieri, oggi proprio non me la sono sentita di uscire per strada, il programma prevedeva oggi la prima vera sgasata dell' anno, se fossi uscito con la F1 sul Montello, probabilmente avrei provato a fare la salita a blocco ....
Purtroppo quest' anno e' l' inverno della neve, saranno stati 10 anni che non vedevo bianco e quest' anno siamo gia' alla terza nevicata grossa .... meglio cosi' almeno tiene l' aria pulita dalle polveri sottili ....
Oggi pero' per scendere in garage, mi sono dovuto violentare psicologicamente, il simulatore e' uno strumento fantastico, ma per chi ama il ciclismo, la bicicletta e' natura e aria aperta, caldo o freddo non conta fa parte del gioco, se non avessi lo stimolo di prepararmi per le gare, difficilmente (anzi sicuramente impossibile) farei 3 ore di rulli in garage d' inverno.
Visto che avevo in programma la prima simulazione di gara, su una distanza importante, ho deciso di fare il mio classico video sul simulatore la Milano San Remo, la notizia buona e' che ho realizzato il mio record 2 ore e 36 con buonissime sensazioni, ben 15 minuti in meno del tempo di quest' inverno e ben 8 minuti in meno al record del 2009 ( questo signifca che sono meno indietro di quello che pensavo), le ultime due settimane da quando ho cominciato a lavorare seriamente con le ripetute, i risultati si stanno vedendo e questo mi ripaga di tutto il lavoro e dei sacrifici dell' ultimo periodo.
La notizia cattiva e' che non riesco a caricare il file del Fortius su TRAININPEAKS e' questo mi e' dispiaciuto tantissimo perche' ero convinto di aver trovato il diario online definitivo ....
Forse ho sbagliato qualche cosa io, ci riprovero' nei prossimi giorni, quando saro' piu' riposato, adesso dopo 3 ore di rulli sono troppo stordito e stanco per mettermi a smanettare con il PC.

SCREENSHOT DELL' ALLENAMENTO


SCREENSHOT DI POTENZA E BATTITO CARDIACO


Guardando il grafico della potenza, la cosa che piu' mi fa felice e' l' aumento i circa 30 Watt a parita' di sforzo rispetto all' ultimo mese, il mio dubbio a questo punto e' che la potenza cresca sia per l' allenamento, ma anche per il calo di peso, non posso provarlo non avendo come, ma il dubbio mi rimane e a sensazione che provo in bici sembra darmi ragione.
Intendo dire che a parita' di allenamento, perdendo peso si ha piu' potenza anche assoluta e non solo Watt/kg.
Altra cosa importante per fare 3 ore di rulli ho integrato con 2 capsule di OverDRIVE circa 1 ora prima dell' allenamento, questo per avere un po' di energia extra e poi durante l' allenamento ho assunto 3 capsule di LifePACK, una ogni ora circa che e' un integratore completo di minerali, ferro e magnesio.
Adesso sto anche mangiando poco per dimagrire, quindi non riesco piu' ad integrare con gli alimenti tutto cio' di cui ho bisogno, pertanto per me diventa fondamentale perdere peso, ma non perdere ne la forza ne la massa muscolare, la perdita deve essere mirata sulla massa grassa.

TRAINING CENTER vs TRAININGPEAKS

SCREENSHOT del TRAINING CENTER di GARMIN


Finalmente dopo 2 giorni di smanettamenti sono riuscito ad installare il software del Garmin 500 ... il programma si chiama TRAINING CENTER, sinceramente ne sono rimasto abbastanza deluso, nel senso che e' un programma abbastanza sempliciotto, dalla sua ha il fatto di essere estremamente semplice e chiaro, la lettura degli allenamenti e' molto chiara e dettagliata, con i dati intermedi etc etc. E' un programma ideale per chi ha poco tempo da perdere e ha voglia di avere uno sguardo superficiale sul proprio allenamento.
Il programma ha dalla sua la semplicita' di visione, ha anche un diario online ma abbastanza scarno, la schermata e' intuitiva e facilmente leggibile, i grafici si possono vedere singolarmente per esempio solo la velocità oppure solo l' altimetria etc etc.
Questa opzione mi sembra la piu' interessante e molto valida, la lettura dell' allenamento risulta cosi' ancora piu' facile e chiara, ma passato questo, c'e' da dire una cosa, nella mia carriera ciclistica, mi e' capitato di usare prodotti "tecnologici" di vario tipo, e una cosa mi sono reso conto, che avere tutti i dati salvati su un PC e' molto comodo e immediato, ma alla lunga diventa scomodo e soprattutto c'e' il serio rischio di perdere tutti i dati.
Purtroppo qualche tempo fa mi e' successo con un hard disk di perdere qualche anno di foto e questo mi e' dispiaciuto molto, se avessi caricato il materiale su un server online, questo non sarebbe successo, questo e' uno dei motivi principali per il quale preferisco avere un diario online.
Altro motivo non da poco, se un giorno andassi in vacanza, avrei la possibilita' di seguire i miei allenamenti anche lontano da casa senza per forza avere un portatile.....
A parte questi due motivi di "logistica ciclistica" il sito TRAININGPEAKS che sto cominciando ad usare da poco si sta rivelando veramente completo.
Prima di tutto c'e' da dire che e' totalmente gratuito e in lingua italiana, eventualmente il sito con una piccola somma in piu' si puo' avere un upgrade piu' professionale con tabelle di allenamento e grafici piu' completi, al momento pero' la versione gratuita e' veramente piu' che soddisfacente.
Sul sito e' possibile tenere un diario online super completo, dalla descrizione dettagliata del riposo, al tipo di integrazione alimentare, alla dieta, al tipo di bicicletta, all' abbigliamento, scarpe e tutte le informazioni possibili sull' allenamento e sui programmi che si hanno intenzione di tenere, insomma molti di piu' di un diario, direi quasi un vero e proprio allenatore virtuale con il quale sviluppare, piani di integrazione, diete e programmi di allenamento in base ai propri obiettivi .....
Tra l' altro il sito TRAININGPEAKS e' compatibile con tutti i maggiori computerini e simulatori , questo vuol dire che se tra due anni cambierò il mio Garmin a favore di un Polar, il mio diario online rimarra' sempre valido e confrontabile.
In ultimo e non da meno posso caricare online anche i file del FORTIUS il mio rullo questo mi permettera' su una sola piattaforma di registrare tutti gli allenamenti sia su strada che sul simulatore ..... un solo termine direi DEFINITIVO.

sabato 30 gennaio 2010

Vento, neve e freddo ....manca qualche cosa ?

