venerdì 30 aprile 2010

Musica per ciclismo ?



Un amico in Ro, super-appassionato di Spinning  mi ha chiesto un parere su come doveva essere una musica ideale per la palestra e specificatamente per lo Spinning, io ho risposto un pò da inesperto che probabilmente ci devono essere delle compilation fatte appositamente con delle composizioni ben precise in modo da dare il giusto ritmo, magari piu' blando all' inizio, per poi forzare alla metà e per poi finire con una sorte di rilassamento finale ....
Così ho cominciato a caxxeggiare per internet alla ricerca di qualche informazione e magari per trovare qualche cosa di interessante ......
Il primo sito che mi e' capiato in mano e'  http://www.kleppermusic.com/ il sito e' in Inglese e Tedesco, okkio che appena si apre parte una musica a cannone quindi regolate il sonoro ad un volume accettabile anti-panico soprattutto se navigate di notte come faccio io :O))))))
Ritornando al sito e' molto interessante, le compilation sono suddivise per genere e per tema, tra l' altro sono tutte ascoltabili online prima dell' acquisto che puo' essere fatto legalmente sia attraverso il classico CD che attraverso il Download a 1,99 € a brano, altra opzione interessantissima secondo me e' la possibilità di auto-prodursi la propria compilation con le canzoni preferite.
Tra l' altro sono canzoni tipiche germaniche quindi tantissimi BPM e ritmo che spakka ...
La compilation N1 Feel Enrgized, per esempio comincia a 88 BPM con il primo brano, per poi aumentare dopo circa una deina di minuti con i brani seguenti fino a 136 BPM che facendo spinning in palestra sono anche accettabili in quanto il volano una volta lanciato permette di fare tantissima agilità, magari la vedo piu' dura sui rulli in quanto 130 pedalate al minuto sono veramente tante da tenere .
Io per esempio queste compilation comunque le userei sia per fare rulli, in quanto come e' già stato dimostrato la musica aiuta veramente tanto a livello psicologico, ma anche se dovessi fare una cronometro, la userei per "caricarmi" prima di uno sforzo intenso.
Continuando nel Tour ho trovato questa canzone che avevo gia' sentito, in sè non e' niente di speciale, ma il video mi fa morire dal ridere .....




In fine vorrei chiudere con il grandissimo Freddie Mercury dei mitici Queen con BiCycle Race melodia del 1978, probabilmente la piu' famosa canzone della storia dedicata alla bicicletta, si dice che l' ispirazione per la composizione di questo brano, Mercury, l' abbia avuta guardando il Tour de France. Altra particolarità il video e' tratta da una corsa ciclistica fatta da donne completamente nude !!!! Il video all' epoca fu' ovviamente censurato ......

giovedì 29 aprile 2010

Il Video del percorso MTB Maros XC Romania !!!!!!

Forse con questo video si riesce a farsi una idea del percorso, sempre tenendo presente che il video tende a schiacciare e che le pendenza nella realtà sono moooolto piu' impressionanti !!!!!
Il passaggio nel bosco era da panico e piu' di qualche volta ho evitato di fare "amicizia" con degli alberi per puro miracolo .....
La discesa del minuto 5 poi ci voleva il paracadute per farla, mentre nel video gli Elite vanno giù come niente fosse.....
Della serie non si inventa nulla ..... sopratutto nella MTB di questo livello.
Una cosa che ho notato di differente tra l' MTB e la strada e' il lavoro maniacale che serve per la regolazione della bici, il settaggio dell' ammortizzatore, la regolazione dei freni, il tipo di coperture e persino la pressione dei pedali possono fare veramente la differenza, un piccolo incidente, una deviazione puo' portare via anche 30 secondi come niente fosse .....
Bello, bello, bello, questa MTB mi sta prendendo sempre di più devo proprio essere sincero e' stata una grande esperienza, che spero di riprovare a breve anche in Italia.
Un' altra osa che sinceramente ci tengo a sottolineare e' stat la sportività del pubblico, allucinanate, ero una tartaruga, alcune salite e anche le discese le facevo a piedi ma la gente sul percorso mi ha continuatamente incitato " Ai ai ai" che suona tipo il nostro "Ale' Ale'" mi vengono i brividi a pensarci veramente una cosa emozionante ed inusuale per me avevo sentito dire di questa cosa nelle gare del nord in Belgio e anche ai America alle maratone dove si applaudono tutti i partecipanti ma averlo provato è stato molto intenso ed indimenticabile.


Prima Marathon MTB nel Veneziano






Vorrei segnalare una interessante e anche importante manifestazione che si svolgerà per la prima volta nel territorio veneziano. Una corsa MTB Marathon, per marathon si intende una gara di lunga distanza tipo una gran Fondo in bici da corsa per intenderci ....
Certo a Venezia e in particolar modo a Caorle non ci sono le salite, ma il percorso, il territorio e gli argini sono di sicuro interesse sia paesaggistico che tecnico.
Se non avro' particolari impegni io ci sarò di sicuro il costo di iscrizione e di soli 18 euro e la manifestazione mi sembra veramente valida ed interessante.

IL VIDEO DI PRESENTAZIONE:



Altre informazioni sul sito della società organizzatrice :http://www.sagittabike.it/marathon.html

mercoledì 28 aprile 2010

Come Back to Italy e F1 incorporata in 52.21 !!!!!