30-1-2010 IIIa NEVICATA DELL' ANNO

video

Stamattina, mi alzo tutto felice con il pensiero fisso all' allenamento di oggi con il Garmin 500 apro la finestra per far uscire i gattini e ..... sorpresona e' tutto bianco ... ma porc .... imprecazioni a non finire, ma dico io dove e' il famoso surriscaldamento globale ? Dove e' finito l' effetto serra ? E' la terza nevicata grossa che ci becchiamo quest' inverno .... in piu' la temperatura quando non nevica e' fissa a zero se non meno.... che O_O non vedo l' ora venga un po' piu' caldo.

FRANKY IL VERO GATTO DELLE NEVI ......



A parte questo mi metto sulla bilancia e vaiiiii 75.5 Kg ho perso già ben 3 kg in un mese e questa è subito una buona notizia, così mi dico ho fatto una fatica bestia a rimettermi in carreggiata, ma cosa faccio mollo proprio adesso che sto ritornando "normale" ? Cos' forse anche merito dell' effeto placebo del garmin, (la curiosità di allenarmi era veramente tanta), aspetto le 13:00 e via mi metto tutto il vestiario possibile immaginabile e parto per l' allenamento.
Ad ogni modo oggi avevo in programma solo una sgambatina di un paio d' ore, ma voglia di mettermi sui rulli era ZERO, se avesse continuato a nevicare sarei uscito in MTB oggi la voglia di bici era veramente tanta, freddo o non freddo ho fatto quello che avevo voglia e soprattutto quello che mi ha gratificato, quindi bene così.
Appena partito i primi 20 minuti sono stati abbastanza difficili, almeno psicologicamente, una cosa e' partire con il sole e poi si e' sorpresi dal brutto tempo, altra cosa e' partire che e' gia' infame .... Ad ogni modo ho contato ben 6 malati ciclisti in bici e ho avuto notizie che anche il gruppo F1 sebbene rimaneggiato hanno fatto lo stesso allenamento .... ciclisti non c'e' altro da aggiungere.
Come si sa vicino a Venezia la salita non esiste ma vicino a casa c'e' un circuito di circa 6 km, con ben 4 cavalcavia, in un certo senso e' quasi come fare una strada piena di saliscendi, circa ogni km e mezzo c'e' uno strappetto.
A parte la noia di girare in circuito, il lato positivo e' che la strada era quasi asciutta e complice un timido (ma molto timido) sole, sono riuscito a farmi quasi 2 orette di bici ..... perfetto.
Il Garmin e' semplicemente favoloso, insomma c'e' solo da stare attenti alla strada perchè con tutte le funzioni che ha, viene quasi sempre da controllare lo schermo.
Piccole curiosità il cavalcavia(ferrovia) nuovo e' inclinato al 7% di pendenza e si sente ... mentre i due sopra l' autostrada sono sul 3% di pendenza, l' allenamento sulle cavalcavie ha generato un dislivello totale di oltre 200 metri .... insomma come fare la salita del Montello fino a Santa Maria della Vittoria .....
Ritorno un attimo sul sito TRAININGPEAKS devo dire che e' veramente il diario definitivo per qualsiasi ciclista, da ora in poi questo sito sarà il mio punto di riferimento nella registrazione degli allenamenti, e' compatibile con tutti i migliori computerini e simulatori, così potrò caricare sia i file dal Garmin sia dal Fortius in un unico diario online, consultabile sempre una parola sola FANTASTICO.

SCHERMATA DELL' ALLENAMENTO DI OGGI


GRAFICO CON VELOCITA' ALTIMETRIA, PEDALATE e CARDIO


MAPPA DEL PERCORSO DI OGGI GENERATA DAL GPS




venerdì 29 gennaio 2010

GARMIN 500 e' arrivato

Eccomi qua finalmente un po' tranquillo e rilassato per parlare del nuovo gioiello, dico gioiello perchè altri termini non mi vengono in mente per descrivere questo computer portatile da bicicletta. Prima cosa voglio parlare delle dimensioni assolutamente piu' che accettabili, circa 200 grammi di peso contro i quasi 400 del 705 ....

Il montaggio e' stato a dir poco ridicolo, di una facilità estrema, due elastici sul manubrio e due fascette per il sensore sulla ruota posteriore, sensore unico che va sia per la ruota sia per il conta pedalate, bella idea hanno avuto in Garmin.
Il settaggio diciamo del Computerino e' molto intuitivo e veloce, solite cose dati utente, età , bicicletta etc etc tutto molto facile ed intuitivo.

Nella confezione c'e' di tutto dalle spine per ricaricare la batteria al litio a tutta una serie di acessori che ancora non ho ben capito a cosa servono, uno interessante e' il supporto da polso per usare il Garmin nella corsa a piedi ..... favoloso, non ho parole.

Come si accendo il computerino questo va alla ricerca del satellite e in qualche secondo e' pronto per l' uso, uno dei settaggi principali e' la possibilita' di vedere a video cio' che si vuole da 3 funzioni fino a 8 contemporaneamente ??!?!??! In linea di massima io mi sono impostato una pagina per la pianura e le ripetute con, velocita', cronometro, cadenza, cardiofrequenzimentro, mentre la seconda pagina ha i dati interessanti per la salita, tipo la pendenza del terreno, la velocità ascensionale (VAM), l' altimetro etc etc, c'e' anche una terza pagina dove io ho impostato i dati meno frequenti, tipo la temperatura, il cosumo calorico, la direzione della bussolo !!! Si esatto dice tipo N oppure S etc etc in caso qualcuno si perda nel bosco .......

Ho fatto solo un mini giretto di 9 km solo per verificare le funzioni base, quindi avrò tempo di divertirmi con questo giocattolo, alcune funzioni interessanti sono quelle di poter scaricare i file del satellite su Google heart, oppure scaricare i file sul simulatore per poi riprodurre il percorso nel garage per quando piove ..... Insomma non credo manchi molto, le funzioni ci sono tutte e di piu', compreso il misuratore di potenza che purtroppo al momento non ho ma che spero di avere in futuro .... Che dire una schedina di memoria e diventerebbe un bel I-phone, una mini telecamera e diventerebbe anche macchina fotografica e per finire una scheda Usim e avremmo anche un telefonino .... pazzesco cosa puo' produrre la tecnologia.

Purtroppo ho avuto qualche problemino con il software, ma ho risolto scaricando il file sul sito trainingpeaks che e' una sorta di diario online veramente professionale (presto farò una recensione del sito che merita veramente) ecco lo screenshot delle funzioni base .......



giovedì 28 gennaio 2010

Allenamento serio su strada

NOTARE l' EFFETTO FRIGO DEI FIUMICIATTOLI GHIACCIATI ......
ANCHE OGGI GRAN FREDDO SECCO E PENETRANTE


Questi ultimi due giorni mi sono allenato veramente di qualità, dopo la spaccata di settimana scorsa dove ho voluto prendere un paio di cotte con 2 lunghi, questa settimana sono ritornato a fare qualità ed ho continuato con il programma di allenamento.
Ho fatto lo stesso lavoro che facevo sui rulli, solamente che ho riportato su strada le ripetute, non e' stato facile senza misuratore di potenza, ma fortunatamente ho fatto un po' di sensibilità ed ho capito grosso modo come funzionano le ripetute basate sulla potenza.
Quindi la tabella di lavoro ritorna la classica che a fine dell' anno scorso mi ha portato ad alto livello,

Domenica gara
Lunedì scarico
Marted' riposo
Mercoledì potenziamento
Giovedì lungo
Venerdì riposo
Sabato scarico
Domenica Gara

Questo schema prevede 3 settimane di carico crescente e la quarta di scarico. Semplice e alla portata di tutti, sono in pratica 2 allenamenti infrasettimanali quindi porta via anche poco tempo al lavoro e alla famiglia.
Tornando a ieri, ho fatto le ripetute brevi di potenza, 6 ripetute alla soglia e oltre, con 7 minuti di recupero, rapporto importante e intensità elevata, schema bello tosto che mette a dura prova le gambe, infatti ieri tra il freddo e l' intensità sono arrivato a casa bello "rotto".
L' anno scorso al giovedì avevo in programma il lungo e quindi mi limitavo a 3 orette di pedalato alla CdiC (alla buona :O)))) e via, mentre da quest' anno il giovedì ci sarà il secondo allenamento specifico, oggi ho fatto 20 minuti di medio x 3 volte con 20 minuti di recupero, quindi totale un' ora di medio fatto bene bene. Inutile dire che mi sono devastato quel poco che rimaneva dei miei poveri muscoli, insomma e' stata una sofferenza atroce e le ho fatte solo di testa perche' se avessi ascoltato le mie sensazioni almeno l' ultima non l' avrei fatta, quella che poi si e' rivelata la piu' veloce ...... Tra l' altro oggi ho cominciato pure a prendere il CordyMAX e devo dire che e' un integratore notevole, basato su un fungo ha il potere di aumentare sia la capacità polmonare sia di aumentare la resistenza fisica. Ho sentito subito l' effetto positivo e allenarsi meglio e più forte vuol dire aumentare la performance questo e' matematico, unico effetto "secondario" un leggero accelleramento cardiaco dovuta all' effetto stimolante dell' integratore.
Finite le ripetute, sono andato in F1 per fare gli ultimi 15 km, ero molto stanco e cotto a dovere così mi sono accodato al gruppone per finire l' allenamento in agilità in mancanza della possibilità del dietro motori la F1 va più che bene ....
Domani riposo assoluto, ma "lavorerò" sul recupero con trattamenti muscolari a base di un nuovo prodotto una crema che promette di togliere il dolore, si chiama FlexCrème e anche questa la uso per la prima volta, in abbinamento al trattamento classico di argilla, perderò al massimo un' oretta tra massaggio, esercizi di allungamento e trattamento di argilla, un' ora spesa bene per aumentare il recupero che e' fondamentale quanto l' allenamento, il concetto e' che domenica le gambe devono essere di nuovo Ok per potersi allenare ancora ad elevata intensità, lo schema e' allenamento intenso, riposo veloce e allenamento ancora intenso.

DATI ALLENAMENTO:

Tempo: 3h 14m 00s
Distanza: 97.1 Km
Velocità media: 30.0 Km/h

Kcal: 1950
Battito medio: 145

RIPETUTE AL MEDIO da 20 MINUTI Km:

1) 161 Bpm medi 33.6 Km/h 11.1 Km
2) 161 Bpm medi 33.2 Km/h 11.0 Km
3) 162 Bpm med 33.7 Km/h 11.2 km

VERAMENTE DUE OTTIMI PRODOTTI
CordyMAX e FlexCrèeme



1922 Quando la Roubaix si faceva ad ogni gara .....

Bellissimo filmato della Milano San Remo del 1922, impressionanate 300 km con strade degne della peggior Roubaix, bellissime anche le storie di contorno del cronista ......


mercoledì 27 gennaio 2010

Per non dimenticare ......