Ieri e' stata una giornata mega intensa e troppo dura .... sveglia alle 5 in punto di Romania (le 4 di Italia !!) Colazione e via ritorno a casa .... stavolta ero solo e ho fatto un percorso classico per Oradea - Budapest, 1100 Km abbastanza tranquilli (per quello che possono essere 11 ore di macchina in solitaria) ....
Purtroppo ero appunto da solo e farsi tutta quella strada e' di un palloso unico (ad un certo punto i pensieri finiscono e l' unico rimedio "sarebbe" la Radio capendo un poco di Unghere ...), ad ogni modo sono arrivato e adesso gia' mi programmo per fine settembre quando tornero' per la gara Marathon (non vedo l' ora, anzi se qualcuno vuole venire mi posso attivare per l' organizzazione del viaggio e della sistemazione)
Ad ogni modo alle 4 di pomeriggio a tempo di record ero gia' a casa. Un secondo per sbaciucchiarmi i miei gattini, mettere giu' le valigie e in un attimo ero già cambiato pronto per andare in F1 !!!! (E si credo proprio di essere un fenomeno a questo punto !!!!)
Ad ogni modo dopo stanco, nutrito a Snackers tutto il viaggio e gonfio come un pallone, sono riuscito pure a tenere le ruote di una F1 bellicosa e scatenatissima, un Marco MZ in gran spolvero che ha trenato a 50 fin da Quarto d' Atino, mi hanno messo seriamente in difficolta' .....
A Ca' Tron avevamo 44.1 di media .... per fortuna poi il vento ha rallentato un po' la corsa e ha fatto selezione in Treviso Mare, dove per miracolo sono riuscito a chiudere un buco che si era creato a causa dell' alta velocita'.
Cosi' alla fine saremo rimasti in 15 forse 20 con Vaccaroni che lanciava il treno per la volatona alla quale ho voluto partecipare, purtroppo non ho avuto una grandissima gamba (e ci mancherebbe) e quando ai 300 metri Pietro ci ha anticipati con notevole potenza, ho esitato quell' attimo che mi ha fatto perdere parecchi metri, che dopo nonostante mi sia lanciato fortissimo con il 12 a 201 battiti ( 59.6 km/h orari la velocitaà massima non e' per niente male) non sono pero' riuscito a recuperare e ho fatto 3 dietro appunto a Pietro che ha vinto la F1 e a Tomasi (Liquigas young), quarto se non sbaglio Guiotto e via via tutti gli altri in 52 minuti a comunque 40.4 km/h di media non uno scherzo ......

DATI F1:

Tempo: 52.21
Distanza: 35.21 Km
Velocità media: 40.4 Km/h
Velocità massima: 59.6 Km/h
Bpm medi: 167

FILE GARMIN F1:

martedì 27 aprile 2010

Romania 100%

RELAX IN IULIUS MALL


UNA PICCOLA "BETTOLA" IN COSTRUZIONE ......


PIAZZA MADO A IULIUS MALL
L' immagine non rende ma era buonissima !!!!!


SCEMO 1 ..... 


SCEMO 2 .....


SEMPRE A IULIUS MALL 


PREPARAZIONE CICLISTICA ......


REINTEGRAZIONE SALI MINERALI .....


IL MIO NEGOZIO PREFERITO !!!!


MASSAGGI ..... sembra un cazzata ma e' veramente rilassante !!!


COLAZIONE ..... hem e i kg si accumulano alla grande :O)))


RAUL e IOANA a Napoli Centrale la Pizza meglio che in italia !!!

domenica 25 aprile 2010

Gara MTB Cluj Napoca (RO)

VIDEO UFFICIALE DELLA GARA


Maros Bike XCO Cup în pădurea Făget from campia online on Vimeo.


CLASSIFICA ELITE e UNDER 23



CLASSIFICA JUNIOR MASCHILE e FEMMINILE




CLASSIFICA ELITE FEMMINILE



CLASSIFICA AMATORI JUNIOR



CLASSIFICA AMATORI +40 anni e DONNE amatori



CLASSIFICA AMATORI 29-39 ANNI



CLASSIFICA AMATORI 19-29 ANNI


ASSETTO DA GARA MTB



RICORDO DELLA GARA IL NUMERO




FILE GARMIN GARA MTB CLUJN NAPOCA (Romania)



Alla fine ho fatto anche questa ..... Ieri dopo il test sul circuito, avevo quasi deciso di non correre, ma alla fine mi sono fatto coraggio e ho deciso di partecipare, non so ancora il risultato perche' appena arrivato, mi sono cambiato e sono ritornato a casa. Credo le classifiche saranno presto online sul sito della gara, comunque sia ero fuori dal podio e dalla premiazione.
Partiamo dall' inizio, alla mattina mi sono subito incasinato con la sveglia, perche' tra Italia e Romania c'e' un' ora di fuso orario di differenza ... poco male mi ero preso per tempo ... Colazione latte/caffe' solito un bel pezzo di torta al cioccolato e via in MTB, arrivato sul percorso di gara, era pieno di gente da tutte le parti , sia concorrenti che spettatori... Ungheresi, Romeni, Slovacchi e Italiani(o) io :O))))
Da come erano attrezzati ho capito subito che era gente che andava di brutto, ma tanto per me poco cambiava nel senso che mi bastava essere al via e divertirmi.
Per fortuna parlo la lingua Romena perfettamente, perche' con l' Inglese non sono il massimo, pertanto non ho avuto problemi a capire il punto di partenza e la modalita' .....
All' inizio erano previsti 4 giri di gara, ma evidentemente si erano resi conto che per amatori era troppo duro e tecnico, cosi' alla partenza hanno decurtato la gara di un giro.
In prima linea le donne Elite, dietro di loro gli Juniores (uomini e donne) e ancora dietro gli amatori (sempre uomini e donne) .... Io avevo il 106 quindi come immaginavo molta gente si e' iscritta alla mattina.
Il costo di partecipazione e' stato di circa 10 euro e prevedeva come omaggio di partecipazione dei prodotti integratori Gensan (bibita energetica e carboidrati), piu' 2 numeri 1 da mettere sulla maglia con i clasici aghi e uno da mettere sul manubrio con un cip per la rilevazione elettronica, nota di cronaca i numeri sono rimasti ai corridori, cosi' ho un gran bel ricordo da mettere in valigia.
Il percorso era super bene preparato, d' altronde era una corsa UCI 2.1 ..... ogni minimo pericolo era segnalato, curve, sassi, radici etc etc, sul percorso erano presenti personale sanitario con tutte le attrezzature necessarie, comprese ambulanze e tutto quanto era necessario per la sicurezza.
Era presente anche un bel ristoro con bibite energetiche, acqua, cole, dolci e snack veramente ben preparato, impianto musica a palla per la gioia degli animali del bosco erano dislocati sul percorso anche bagni ecologici per le necessita' fisiologiche ... insomma non mancava proprio nulla per il confort dei corridori e delle cicliste che erano tante e si notavano parecchio ........
Io avevo deciso di partire in coda e di farla tranquillo, in modo che se fossi sceso a piedi non avrei disturbato gli altri concorrenti, in un certo senso pero' e' stato un errore, perche' i primi si volavano, ma gran parte dei concorrenti era sul mio livello e alla discesa brutta tra cadute rovinose ... e gente che faceva il trappo, mi sono subito incasinato, quando la strada ha cominciato a salire pero' ho inserito il turbo e ho cominciato a recuperare posizioni su posizioni, il cardio era impazzito ed ero quando andava bene in soglia ..... altrimenti a fondo scala costante 180 battiti e oltre a tutttaaaa.
Fatto il primo giro ero gia' cotto, stra-cotto e ri-cotto, ad ogni modo ho impiegati 31 minuti in confronto ai 43 di ieri ho praticamente "volato", il secondo giro, ho avuto la piu' grande soddisfazione delle giornata, arrivato all discesone una vocina dentro la testa mi ha detto vaiiiii....
Ho lasciato i freni, ho caricato il peso indietro e sono andato giu' in bicicletta !!!!!
Da file Garmin circa 30% di dislivello con radici, pietre e buche roba da panico, ma come un uccellino piccolo che spicca il primo volo ... ho volato nel mio piccolo anche io e sono andato giu' ... Poi tra il fatto che prendevo tecnica e colpo di pedale, ho cominciato pure a recuperare posizioni su posizioni, tutto il finale avevo uno a 100 metri che non riuscivo a prendere, ma oramai era diventato il mio obiettivo di giornata, cosi' mentre da dietro il primo Junior mi doppiava inesorabilmente, il mio duello continuava finche' a circa 500 metri dall' arrivo riuscivo a prenderlo e a superarlo in un pezzo di salita dura ma nella quale io riuscivo a salire con molta piu' potenza, grazie al fondo che probabilmente accumulato con gli allenamenti su strada ....
Arrivato all' arrivo praticamente la gara e' finita e come nel ciclocross credo di essere stato classificato a tot. posizione con 2 giri di gara, tempo totale circa 1 ora e 1 minuto e il secondo giro fatto in un onorevole 29 minuti segno che man mano che giravo la mia tecnica migliorava e mi faceva andare sempre piu' forte.
Bellissima esperienza, super appagante, ad occhio credo di essere arrivato nei primi 6/7 della mia categoria e attorno alla 30 esima posizione assoluta, ma come detto sinceramente la classifica era l' ultimo dei miei pensieri in una giornata indimenticabile, finita la gara mi sono cambiato subito e sono tornato a casa perche' ero veramente stanco, a settembre e' prevista una Marathon di 60 km e da quello che ho capito e' molto piu' facile dal punto di vista tecnico nel senso che le salite sono piu' lunghe e le discese piu' pedalabili, probabilmente con un po' di esperienza in piu' e un tragitto piu' semplice, di sicuro potro' ambire anche a qualche posizione in classifica piu' avanti.