Ho fatto un sogno ... ero un giovane ciclista che si divertiva a correre spensierato in compagnia dei suoi amici, tutto andava bene, ma un giorno le cose cominciarono a cambiare, mi dissero che non potevo piu' andare in compagnia dei miei colleghi della F1 perchè ero diverso ....
Io non capivo cosa succedeva, mi guarda in giro sperduto e anche un po' impaurito, vedevo i miei amici continuare a correre in bicicletta io con loro non ci potevo piu' andare, cercavo disperatamente il loro sguardo un cenno di comprensione una mano tesa ma nulla ...
Quando mi incontravano, loro abbassavano gli occhi e girava alla larga da me, io continuavo a chiedermi cosa avessi fatto e non trovavo risposta.
Pensai va bene, continuerò ad allenarmi da solo e cercherò di dare il meglio di me stesso e di continuare a comportarmi bene come ho sempre fatto, ma poco dopo le cose cambiarono ulteriormente e ci fu una nuova legge che mi impediva anche di partecipare alle corse e cosa ben peggiore di usufruire delle strade pubbliche.
Così non potendo più uscire, mi rinchiusi in garage e comincia a pedalare sul mio simulatore guardando lo schermo virtuale e ricordando quanto ero felice quando potevo correre con i miei amici della F1 nelle campagne di Ca' Tron.
Passato altro tempo le cose purtroppo cambiarono ancora in peggio e a casa mia arrivò la polizia per portarmi via la bicicletta, perchè avevano detto che non avevo nemmeno diritto di possederla, fu un giorno terribile, sentii il mondo che mi cadeva addosso, ma decisi di reagire e di stringermi attorno alle persone che mi avevano sempre voluto bene, ma attorno a me si creò un vuoto terribile e la gente cominciò ad evitarmi perchè qualcuno aveva detto che ero diverso, che non ero nemmeno più un uomo, che non avevo più nessun diritto nemmeno di esistere.
Praticamente la mia vita normale ad un certo punto cominciò a cambiare solo perchè qualcuno che nemmeno conoscevo, aveva stabilito che io non potevo più correre, non potevo più allenarmi e non potevo più avere una bicicletta!!!!
Quando mi sono svegliato, ero tutto sudato e spaventato per fortuna era solo un sogno ... un orribile sogno, sono andato subito di corsa in garage per vedere se c'era la mia bicicletta e per fortuna era lì splendida come sempre, mi sono cambiato e sono subito uscito in strada per vedere come era la gente e tutti mi salutavano allegri come sempre, tutti i miei amici erano lì che mi aspettavano e tutto era normale come sempre, mi sono sentito di nuovo felice, era solo un sogno, un orribile sogno ma mi sono ripromesso che non l' avrei mai dimenticato ......

martedì 26 gennaio 2010

Amarcord VIDOR 1989 Video da SPRINT

Mi dispiace per la scarsa qualità video ma purtroppo in 21 anni i nastri originali si sono rovinati, aggiungo che e' il mio primo tentativo di passaggio da cassetta a video e da video a file internet pertanto il risultato non e' ottimale ad ogni modo la voce e' del mitico Gigi Millioni, presentatore della storica rubrica Sprint che veniva trasmessa su antenna tre, dopo questa gara complice anche una maglia fatta stampare appositamente da mia sorella, per parecchio tempo anni direi mi rimase il nomignolo di "Velocista Massiccio" :O))))))).

ZOLDER 2002 Quando la volata e' arte

L' UCI (la federazione Mondiale del Ciclismo) ultimamente ha deciso che ogni 10 anni circa ci deve essere un mondiale "facile" con la possibilità di un arrivo in volata, così doveva essere nel 2010 a Melbourne (ma poi il calo di performance di McEwen e la crescita di Cadel Evans, hanno scombinato il percorso), cosi' e' stato nel mondiale di Madrid vinto da Tom Boonen, ma cusì fu soprattutto a Zolder in Olanda nel 2002 dove si corse sul circuito della F1.
Il percorso presentava solo uno strappo di circa 300 metri che però si faceva di slancio e quindi l' arrivo di gruppo fu abbastanza inevitabile. Inutile dire che parliamo del più veloce Mondiale della storia e chi se non il più forte velocista di tutti i tempi poteva vincere una corsa del genere ......



lunedì 25 gennaio 2010

Buon Compleanno BLOG 1° Anno


Heheh, per caso proprio oggi mi sono accorto che il mio Blog compie un anno, quando ho cominciato non avevo bene in testa dove sarei finito e anche oggi non ho un obiettivo definito, semplicemente mi diverto a raccontare le mie pedalate e dei miei amici, avventure ciclistiche in totale libertà e senza condizionamenti.
Approfitto per ringraziare tutte le persone che mi hanno sostenuto, consigliato, aiutato, scritto, incitato e anche qualche volta mandato a quel paese .... 16.000 sono state le visite di persone che hanno letto le mie recensioni e gli ultimi mesi il trend di crescita e' in costante aumento molto vicino ai 3000 al mese, persone che mi scrivono e seguono dai 5 continenti.
Anche questa per me e' una piccola vittoria anzi una delle piu' belle (mi piacerebbe farlo sapere alla mia maestra di italiano delle elementari penso che non ci crederebbe mai ...... :O))))), ma come si dice in questi casi senza di voi probabilmente non sarei riuscito ad arrivare fin qui sembrerà banale ma e' la verità , quindi GRAZIE a tutti, spero di continuare anche in futuro a scrivere un buon Blog e di condividere con Voi le mie emozioni e le nostre pedalate.

Ciao a tutti e ci si vede in strada .......

Simone

16.000 Visitatori da 61 paesi del mondo ......




domenica 24 gennaio 2010

101.2 Km opera completa

QUARTO D' ALTINO ore 8:30 ....


Ieri quando sono tornato a casa dal lungo ero convinto di aver fatto un bel numero con i Km fatti e che oggi avrei al massimo fatto un' oretta di relax, poi alla sera parlando con un mio amico professionista, questo mi ha detto che in 3 giorni aveva fatto ben 500 km (170 il primo giorno, 130 il secondo e 200 il terzo ....) !??!?! Cosi' galvanizzato, questa mattina ho preso le poche energie che mi erano rimaste e mi sono buttato in F1, partenza alle 8:30 con temperatura di -3°, se fosse stato 15 giorni fa', avrei girato la bicicletta e me ne sarei tornato a casa, ma adesso e' scattato qualche cosa dentro la testa, che mi ha permesso di andare e di pedalare, quasi il mio cervello avesse acceso il riscaldamento supplementare, salvandomi mani e piedi dal gelo piu' infame .... Convinto di trovare poche anime in strada, visto il clima siberiano, arrivato a Preganziol rimango praticamente sconvolto, incrocio i "pazzi" della F1 con quasi 40 corridori a bloccare mezza carreggiata, un mucchione incredibile con 38 corridori per la precisione, certe gare si parte in meno ....

VIDEO UFFICIALE F1



Così sarà stata la compagnia, sarà stato il calore umano, così sono riuscito a portare a casa 100 km anche oggi, veramente non avrei mai creduto fosse possibile.
Tra l' altro anche il peso si stà umanizzando o oggi ero attorno ai 78.0 e per pudore prima non ne ho mai parlato ma questo inverno ho raggiunto l' abbominevole quota di 80.6 .... oltre 6 kg in piu' dell' estate, roba da Ullrich il famoso professionista tedesco famoso per ingrassare piu' di 10 kg ogni inverno.
Abbiamo fatto la salita della dorsale, io l' ho fatta tranquillo con Bepi e Claudio a centro gruppo, mentre davanti sono scatenati il solito Pietro con Marco Zanchi e altri 2 trovati per strada ....
Al ritorno doppia fila con parecchi allunghi e gruppone che si e' via via assottigliato sia a causa dei km, ma anche del freddo e del vento.
Arrivato a Mogliano Veneto, gli ultimi 10 km sono stati un po' una sofferenza, ma ho messo il 39X21 e piano piano sono comunque arrivato a casa sano e salvo anche questa volta, adesso un paio di giorni di riposo per metabolizzare il lavoro e poi via di ripetute e potenziamento, oramai le gare sono vicine e bisogna stringere i tempi e aumentare l' intensità.

DATI DEL MIO POLAR:

Tempo: 3h 32m 08s
Distanza 101.2 Km
Velocita' media: 28.5 Km

Kcal: 2189
Battito medio: 142

DATI SALITA DORSALE:

Altitudine massima: 365 mt

Tempo: 31m 00s
Distanza: 11.0 Km
Velocità media: 21.2 km/h
Battito medio: 161

La fucilata di GoodWood ...

L' anno prima a causa di una incomprensione con francesco Moser, perse il mondiale di Praga al fotofinish, ma nel 1982 GIUSEPPE SARONNI fece la volata piu' potete della storia, basti pensare che su un arrivo al 3% diede 3 secondi di distacco a due certi personaggi chiamati Greg leMond e Sean Kelly sempliceente devastante ....

sabato 23 gennaio 2010

Distanza 166.1 Km

Oggi avevo deciso di fare distanza e distanza e' stata, fisicamente sono molto indietro quest' anno, l' anno scorso a quest' ora avevo gia' cominciato le gare alla grande e arrivavo gia' tra i primi 5. Quest' anno sono ancora 3 Kg sopra il peso forma e la visita medica prenotata per il 2 febbraio. Ad ogni modo in forma o non in forma entro un mesetto comincerò a correre quindi e' ora di stringere i tempi. L' unico modo che conosco per mettersi apposto velocemente, per perdere qualche etto e per metabolizzare tutti i lavori di ritmo fatti quest' inverno e' quello di fare un paio di lunghi devastanti, prendere un paio di cotte che mettono tutto apposto ..... Quando entro in mentalità giusta non c'e' meteo, non c'e' clima, se e' deciso un lavoro si fa e basta, cosi' questa mattina sono partito presto e sono andato incontro al gruppo di FabioFGS che era andato sul Montello, erano una decina partiti presto quando la temperatura era ancora di -3 gradi, io piu' conscenzientemente sono partito alle 10 quando era ben piu' caldo e la temperatura cominciava essere attorno agli 0° ....... Tornato a Mestre sono andato in F1, avevo gia' 100 km e le gambe cominciavano già ad essere stanchine, ma la cosa più brutta in una distanza e' la fame, io avevo un paio di barrette energetiche e un paio di banane, mi ero "programmato" di mangiare allo scadere di ogni ora e devo dire che questo piano "alimentare" ha ben funzionato e sono riuscito a non soffrire la classica "cotta" nonostante le oltre 3.500 calorie consumate. In F1 chiaramente sono sempre stato mooolto tranquillo in coda al gruppo, per fortuna la velocità oggi non e' stata eccessiva e quindi ho potuto risparmiare ben bene le gambe con un rapporto abbastanza agile. Solo nel finale se ne sono andati in coppia Radames Bonotto e Marco Pisano e con un passo prepotente sono arrivati fino all' arrivo denotando una GG, GranGamba.
Dietro visto che ero stato a ruota tutto il giorno e soprattutto mancavano i giovani velocisti, ho provato a fare la volata di gruppo e devo dire che non me la sono per niente cavata male, se nel 2010 saro' in crisi di condizione potro' sempre provare a riciclarmi come velocista ... vedremo. Alla fine arrivato a casa con 5 ore e mezza di bici sono stato contento del Kilometraggio fatto adesso aspettiamo a vedere se questa distanza dara' i suoi frutti, intanto visto l'orario sfalzato oggi si fà un solo pasto e si comincia a patire la fame .....

DATI TOTALI ALLENAMENTO:

Tempo: 5h 32m 07s
Distanza: 166.1 Km
Velocita' media: 30.0 Km/h

Kcal: 3546
Battito medio: 145

DATI F1:

Tempo 1h 25m 10s (ben 4 minuti in più di giovedì)
Velocità media: 35.5 Km/h
Distanza: 50.4 Km

Battito medio: 155 ( 17 battiti in meno rispetto a giovedì)

Visita a Mr. Sport con il Team



Ieri con alcuni componenti del team siamo stati a prendere l' abbigliamento 2010 al maglificio Mr. Sport e soprattutto per la misurazione delle taglie in quanto abbiamo la possibilita' di avere tutto su misura e personalizzato che non e' male, anzi .... Io visto che ero vicino a casa circa una 20 di Km sono andato direttamente in bicicletta in compagnia di ElvisJet che mi ha accompagnato in questa leggera sgambatina rilassante, la fabbrica si trova a Gardigiano un piccolo paesino in provincia di Venezia vicino a Mogliano Veneto. Qui ho trovato i miei compagni di squadra FabioFGS, il nostro atleta di punta per le GranFondo Mattia Convento e l' ex professionista Roberto Pagnin. Con noi il Team manager Marino che e' colui che si occupa di metterci in condizione di poter gareggiare al massimo, una persona con una passione incredibile e che negli ultimi 2 anni da quando corro nel ASD Barbariga FrancoGomme mi ha trattato veramente come meglio non potessi sentirmi. L' abbigliamento che useremo il prossimo anno e' praticamente identico a quello che abbiamo usato nel 2009 salvo qualche piccola modifica alle grafiche e una fascetta bianca sull' estremita del pantaloncino che mi fa molto "livestrong" ad ogni modo mi piace. Altra chicca che ho gradito molto sono i nuovi guantini fatti con lo stesso motivo della maglia, mentre l' anno scorso li avevamo monocolore gialli, quindi saranno neri a scacchi con le scritte gialle, molto accattivanti.
Da quello che ho capito tra l' altro i tessuti usati saranno di ottimo livello cosa che solitamente nell' abbigliamento dei Team non succede in quanto quasi tutti vanno un po' al rsparmio, mentre Marino ha curato molto l' aspetto tecnico delle nostre divise ed e' abbastanza giusto visto che la mia squadra partecipa a molte GranFondo e avere delle maglie di qualita' scadente, con il caldo estivo non e' il massimo. Champion sara' il nostro fornitore per le borse e la tuta da riposo e come gradita novita' per il 2010 avremo la calzamaglia a 3/4 che nella mezza stagione si usa volentieri per tenere le articolazioni delle ginocchia al caldo e io in particolar modo avro' anche il body per eventuali corse future in Pista .... almeno prima o dopo spero di partecipare a qualche gara sul tondino ....