KM TOTALI COMPRESO TRATTO DA CASA:

Tempo: 2:30.05
Distanza: 31.44 Km

ARRIVO DEI CORRIDORI

video

sabato 24 aprile 2010

Durissima realta' sul percorso ....

NELLA NATURA PIU' ASSOLUTA

PREPARAZIONE DEL GARMIN


FILE GARMIN DEL PERCORSO

Eccomi di ritorno dal campo di gara .... legnato a dovere .... La storia e semplice e tremendamente cruda, il percorso e' da specialisti della MTB e io non posso farlo in quanto non ho le capacita' tecniche di guida.
Il percorso si trova vicino al centro e a pochi Km da casa, quindi domani mattina probabilmente andro' a correre direttamente in bicicletta, anche perche' arrivare al campo di gara e dura quanto la gara, nel senso che e' una stradina di bosco che si inerpica per una salita ripidissima tutta rotta, piena di buche, che per la mia macchina non sono il massimo !!!!
La sensazione che ho provato in bici e' terribile, non le salite anzi ben vengano, il problema sono le discese !!!! Praticamente ci sono dei muri e non esagero se dico muri, che vanno in giu' anche di 50 metri a strapiombono dove alla prima mi sono semplicemente fermato e sono andato giu' a piedi !!!!
La seconda ho provato a farla ma mi sono capottato in avanti come un salame ..... E alla terza mi sono schiantato di brutto su per un albero, facendomi anche un bel ematoma sul ginocchio ...
Si parte dall' alto e si va subito in giu' e dopo 1 km di percorso avevo impiegato 15 minuti !!!!!! E tutto in discesa per la cronaca .... dove mi e' andata giu' la catena ben due volte, per colpa mia chiaramente e non per problemi meccanici, ho veramente pensato che mi trovavo dentro ad un incubo bello e buono.
Poi quando ho visto gli Junior e gli Under 23 andare giu' come caccia in picchiata, ho veramente pensato che mi trovavo nel posto sbagliato al momento sbagliato .....
Ad ogni modo ho completato il giro, sono "solo" 231 Metri di dislivello e non 300 come dichiarato .... ed e' lungo solo 4 km e 700 metri ... unico problema e che ho impiegato per farlo 43.37 minuti ed in gara ci sono da fare 4 giri !!!!!! Non ho parole.

Aggiornamento dalle iscrizioni

LOGO DELLA CORSA


Bene adesso che ho parlato con l' organizzatore ne so un po' di piu' ....
La corsa e- una gara UCI internazionale di categoria 2.1, quindi deve rispettare degli elevati standard organizzativi e da quello che ho capito, li rispettano in pieno, il meteo e' ottimo per il momento, freddino ma niente di piu' del grigio Veneto ....
L' iscrizione l' ho fatta online .... ecco la lista


La mia categoria amatori 29-39 al momento conta 21 iscritti e la premiazione purtroppo prevede solo i primi 3 del podio con maetriale tecnico ....
Mentre nella cetegoria Elite UCI al momento sono 10 iscritti e premiano CON SOLDI i primi 15 .... avendolo saput mi sarei iscritto come Elite :o)))))))))
180 euro al primo e via via fino a 18 euro al 15 ....., di sicuro qualche soldino lo portavo a casa ....
Senza tenere conto delle donne Elite che premiano le prime dieci con soldi 159 euro alla prima e sono al momento iscritte in 2 ...
Ad ogni modo presumo che molti si iscriveranno alla vecchia maniera direttamente sul posto quindi ci sara' molta piu' gente, purtroppo anche per la mia categoria amatori, che si prospetta come la piu' difficile, tanto per cambiare .....
Tra l' altro come corsa UCI da quello che ho capito e' molto importante in quanto da un punteggio internazionale che e' valido per la qualificazione a manifestazioni come i mondiali e le olimpiadi, pertanto mi dicevano che si aspettano molti corridori anche dalla vicina Ungheria.
Il percorso e' lungo 6 km e prevede un dislivello di 300 metri al giro, che significa sui 4 giri di gara per noi amatori ben 1200 metri di dislivello, oggi alle 14 ci sara' il ritiro pacco premio e dalle 15 il percorso sara' aperto per le prove tecniche in quanto la discesa in mezzo agli alberi non e' per niente simpatica ... anzi e' un muro all' ingiu' che probabilmente io ridiscender' a piedi ....
Vedremo, altro aggiornamento questa sera dopo aver provato il percorso ne sapro' di piu', credo che settare la bicicletta nel migliore dei modi sara' fondamentale..

8.48 Sveglio !!! Commento sulla strada.

ALIMENTAZIONE DA VIAGGIO .....

PIENO COM UN UOVO ....


Eccomi qua dopo 14 ore e mezza di macchina, 1250 km di strada tutta tirata, il viaggio e' stato molto buono, mi aspettavo un traffico tremendo causa i problemi vulcanici che hanno bloccato mezza europa ... Invece ho fatto un percorso a nord alternatvio e tutto e- andato molto bene.
Incredibile da dire nel viaggio ho ascoltato radio in 8 lingue differenti !!!! Non mi era mai successo, in zona Trieste si ascolta radio in Italiano chiaramente, Sloveno e Croato, arrivati a Maribor si prende pure la radio Austriaca, continuando con il viaggio e passando nel nord dell' Ungheria, si puo' ascoltare la radio in Slovacco, chiaramente in Ugherese e per la prima volta in vita mia grazie alla deviazione a nord, in Russo (Ucraino) incredibile, per un attimo mi sono sentito tanto lontano dall' Italia !!!! Ad ogni modo mi dispiace dirlo ma la migliore musica in assoluto si ascolta in Romania, a mio parere personale chiaramente ed in base ai miei gusti aggiungo, qui c'e' proprio una cultura tremenda per la dance e la melodia (ascoltate online radio 21).
Per quanto riguarda i prezzi della benzina, la festa e' finita, nel senso che una volta c'era molta differenza di prezzo tra i vari paesi, dall' Italia alla Slovenia circa la meta', (mitiche le code di auto alla dogana di Gorizia il fine settimana per fare il pieno di carburante e prendere le mitiche 2 stecche di sigarette a persona!!!) mentre adesso gli stati sono tutti uniformati, chiaramente con il prezzo inalzato e a discapito dei consumatori ....
Ultima nota di viaggio, attenzione alle Vignette che sono dei bollini da applicare sulle auto, in autostrada, all' estero non ci sono i caselli come da noi (per fortuna aggiungo io) e si applica sul vetro dell' auto appunto una vignetta (una tassa di transito diciamo) che in base alla durata e al paese ha un costo variabile da 6-7 Euro per una settimana in Romania, fino a centinaia di euro in Austria per il valore di un anno ...
Sembrera' molto invece facendo due conti se mettiamo tutte le volte che paghiamo l' auostrada in Italia e il tempo che perdiamo ai caselli, si farebbe presto a calcolare il risparmio ...sia economico che in termini di code evitate ... solo che alla fine la convenienza come al solito sarebe solo degli utenti ... per cui nisba da noi, cosi' e'.
Stamattina cerco assolutamente di recuperare, nel pomeriggio alle 14 andro' al ritrovo per completare l' iscrizione, prendere il pacco gara e cosa molto piu' importante provare il percorso che su 6 km al giro presenta ben 300 metri di dislivello (su 4 giri di gara sono 1200 metri di dislivello!!!!) a stasera per un aggiornamento tecnico pre-gara.
Ciao Ciao
p.s. mi sono ricordato adesso dell' ora di differenza pertanto non mi sono svegliato tardi in quanto in Italia sono ancora le 7 e 48 :o)))))))

giovedì 22 aprile 2010

Tecnica in MTB sull' oasi a Quarto d' Altino

LA RESTERA SULLA RIVA DEL SILE

video

Oggi visto l' allenamento "monstre" di ieri, ho approfittato per fare un po' di tecnica in MTB, a ritmo di scarico.
Ho fatto prima il giro della restera e poi sono andato sul circuito dell' Oasi, un percorso fatto per l' osservazione della natura con tavole e ponticelli di legno.
Diciamo che come percorso e' abbastanza estremo dal punto di vista della tecnica di guida e piu' di qualche volta ho rischiato di finire dentro lo stagno .....
Ad ogni modo mi dispiace di non aver fatto prima questo tipo di uscita, in un solo giorno mi sono trovato una montagna di piccoli difetti e adesso in quattro e quatrotto e' impossibile fare miracoli, ad ogni modo per la prima volta sono riuscito a fare gli argini giu' dritto in discesa e gia' questo lo sento come un bel passo in avanti ....
Certo che arrivato all' oasi e visto le scale, proprio non sono riuscito a buttarmi giu' peccatto .... ho il video di ElvisJEt che fa il giro sotto i 2 minuti ... io per la cronaca l' ho fatto in 3 e 13 roba da panzerotto alla pizzaiola piu' che da total Biker ....
Ad ogni modo per la gara conto piu' che altro di salvarmi con la potenza in salita e poi di riuscire a scendere alla meno peggio .....
Domani partiro' alle 5 di mattina e mi aspettano 1300 km di macchina, arrivero' verso sera ma tanto ho il pc anche a casa quindi non avro' problemi a tenere aggiornato il blog.

LA TERRIBILE (per me) SCALINATA !!!

PONTICELLO A RISCHIO LAVAGGIO ......

DUE MOTO TROVATE PER STRADA ....
FabioFGS & Marco MZ


PERCORSO DELL' OASI DA CHI IN MTB CI SA ANDARE ....