ALVISE "ElvisJET"

IO AL CONTROLLO TESSUTI

"FabioFGS" & MARINO i "Boss"

A sx ROBERTO PAGNIN Ex professionista per 11 anni, vincitore di 4 tappe alla Vuelta Espana, Maglia Amrillo, Giro del Lazio e Giro del veneto da prof. e Campione d' italia e del Mondo da Cicloamatore. A dx Mattia Convento ex Dilettante Under23 la nostra punta di diamante per le GranFondo vincitore ASSOLUTO nel 2009 della GranFondo di Carpi, della GranFondo BLUEBike e del circuito di Rosa'.






venerdì 22 gennaio 2010

Sconfitta amara a San Remo

Era il 1992 e Moreno Argentin il Re delle classiche praticamente finì la sua carriera dopo questa corsa, aveva dominato alla grande la prima parte della stagione con ben 6 vittorie 3 delle quali ottenute nella Tirreno Adriatico in maniera prepotente, Moreno era il logico favorito alla Milano San Remo, infatti demolì leteralmente gli avversari sul Poggio con una serie terrifificante di scatti. Rimasto tutto solo e lanciato verso la vittoria di San Remo quando ......


giovedì 21 gennaio 2010

F1 al Giro di boa ..... da ora in poi non si scherza piu'

AUGURI A CLUADIO DEGANO che oggi ha COMPIUTO 61 anni


Prima di tutto e' doveroso cominciare con una citazione speciale per un grande protagonista in F! Claudio Degano da sempre presente in allenamento e che oggi ha compiuto la bellezza di 61 anni, Cluadio come regalo oggi si e' sparato una F1 tremenda a 37 di media !!!! COMPLIMENTI e AUGURI a Cluadio.


La F1 di oggi e' stata semplicemente abbominevole, se l' altra volta era stata un F1 nevrotica, in certo senso oggi e' stata un F1 leale dove ci si e' "sbattagliati" veramente di brutto, 37 di media credo siano sufficienti ad esprimere quanto forte si e' andati oggi !!!! Alla mattina il cielo era grigio il famoso grigio-Veneto che nel resto dell' italia non sanno cosa sia ma che Vi assicuro essere molto freddo e triste ... Il termometro esterno di casa mia, mi ha chiesto per piacere se potevo metterlo dentro perche' era congelato ......


Per dire la verita' ero mooolto indeciso se uscire oggi o se rintanarmi in garage e farmi due orette di rulli, ma sinceramente non pioveva e sembrava pure uscire un timido sole .... Cosi' alabardato come un omino Michelin, mi sono messo in strada, mai scelta alla fine fu' piu' azzeccata in quanto e' uscito un sole veramnte piacevole credo saranno stati almeno 3-4° gradi oserei dire forse anche 5° ....... Fin dall' inizio l' andatura e' stata semplicemente a blocco, doppia fila e menare duro, ogni tanto mi giravo indietro e vedevo che eravamo sempre meno, anche io oggi per la prima volta mi sono sentito un po' piu' frizzantino del solito e ho fatto il mio davanti, la velocita' e' sempre stata alta ben oltre i 40-45 km-h, strappi secchi e rilanci hanno via via selezionato il gruppone fino a renderlo un gruppetto di 15 supertstiti, i forti come sempre erano tutti presenti, tra l' altro oggi abbiamo rifatto il giro vecchio per Marteggia ed e' venuto fuori il solito giro da 50.4 Km. Non ci sono state azioni degne di nota anche perche' ad una velocita' cosi' alta era quasi impossibile tentare il numero, nel finale ad ogni modo ho "provato" la mia azione a circa 2 Km, sono partito secco a 50 Km-h, all' inizio mi sembrava di averli un po' sorpresi ma ho sentito subito che le gambe erano di legno e che non avevo Watt sulle gambe, la mia velocita' e' calata troppo presto, prima 48, poi 46 e a 44 ho avuto la famosa sensazione di essere "fermo", dietro tra l' altro non avevano nessuna voglia di lasciarmi andare infatti Pietro mi e' venuto a prendere con Ongaretto a ruota, Alberto del BS, Stefano "Steve65" Rizzo e Alvise "ElvisJET" Zanasca, all' ultimo Km eravamo rimasti in 5 ma ho visto parecchie lingue fuori in quel momento, io per primo con il mio cardio che urlava 200 battiti pazzesco !!!!! E' anche vero che alla fine ne e' venuta fuori una volata strana quasi da fermo, dietro hanno cominciato a rientrare e davanti e' partito lungo con una discreta potenza Stefano Rizzo ma quando i due super sprinter hanno aperto il gas, non ce ne' stata per nessuno, primo Ongaretto, secondo ElvisJet ma se l' altra volta era arrivato a ruota, questa volta gli e' arrivato a mezza bicicletta .... piano piano recuperiamo cm, io sono in qualche modo arrivato :O))))

DATI POLAR:

Tempo: 1h 21m 46s
Distanza: 50.4 Km
Velocita' media 37.0 Km-h

Battito medio: 172 !!!!!!
Battito massimo: 200 !!!!!