mercoledì 21 aprile 2010

Allenamento Team ITALIANJET 140 Km

IL GRUPPETTO LANCIATO

video

Prima di tutto voglio ringraziare i ragazzi che sono venuti via con me anche oggi .... si e' formato un bel gruppo di amici, pedalatori, di ottimo livello, in salita sono legnate sui denti, ma e' farsi la guerra onesto e la battaglia che si crea e' pulita da matti, secondo me alla lunga questi allenamenti pagheranno e anche tanto in termini di forza e anche di resistenza.
Oggi eravamo in 8 (Francesco "Mezza Ruota", Alberto "BS", Matteo "Teo Boss", "Nello", "Ale", Radames, Mauro e Io) cosi' all' andata, poi per strada si sono aggiunti altri e alla fine eravamo giusti perfetti in una decina, all' andata solito a coppie 5 minuti a testa regolari sui 33/34 km/h, tre prese del montello a blocchissimo ... e ritorno tranquilli in doppia fila a 42/44 km/h regolari senza strappi.
Se le cose restarenno cosi' sara' perfetto, sia come kilometraggio, sia come orario, sia il ritmo, la compagnia, tutto ....
Quasi 5 ore di bicicletta .... 140 km .... 3 prese del montello e quasi 1000 metri di dislivello che per noi Veneziano sono tanta roba .... sono felice e soddisfatto, di piu' non potrei chiedere.
La prima salita e' stata la dorsale, non e' molto dura ma e' quasi 6 km e va a strappi, qui l' abbiamo presa tranquilli per poi accellerare violentemente sotto la spinta di Nello, oggi avevo tutta un' altra gamba rispetto alla settimana scorsa e infatti sono rimasto con i primi, nonostante sui falsopiani andassimo su anche a 40 km/h .... solo che io l' ho fatta a tuttissima e invece Teo e Alberto Bs l' hanno fatta a meta' accelleratore .....
Ai Cannoni ci siamo tutti aspettati, abbiamo fatto acqua perche' oggi tra l'altro era anche calduccio sui 27 gradi, siamo andati giu' per i mondiali e fatta la canaletta, siamo ritornati su per il mitico Bondino (la presa 10 da Sud) .... io questa l' ho presa tranquillo per modo di dire, mentre Teo e Alberto su pendenze serie di oltre il 12% fanno la differenza per davvero .... Arrivati in cima eravamo gia' belli cotti ... ma il programma prevedeva la discesa per la 12 a Nord e la scalata finale fino in cima al Montello per la presa 15 la altrettanto mitica Medagli d' oro, diciamo la scalata finale, con il vincitore di giornata.
Appena cominciata la salita ho visto Alberto BS prenderla a cannone, e sinceramente mi ha impressionato il suo passo, subito dietro di lui Teo e cosi' sono arrivati in cima, per la maglia verde virtuale .... dietro a loro un bel Radames sempre nelle prime posizioni in salita, poi dietro a loro sono arrivato incredibilmente io con Nello !!! Nel senso che non e' che io abbia fatto un tempo eccezzionale di ascesa (un comunque ottimo per me 12.55), ma sono stati gli altri a cominciare a perdere potenza e a calare ... In un certo senso questa cosa mi ha personalmente molto soddisfatto.
Il ritorno poi regolari in doppia fila in 10 con velocita' di crociera sui 40/42 km/h perfetti stando attenti al traffico che nel frattempo si era fatto un po' stressante, alla fine saluti e strette di mano e un arrivederci alla prossima settimana per un'altra battaglia ....

Per scherzo oggi mi e' venuta una battuta che pero' rispecchia il mio attualre sentimento "Alla domenica io litigo con la bicicletta (gara) e poi al mercoledi' faccio pace (allenamento in compagnia)" .......

FILE GARMIN DI OGGI

ALBERTO "BS" VINCITORE DI OGGI .....
Aspettando pero' Alberto "ballan" hehhehhe .....

NELLO CHE GAMBA .....

IO "ItalianJET"

ALESSANDRO "ALE"

FRANCESCO "MR"

MATTEO "TEO BOSS"

MAURIZIO "CHARLIE"

LANCIATI ....

ARRIVO IN SALITA I COMMENTI A CALDO

video

martedì 20 aprile 2010

Il Vulcano Islandese colpisce anche l' ItalianJET ....


Promo: Maros Bike XCO Cup 2010 - UCI C2 from Elisei Miron on Vimeo.

Sabato scorso mia moglie doveva prendere l' aereo per andare a Cluj in Transilvania (Romania) a casa, quando belli pronti per partire una nuvolona di polvere vulcanica uscita da un vulcano Islandese ha scombinato i piani di milioni di persone in tutta Europa .... Noi compresi !!!!

Cosi' visto che non potevamo rimandare il viaggio e perdere tutti nostri appuntamenti, andremo in macchina ...1300 km andata e 1300 di ritorno ... non proprio una passeggiata :O))))

In piu' un bel po' di astinenza da bicicletta, poco male visto che l' ultima volta a Novembre poi quando sono ritornato ho anche vinto :O)))) Ad ogni modo proprio astinenza da bici non sara' visto che "fatalità" proprio questo fine settimana ci sarà una corsa Internazionale di MTB uci aperta ...fatalità agli amatori :O)))

Cosi' non faro' altro che caricare in macchina la mia MTB e domenica saro' al via della mia prima corsa in territorio straniero e posso dire che sara' anche il mio esordio nel mondo delle ruote grasse ... vedendo il video sopra di presentazione al percorso il mio unico pensiero e' quello di non schiantarmi su qualche albero, e di non farmi male :O)))))

Per il resto cercherò sicuramente di andare a tutta e di fare la mia bella figura, comunque sia sara' una bella esperienza e a modo suo una bella avventura.


lunedì 19 aprile 2010

Secondo allenamento Team ITALIANJET

Mercoledì Ri-confermiamo appuntamento in piazza Carpenedo alle ore 14:30 come settimana scorsa faremo il Terraglio fino a Treviso e saremo in località Preganziol verso le ore 15:00.
Come settimana scorsa chi c'e' c'e' .... e chi non c'e' ... non c'e' :O))))
Non serve prenotare ne dare appuntamento chiunque si puo' aggregare al gruppo, importante le solite regole, si tira "tutti" 5 minuti a coppie, rispetto del codice della strada, evitare strappi e allunghi, sopra le salite ci si aspetta !!!!
Il percorso viene leggermente modificato, in quanto settimana scorsa ci sono state alcune lamentele sul fatto che abbiamo fatto troppi pochi km e siamo tornati a casa trooooppo presto :O))))) Io per esempio sono arrivato a casa prima delle 18.
A parte gli scherzi era evidente che per la gente forte che si e' presentata, fare "solo" due prese e a casa era come fare una sgambatina rilassante.
Pertanto il percorso sara' il seguente, da Treviso si continua per la Pontebana fino a Visnadello, solito in piazza mercato giriamo a sinistra e andiamo a Nervesa della Battaglia, qui prendiamo la dorsale come riscaldamento e proseguiamo dritti fino ai Santi Angeli dove saliamo fino ai Cannoni (Stop pista di Motocross), ci si aspetta tutti e andiamo giu' per i Mondiali, stop a destra e facciamo la canaletta fino alla presa 10 da Sud, dove attacchiamo il Bondino ... (qui sul "mostro" libero sfogo agli scalatori). Arrivati al Bondino scendiamo dritti come Mercoledì scorso per la 12 a Nord e allo stop giriamo a sinistra e risaliamo questa volta per la 15 la mitica Medaglie d' Oro che ha l' asfalto migliore rispetto alla 14 che e' parecchio sconnessa.
Arrivati a Santa maria della Vittoria ci si aspetta solito alla fontana, si mangia un boccone si fa acqua e sperando in un meteo migliore torniamo a casa tranquilli in doppia fila senza esagerare ....
Il percorso facendo così viene allungato di circa 10 km e facciamo una presa in piu', la strada viene stabilita gia' adesso in quanto se siamo in tanti non e' il caso di mettersi a discutere per strada cosa fare, di solito ogni uno ha le proprie idee di prese e percorsi, chi vuole viene ed e' il benvenuto.
Ciao a Mercoledì sperando sia una bella giornata di sano divertimento.