Pantani-Tonkov "La sfida"

Credo che una delle piu' belle sfida che abbia mai assistito nella mia vita e' stata la sfida tra il mitico Marco Pantani e il Russo Pavel Tonkov, Marco continuava disperatamente ad attaccare ma il Tonkov non mollava mai finche' .....


mercoledì 20 gennaio 2010

Il Leone delle Fiandre

Questo e' il video dell' ultima Parigi Roubaix corsa da Johan Musseuw, all'eta' di quasi 40 anni, all' ultima grande classica della sua carriera 3 gioni prima del ritiro, Johan si trova nella fuga che va a giocarsi la vittoria nel velodromo di Roubaix per eguagliare il record assoluto di 4 vittorie ma ............

martedì 19 gennaio 2010

Visita medico sportiva + F1

Per prendere parte ad una gara di ciclismo e' obbligatorio avere un certificato medico che attesti la sana costituzione fisica e cosi' si e' idonei alla pratica del ciclismo agonistico. Non sto a parlare di quanto si assurdo il fatto che per fare una GranFondo da 100 Km basti l' ok del medico di base (certificato semplice senza costi) e senza nessun accertamento con tessera da cicloturista ... mentre per fare un circuito di 40 km e' obbligatorio il cardiogramma sotto sforzo, la spirometria, la visita medica generale e l' esame delle urine (costo totale a memoria sui 50 euro) ... non entro nel merito della cosa ma e' alquanto "strana" nel senso che e' sempre meglio avere esami approfonditi onde evitare spiacevoli sorprese .
Ad ogni modo l' appuntamento l' avevo preso verso novembre in quanto le liste di pattesa sono particolarmente lunghe e a me piace gareggiare fin da subito nelle prime competizioni dell' anno.
Tutto bene, tutto organizzato, venerdi' quando sono andato, praticamente risultava che l' appuntamento l' avevo il giorno precedente cioe' giovedi', risultato visita salta e per pura clemenza della segretaria nuovo appuntamento per il 2 febbraio ..... Va bene che quest' anno non avevo voglia di gareggiare certo che con questo si sposta di un altro mesetto il mio esordio stagionale.
Nel frattempo oggi mi sono fatto un bel allenamento in F1, la giornata era fredda e umida ma di gente ce n' era parecchia, di conseguenza quado si e' in tanti si va anche forte ... molto forte.
Il giro causa lavori a Marteggia non corrsiponde piu' con quello dell' anno scorso ad ogni modo e' stato fatto in 1 h e 21 minuti, nonostante il freddo, il vento e le strade scivolose.
A Fossalta dopo una gran trenata andando su per il cavalcavia si sono sganciati credo in 5 ho riconosciuto Pietro, Roberto "peppiniello", un ragazzo del BS che se non sbaglio si chiama Massimo e Alessandro Guiotto del Team Lenox, poi non rciordo forse Charly, loro hanno prima trenato forte e regolare, io dietro mi sono reso conto subito che andavano via e probabilmente avrei anche avuto la forza di chiudere, l' andatura era alta vicina ai 45 km-h questi hanno trovato subito l' accordo per girare in doppia fila, ma non me la sentivo di fare uno sforzo cosi' violento in una giornata cosi' fredda, risultato mi sono messo in coda e davanti c'e' stato per un po' uno strano tira e molla perche' troppa gente non voleva collaborare e tutti volevano stare a ruota .....
Finche' arrivati a Monastier si e' messo in testa l' ex Professionista Cigana e con una progressione tremenda in posizione da Crono, con il vento malefico laterale, ha fatto una strage con gruppetti seminati per tutto il percorso, quelli davanti pero' non erano li' per caso anzi "menavano" di cattiveria e nemmeno lui per quanto forte e' riuscito a rientrare ...
risultato una volta ricompattati dietro siamo andati all' arrivo alla buona sui 35-37 Km/h senza nemmeno fare la volata a Musestre, inconsciamente si sapeva che i primi davanti oggi avevano vinto.
Io sono stato contento perche' ho fatto un bel giro e non ho sprecato energie preziose che mi serviranno giovedi' per la rivincita' oggi abbiamo perso una battaglia ma non la guerra :O)))))

DATI F1 DEL MIO POLAR:

Tempo: 1h 21m 05s
Distanza: 48.0 Km
Velocita' media: 35.5 Km-h
Battiti medi: 157

lunedì 18 gennaio 2010

C'era una volta ..... 1985

Jesolo 1985 2° Classificato ....25 anni fa' ......

Da Amarcord

Mia sorella notare il taglio anni 80 .....

Da Amarcord

Dal Gazzettino di Venezia quando i quotidiani scrivevano di ciclismo .....

Da Amarcord

Dal gazzettino del 13 Agosto 1985

Da Amarcord

San Liberale 1985 con la mia Mamma

Da Amarcord

Campione Provinciale 1985
Con il mio papa'

Da Amarcord


domenica 17 gennaio 2010

Ciclismo al femminile

Per chi dice che il ciclismo non e' uno sport adatto a risaltare la femminilita .......





















sabato 16 gennaio 2010

Nuovo Garmin 500

IL COMPUTERINO DELLE MERAVIGLIE

Fino all' anno scorso, Polar era l' azienda Regina del mercato computerini per bici, ma negli ultimi 3 anni ha avuto una crescita esponenziale Garmin credo a questo punto la nuova N1 del settore. Con l' uscita a fine gennaio 2010 il sorpasso sara' definitivo, il nuovo Garmin 500 sara' un vero e proprio computer di bordo per l' allenamento e non solo. A parere mio personale Garmin ha fatto un po' una furbata nel senso che ha preso il top di gamma 705, ha tolto la visualizazzione delle mappe che tanto nessun ciclista su strada usava e ne ha dimezzato il prezzo, risultato inutile prendersi un Polar con poche funzioni quando un Garmin del genere manca solo vi prepari il caffe' per il resto fa tutto (o quasi). Inutile dirlo che lo sto aspettando con la stessa impazienza di un bambino con l' uscita della Playstation 4 ..... in attesa di averlo in mano e poterlo testare direttamente, ecco qui un po' delle caratteristiche di questo gioiello:

escrizione:

GPS EDGE 500 è il nuovo bike computer ideato specificatamente per ciclisti professionisti ed amatori evoluti poiché piccolo ed ultraleggero.

Visualizza e registra tutti i dati di velocità, distanza, elevazione e posizionamento GPS. Edge 500 con protocollo ANT+™ permette la trasmissione e ricezione di segnali in modalità wireless dalla fascia cardio, dal sensore di cadenza e velocità e dai prodotti di terze parti come i sensori di potenza con protocollo ANT+, per i quali sono stati aggiunti due nuovi campi dati: la rilevazione di potenza media ogni 30 secondi ed ogni 3 secondi.

È stato implementato il calcolo avanzato di consumo calorico FIRST BEAT CALORIES CALCULATION ed è stata potenziata l’antenna satellitare ad alta sensibilità HotFix™ che permette di calcolare molto più velocemente la posizione.
Le novità sono rappresentate dal sensore di temperatura esterno, dalla velocità verticale mt/h e dall’avviso di movimento che allerta in caso lo strumento non abbia ricevuto lo Start.
EDGE 500 è anche dotato di una nuova staffa con attacco ad anello adatto a tutti i tipi di manubri.
Compatibile PC o MAC.

SENSORE DI TEMPERATURA - Una su tutte è rappresentata dal sensore di temperatura esterna che consente di fornire un ulteriore dato di analisi delle proprie performance: c’è molta differenza tra scalare il Pordoi o il Tourmalet con 18 o 30 gradi centigradi. Inoltre, nel nuovo GPS gli sviluppatori di Garmin hanno introdotto anche la funzione della velocità verticale istantanea che sempre più ciclisti analizzano al termine delle granfondo o dei propri allenamenti. E in caso di lunghe uscite in bicicletta, sia essa da strada o una mountain bike, l’accesso ai dati dell’altimetro barometrico aiuterà a valutare le previsioni meteo.


Edge 500 HRC:

  • Personal trainer da bicicletta con GPS ad alta sensibilità
  • Misurazione della velocità, distanza, tempo, calorie bruciate, altitudine, pendenza, ascesa e discesa
  • Funzione di Virtual Partner
  • Auto Pause: arresta il timer nel momento in cui la vostra velocità scende sotto la soglia che avete impostato
  • Auto Lap: può essere impostato per aggiungere un giro quando avete percorso una determinata distanza
  • Semplici da installare, non richiedono nessun tipo di calibrazione
  • Sensore di temperatura
  • Altimetro barometrico
  • Sensore Wireless autocalibrante di velocità e cadenza di pedalata
  • Cardiofrequenzimetro
  • Fascia cardio codificata
  • Display retroilluminato
  • Visualizzazione campi dati personalizzabile
  • Impermeabili IPX7
  • Batteria al litio ricaricabile (durata ca. 18 ore)
  • Dimensioni: 48x69x22 mm

Contenuto:

  • Edge 500
  • Fascia cardiaca codificata
  • Sensore velocità e cadenza
  • Carica batteria
  • CD Training Center
  • 2 Staffe da bici
Prezzo di listino al pubblico : 299.00 euro

venerdì 15 gennaio 2010

Presentazione CordyMAX





CordyMax Cs-4®
CordyMax Cs-4® è un estratto esclusivo e standardizzato del fungo Cordyceps sinensis, che contribuisce alla resistenza fisica e alla vitalità, e riduce la sensazione di fatica.

In Cina è stato riconosciuto che la nostra formula esclusiva di CordyMax Cs-4® deriva dalla fermentazione del fungo Cordyceps, che offre benefici salutari molto simili a quelli offerti dal fungo selvatico, raro e protetto, che cresce sull'altopiano tibetano. Oltre 15 anni di ricerche scientifiche approfondite hanno prodotto questa varietà del ceppo Cs-4. Infatti, CordyMax Cs-4® è protetto da diritti di proprietà intellettuale e può essere considerato l'unico ceppo riconosciuto dalle autorità cinesi. CordyMax Cs-4® viene prodotto in base al Processo di Qualità delle 6 S di Pharmanex®, ed è standardizzato tramite HPLC (cromatografia liquida ad alta prestazione) - un metodo utilizzato per determinare la composizione chimica di un campione - per garantire la potenza e risultati consistenti, fornendo tassi minimi di adenosina allo 0,14%.

Benefici
Cordyceps Mycelia CordyMax Cs-4®:
  • fornisce più energia
  • migliora le prestazioni dell’attivitàii
  • contribuisce alla funzione polmonare aumentando l'assorbimento di ossigeno.i,iii

    i ZHU, J.S. and RIPPE, J.M.: “CordyMax enhances aerobic capability, endurance performance, and exercise metabolism in healthy, mid-age to elderly sedentary humans”. FASEB J. 2004, 18, 5, A931.

    ii 1. NICODEMUS, K.J. et al.: “Supplementation with Cordyceps Cs-4 fermentation product promotes fat metabolism during prolonged exercise.” Medicine and Science in Sports and Exercise, 2001, 33, 5, S164.
    2. ZHU, J.S. et al.: “CordyMax Cs-4® improves cardiovascular and metabolic capacity during exercise in highly-fit athletes”. FASEB J, 16, 4, A628, 2002.

    iii 1. XIOA, Y. et al.: “Increased aerobic capacity in healthy elderly humans given a fermentation product of Cordyceps Cs-4”. Medicine & Science in Sports & Exercise, 1999, 31, 5, S174.

  • Utilizzo
    Uso
    Prendere due (2) capsule, due volte al giorno, con cibo e acqua.

    Avvertenze
    Non superare la dose quotidiana raccomandata. Un supplemento nutritivo non deve essere utilizzato in sostituzione di una dieta varia. Non usare in caso di sigillo di sicurezza danneggiato o mancante, o se la confezione non è integra. Conservare in un luogo fresco ed asciutto. Tenere il prodotto fuori dalla portata dei bambini. Consultare un medico prima di usare questo prodotto durante la gravidanza, l'allattamento o una terapia medica.

    Ingredienti
    Cordyceps mycelia (Cordyceps sinensis (Berk.) Sacc.) (85%), Capsule Shell (gelatine, water).

    Fatti nutrizionali
    Per 4 capsule
    Miceli di Cordyceps (Cordyceps sinensis (Berk.) Sacc.) 2,1 g

    Codice articolo 85873441Prezzo vendita al pubblico: € 35,83Dimensioni: 120 capsules