domenica 18 aprile 2010

Gara Castagnole (TV) 10 ° Classificato

ANCHE OGGI ZAINO IN SPALLA E ALLA CORSA IN BICICLETTA

La prima espressione che mi viene in mente oggi e' Cavolo ma quanto e' diventato difficile correre in bicicletta !!!!! Per portare a casa un 10° posto ho dovuto lottare con il coltello tra i denti fin sulla linea di arrivo .... veramente tremendo !!
La gara di oggi e' stata estremamente tosta (come tutte d'altro canto) il circuito era abbastanza lungo quasi 10 km da ripetere 7 volte ... Un rettilineo in costante ascesa dove si andava su e poi ritorno a cannone con strada leggermente in discesa, niente di particolare praticamente pianura meno di 50 metri di dislivello al giro, ma che alla fine per me si sono fatti sentire.
Alla partenza eravamo non tantissimi circa una sessantina divisi in 2 categorie Junior e Senior, così in pochi la gara e' diventata un po' strana, quasi tattica, anche se la media vicina ai 45 km/h non lo direbbe.
Ad ogni modo pronti via e se ne vanno in 7 ... il gruppo sonnecchia tutto un giro e passiamo sotto il traguardo con 40 di media e 1 minuto di distacco ...
Ho pensato subito che non li avremmo mai ripresi, invece in 2 !!! Toffolo e Agostini del Team Adige hanno trenato alla morte per piu' di metà gara come due moto ......
Non ho il parziale ma credo abbiano fatto 30 km a quasi 50 di media , se non 50 molto vicini a questo visto che la media e' passata dai 40 dell' inizio ai 45 km/h del mio garmin.
Nel tratto in su andavamo a 45 km/h .... nel tratto in giu a 55 !!! E loro praticamente in due hanno devastato il gruppo, chiuso sulla fuga e una volta ripresi nel rettilineo in su, hanno pure sgasato e portato via la fuga che poi e' andata all' arrivo .... I M P R E S S I O N A N T E !!!!
Io li ho visti bene i primi quando se ne sono andati ma ero al gancio e bene che ho tenuto le ruote del gruppo ... poi Agostini nonostante avesse, avversari agguerriti e in 3 della stessa formazione contro di lui e' pure riuscito a stracciarli in volata e a vincere da vero dominatore.
Dietro la gara degli "umani" e' comunque continuata a tuttissima !!! Tanto e' vero che gli siamo, sempre stati vicino e arrivati a pochissimi secondi, eravamo rimasti circa una quarantina, ma nel tratto a scendere a circa -2 km c'e' stato l' ennesima brutta caduta eravamo pure lanciatissimi a quasi 60 km/h prima della volata, io per fortuna correndo fuori all' aria sono riuscito ad evitarla e mi rendo conto quanto e' bene che abbia rinunciato a fare queste stupide volate !!!!
Ad ogni modo mi giro e vedo che siamo rimasti in poco piu' di 15, così mi dico che sono quasi sicuramente piazzato .... invece cavolo in 15 abbiamo sparato una volatona da brivido a filo transenne, io ho pure rimontato parecchio, ero lanciatissimo da dietro con l' 11 a canna e ho dato anche un gran colpo di reni sulla linea di arrivo, 61.8 Km/h la mia velocità in volata .... vado a vedere l' ordine di arrivo e sono 10° di categoria proprio proprio giusto in piazzamento, porco boia a momenti rimanevo anche fuori dalle premiazioni, non ho parole, quest' anno il livello delle gare e' pazzesco ed e' diventata una impresa solo piazzarsi !!!!


FILE ONLINE DI OGGI:


DATI GARA DA GARMIN:

Tempo: 1.29:48
Distanza: 66.07 Km
Velocità media: 44.1 km/h
Velocità massima: 61.8 Km/h
Bpm medi: 164 (meglio di ieri)
Dislivello altimetrico: 134 mt

IL PACCO PREMIO DI OGGI

L'essenza della pista in una volata !!!!

Scuola di ciclismo !!!!



Se fossi un direttore sportivo di una squadra giovanile, prenderei questo filmato e lo farei vedere a tutti i miei corridori.
Qui c'e' tutta l' essenza della pista, la sottile differenza tra il vincere e perdere, quando pochissimi cm cambiano l' esito di una corsa.
Elia Viviani poco piu' di 20 anni, vince dopo soli 7 giorni la sua prima corsa da professionista, mi auguro come e' gia accaduto a Cavendish che non faccia l' errore di lasciare la pista per specializzarsi sulla strada magari sotto-consiglio tecnico di qualche "genio" di direttore sportivo.
Cavendish dopo le 23 vittorie del 2009 ha gia' sotto gli occhi i risultati della sua scelta .... speriamo Elia sia piu' lungimirante e capisca che e' meglio essere il miglior velocista che un normale corridore ....
Tecnicamente parlando la corsa qui e' stata decisa in 3 mosse e scacco matto.
Primo, all' ultima curva quando il treno Hight Road deraglia, si vede bene la maestria di guida, il colpo d' occhio tecnico e il funambolismo che il pedalare nei velodromi con il pignone fisso lascia.
Tutti cadono e il piu' furbo e scaltro e rimanere in piedi e' appunto Viviani che si lancia a grande velocita' sul traguardo (questa non e' fortuna ragazzi), qui secondo punto, raggiunto da un corridore, si lascia sfilare in seconda posizione e si fa lanciare la volata (nemmeno il suo gregario fidato avrebbe fatto tanto).
Elia Viviani parte leggermente lungo proprio pochi metri prima che Visconti gli rientri sulla ruota ...
Ma e' qui il terzo punto geniale della vittoria, Elia oramai in calo di velocita' da solo un minimo ed impercettibile colpetto di gomito, una mini sbandata che fa perdere a Visconti quella pedalata e soprattutto la carica del colpo di reni che per Viviani risulta lungo e potente, mentre per Visconti risulta goffo e corto.
Non so se siamo al limite della squalifica per la leggera sbandata del vincitore, ma il fatto che la giuria (internazionale) abbia deciso per la conferma della vittoria significa che non ci sono stati gli estremi per il declassamento.
Se siete ciclisti andate in pista, se siete direttori sportivi portateci i vostri ragazzi perche' mille salite non saranno mai una scuola di ciclismo quanto un giorno in un velodromo forse prima del 3000 lo capiranno anche certi tecnici che dicono che la pista fa male ......

Ordine d'arrivo:
1° Elia Viviani (Liquigas-Doimo) in 2:52:24
2° Giovanni Visconti (ISD - Neri)
3° Andréa Grendene (Lampre-Farnese Vini)
4° Clemens Fankhauser (Vorarlberg - Corratec)
5° Maciej Bodnar (Liquigas-Doimo)
6° Feng Han (Skil - Shimano)
7° Yukihiro Doi (Skil - Shimano)
8° Andrea Tonti (Carmiooro NGC)
9° Tejay Van Garderen (Team HTC - Columbia)
10° Giorgio Brambila (De Rosa - Stac Plastic)

sabato 17 aprile 2010

Gara Varago di Maserada

Prima di tutto devo presentare un uomo MITOLOGICO ... Il grande Enrico The President ... Un' uscita in bici senza di lui non e' una vera uscita ... Eccolo in versione "sovietica" prima fare la cronaca della gara e poi dare i giusti consigli al nostro amico francesco U23 :O)))))) (mangia piu' carboidrati!!!!)

ENRICO VERSIONE SOVIETICA ...

video

Oggi per fortuna sono andato a correre con Enrico, altrimenti sarebbe stata veramente la classica giornata da giramento di O_O ...... Il ritrovo di partenza non era lontano da casa e così come ho fatto anche settimana scorsa , sono andato alla corsa direttamente in bicicletta, zainetto in spalla e mi sono così bene abituato a questa cosa che solo il pensiero di fare il borsone e caricare la macchina mi stressa .... Forse anzi senza forse sono diventato oramai un vero cicloamatore :O)))))
Il viaggio l' ho fatto ben tranquillo come detto con Enrico che sinceramente e' troppo forte .... Ci siamo fermati anche a bere il caffe' al bar e sembravamo proprio due ciclo-ombre in gita domenicale più che preparati per una corsa ciclistica !!!
Alla fine ho portato a casa anche oggi ben 110 km che sono comunque una nota positiva.
Tornando alla corsa, e' stata una giornata tremendamente seria, alla partenza circa 70 corridori divisi nelle due categorie Junior e Senior, percorso strano con olte curve dove rilanciare, corsa vera per duri, vento forte e come gia' detto circuito con molte curve dove si doveva rilanciare forte e continuatamente, nonostante tutto questo 44.0 di media .....
La battaglia su un circuito così difficile e' stata aspra e incontrollabile, alla fine premiava e ha premiato chi come Roman della De Luca e' arrivato in fuga solitaria, chi ha vinto oggi ha avuto doti di fondo, velocita' nelle gambe e soprattutto coraggio di attaccare fino alla fine.
Dietro al vincitore e' arrivato un gruppetto di 5-6 con Candian vincitore allo sprint della categoria Junior, poi siamo arrivati tutti quelli rimasti frazionati (in una quarantina in tutto), io purtroppo negli ultimi due giri un po' non ho piu' avuto gambe cosi' forti come mi aspettavo (alla fine i primi avevano solo 20 seconi), un po' probabilmente non ho avuto coraggio di dare la botta quando ho avuto l' occasione all' ultimo giro, cosi' mi sono improvvisato a fare la volata dietro ma ho raccolto un misero 13esimo Posto che e' ancora fuori dai primi 10 della premiazione e alla fine non e' ne carne ne pesce .... In conclusione giornata ottima, gambe discrete, risultato scadente, in una gara molto bella che mi piace tantissimo ...... andra' meglio la prossima gara ... sicuramente devo attaccare di piu' e con maggiore convinzione di potercela fare perche' chi ha coraggio alla fine viene sempre premiato, rimane il fatto che il livello quest' anno e' elevatissimo, vanno tutti tremendamente forte ed e' difficile anche piazzarsi, non ne parliamo di vincere, bello così perche' quando arrivero' davanti ci sara' piu' soddisfazione :O)))

ENRICO SA ANCHE DOVE CI SI DEVE FERMARE ......

IO ed ENRICO al BAR :O)))

ORDINE DI ARRIVO SENIOR
(Francesco butta via quel telefono ...)

ORDINE DI ARRIVO JUNIOR

FILE GARMIN ....

DATI GARA GARMIN FINALMENTE SISTEMATO:

Tempo: 1.21:11
Distanza: 59.61 Km
Velocita' media: 44.0 Km/h
Velocita' massima: 58.8 Km/h
Bpm medi: 175 (record dei record)

Ciao Raimondo .....

Appassionati di ciclismo su Facebook


Ricevo e presento un gruppo veramente interessante con news e aggiornamenti tenuto da Luca Beccarelli e Ivan Masciadri i fondatori sul noto network facebook, sono presenti foto e video di corse ciclistiche e non.

Per tutti quelli che il ciclismo è la loro filosofia di vita...l'emozione di pedalare,l'emozione nel vedere passare i corridori dopo ore d'attesa,l'emozione di esultare sul divano.....Perchè il ciclismo è....

LINK PER l' ISCRIZIONE:

giovedì 15 aprile 2010

Prima vera F1 del 2010 in 52:55

LA f1 DI OGGI (170 bpm medi peggio di una gara !!!)



Premessa doverosa, questa mattina dopo oltre 4 mesi di dura dieta, con sacrifici non da poco, finalmente sono riuscito a ritornare a 75.0 Kg .... Non ho mai avuto coraggio di dirlo dalla vergogna, ma a Natale ero arrivato a 80.6 .... Finalmente essere tornato al peso del 2009 mi rasserena, questa cosa spero mi serva da lezione per il futuro, ho praticamente compromesso mezza stagione per non aver fatto i dovuti sacrifici a tavola, come già detto, la bici non e' solo pedalare, ma e' molto di più, e' anche riposare, allenarsi, mangiare e altro ancora.
Tornando ad oggi ho fatto la mia prima F1 serale del 2010, quella vera, quella nella quale ci sono tutti i forti e nella quale si viaggia a manetta :O))))
La serata è stata piacevole, circa 20 gradi, con circa 30-35 corridori al ritrovo di Favaro Veneto, purtroppo c'e' stato un vento forte che ha rallentato di molto la velocità e ha pure reso dura la corsa in una maniera bestiale, sembrava che ci girasse sempre conto sto b....o ......
La F1 e' partita a bomba da subito e dopo vari tentativi di fuga, in zona Meolo, io Stefano "steve65" e Roberto "peppiniello" siamo riusciti ad andare in fuga, in 3 non era facile fare volocità, ma abbiamo tenuto sempre un buon margine pedalando a 42-43 Km/h.
Arrivati in treviso mare, si e' agganciato con noi anche Maurizio "Charlie" e in 4 e' stato molto piu' facile il lavoro, siamo riusciti in una paio di momenti a lanciarci anche a 47-48 km/h, dietro uno scatenato Pietro, ripresosi alla grande dall' infortunio di martedì (la dimostrazione di quanto forti siano di caratterei ciclisti ....) ha trenato e spaccato il gruppo rientrandoci con Alessandro Guiotto del Team Lenox, un Pinarello che non conoscevo e un paio di forti Juniores delle squadre della zona .....
In tutto così ci siamo compattati in 8 e a questo punto la doppia fila e' stata lanciata e per quelli dietro e' stata notte fonda, siamo arrivati all' arrivo con un distacco impressionante (credo almeno 2-3 minuti di vantaggio !!!) sul gruppo. Non abbiamo fatto la volata e come succede in questi casi siamo stati tutti vincitori, bella smanettata, e ottime sensazioni mi fanno ben sperare per il fine settimana.

DATI F1 da GARMIN:

Tempo: 52:55
Distanza: 35.23 km
Velocità media: 39.9 Km/h

Velocità massima: 57.1 Km/h
Bpm medi: 170 !!!

I VINCITORI DI OGGI :O)))))

video

mercoledì 14 aprile 2010

Allenamento ITALIANJET Team

I° ALLENAMENTO ITALIANJET TEAM


Finalmente siamo partiti e meglio di così non poteva andare, 9 "eroi" al primo ritrovo ufficiale del gruppo ITALIANJET, presenti all' appello, Francesco "mezza ruota" (gradita sorpresa in salita ...), Matteo "Teo Boss", Alberto "bs", Maurizio "Charlie", Nello, Ale, Francesco U23, L' amico di Francesco "Massimiliano" e Io, se il buon giorno si vede dal mattino ci sara' da divertirsi .....
Tutto e' andato come programmato a parte il meteo, ma alla fine con un gruppo così buono anche prendere una lavata di pioggia con 10° gradi non e' stato niente male .....
Partenza al piccolo trotto a coppie e andatura costante sui 32-34 senza strafare ma a buon ritmo, direzione Montello e destinazione presa X° il Bondino.
Come l' abbiamo presa e' partito come un satellite Francesco "mezza ruota" dentro di me ho pensato che non la conosceva e a metà si sarebbe fermato ... invece un pò ha rallentato, ma ha tenuto forte fin sù e sinceramente mi ha stupito devo fargli i complimenti.
Sopra sono arrivati in 3 Alberto "bs", Teo Boss (che per essere uno che non fa gare va troooppissimo forte !!!!) e Francesco U23, poi dietro alla spicciolata tutti gli altri, io sono salito discretamente, ma lontanissimo da loro, comunque con il mio personale record di 12.19, ma con tanto, ma tanto miglioramento per arrivare solo ad immaginare di andare dietro ai primi fenomeni.
Siamo subito scesi per la 12 a Nord e immediata svolta per il muro, la mitica 14, io praticamente non andavo avanti, non ho sentito niente di particolare tipo mal di gambe o cosa, semplicemente andavo piano e sono salito con un bruttino 14 e 12 (spero sia stato il freddo a bloccarmi), mentre Alberto "bs" ha letteralmente spianato la salita in un grande 11 e 12 da paura con lui ancora Teo Boss che non oso immaginare tra un paio di mesetti che numeri tirerà fuori quando sarà caldo .......
Arrivati a Santa Maria della Vittoria, ci siamo aspettati tutti, abbiamo bevuto, mangiato e abbiamo cominciato la discesa e il ritorno verso casa, solo che purtroppo il clima nel mitico inferno del nord est e' cambiato all' improvviso e da 22 gradi buoni siamo passati velocemente a 11° gradi con una pioggia forte e gelata che ha veramente rotto le O_O ....
Così ci siamo fatti eroicamente tutto il ritorno a 40 Km/h sotto l' acqua ...... ma non importava era così figo essere lì finalmente in salita con gente che va veramente forte e tutti in battaglia, che anche il meteo faceva parte della somma degli eventi e del racconto della giornata.
Alla fine circa 120 km fatti alla stra-grande ringrazio tutti quanti sono venuti fuori oggi, veramente una gran bella giornata.

ALL' ANDATA SOLE e 20 GRADI PIACEVOLI

video

AL RITORNO IL TEMPO COMINCIA A CAMBIARE

video

martedì 13 aprile 2010

F1 Era tutto bene e poi ....

ROBERTO "Peppiniello" e FRANCESCO "Mezza ruota"

video

L' allenamento era partito con i migliori auspici, bellissima giornata, ElvisJET e Gian pronti per la "battaglia" e riscaldamento pre-gara con Francesco e Roberto a raccontarcela ....
Purtroppo oggi e' stata una F1 sfortunata, era da un bel pò che non uscivo con il gruppo e purtroppo in zona Taca banda, prima delle Fiandre, causa una sbandata, un momento di distrazione e Pietro si e' arrotato con Claudio, cadendo rovinosamente a terra, eravamo come al solito in battaglia , dal file Garmin vedo che si aveva appena trenato a quasi 50 km/h (48 per l' esattezza) e poi il patatrac, mi e' dispiaciuto tantissimo, e questo episodio ha rovinato la giornata che era partita benissimo.
La caduta non dovrebbe aver comportato nulla di serio se non le immancabili abrasioni e qualche danno meccanico, ma magari Pietro ci farà sapere meglio le sue condizioni.
A lui faccio il mio piu' sincero in bocca al Lupo.
Per il resto l' allenamento era stato la solita guerra ElvisJET e Gian in fuga in coppia, io dietro che controllavo la situazione e davanti sgasatone a go go, insomma era veramente bene, poi a causa di una distrazione, di un momento di eccessivo agonismo e tutto e' stato un po' rovinato, ma questo spero ci serva di lezione a tutti, nel senso che la strada e' pericolosa e non si può mai prendere sotto gamba, dobbiamo avere mille occhi perche' due soli a volte no bastano.