sabato 30 giugno 2012

Gara Strà Ritirato

Un piccolo record in senso negativo per me. Le ultime 3 Gare 3 ritiri.
Non saprei dire cosa sia successo, le gambe le sentivo anche buone, certo caldo quasi 40° ma caldo era per tutti, quindi non vorrei trovare delle scuse, probabilmente un insieme di circostanze sfortunate quindi, di sicuro è un periodo abbastanza mediocre per me.
La Gara valevole come prova del Torneo del Piovese si svolgeva su un bel circuito con 2 cavalcavia, abbastanza veloce, con un pò di vento, ma ovvio che oggi a caratterizzare la giornata era il caldo, il mio Garmin segnava 39-40 gradi, anche questo un piccolo record, ma avevo acqua e sali.
Pronti via e se ne sono andati via una quindicina, io in un primo momento di sicuro ho dormito, ma poi alla lunga ho sentito che non avevo nemmeno una gran gamba e ad un certo punto era inutile faticare mi sono ritirato.
Giriamo pagina domani è un' altro giorno e si vedrà .....

FILE GARMIN della GARA:

mercoledì 27 giugno 2012

Crono Giro di Dese

CRONOMETRO GIRO di DESE 

Primo Giro al Medio 
FILE GARMIN: 


GIRO a TUTA:

lunedì 25 giugno 2012

VELOMATIC Domenica 1 Luglio Velodromo Monti PADOVA

Ecco subito ho trovato cosa fare domenica ....



VELOMATIC è una giornata dedicata al velodromo e alla bici da pista.
Presso il velodromo Monti passeremo una giornata assieme per fare qualche garetta, ascoltare un po’ di musica e bere qualche birre in compagnia.

Info:
-Obbligo di Casco, guantini e pedali con gabbiette o automatici.
-Possibilità di noleggiare bici da pista del velodromo monti (€10 per tutto il giorno) 
Per Info e prenotazioni scrivere a : info@fagginbikes.com

Entry pack: 
Maglia Velomatic, Birra e Spokecard €10
(Per prenotare le taglie: info@fagginbikes.com)

--Selezione di dischi by--
SMURT BEAVERS
THE DANCERS

Il velodromo monti è in via Cinquantottesimo Fanteria Padova 35123

329 METRI DI CEMENTO OVALE
NON SONO FORSE LA SCELTA MIGLIORE?
UNA DOMENICA QUALUNQUE IN UN LUOGO UNICO


PROGRAMMA: 

10.00 Apertura porte velodromo

11.00 Piccola lezione tenuta dai responsabili del velodromo sul come usare la pista,
le rampe, le specialità...

11.30 Si inizia a GIRARE.

14.00 Inizio gare a gruppi (a seconda del numero di partecipanti).

15.00 Velocità, sprint, km da fermo, corsa ad eliminazione...

19.00 Chiusura velodromo (per chi vuole si va in fissa a bere uno spritz in centro a Padova)


Durante la giornata ci sarà un piccolo punto di ristoro con panini e birra.

domenica 24 giugno 2012

The Legs Breaker Criterium (Ravenna)


IL VIDEO di PRESENTAZIONE:



A TUTTA ... !!!



Nella Vita a volte è bello mettersi anche in gioco e provare nuove esperienza. 
Sabato forse ho voluto provare una mezza pazzia più che una nuova esperienza, ma come tutte le sensazioni forti, poi diventano indellebili e indimenticabili dentro di noi.
Vicino a Lugo a Sant' Agata, provincia di Ravenna, sabato sera si è svolto il Legs Breaker Criterium, tradotto il Criterium "Spacca Gambe" e presto spiegherò perchè.
Questa manifestazione, non saprei come definirla, questo evento, tutto organizzato da giovani ragazzi, aveva una energia incredibile, un' aria di novità di idee, di voglia di fare che da tantissimo tempo non sentivo.
Come detto gli organizzatori hanno messo in piedi qualche cosa di incredibile, un concerto Rock, evento trasmesso in diretta da una radio locale, stand gastronomici, esposizione di bici e tanto altro per questa che per i Corridori era una vera e propria Gara, ma per la gente si è trasformata in una Festa.
La corsa si è svolta con le bici da Pista per capirci senza i freni !!! Si chiamo Fixed nel "gergo" e sono un misto di spericolatezza, forza, agilità e resistenza con molta, ma molta tecnica.
Un misto di Bmx, Mountain Bike, Pista e Ciclismo su strada.
Ci sono 2 tipi di Gare i Criterium diciamo in circuito veloce, generalmente attorno i capannoni tipo le notturne che conosciamo, oppure ci sono le "spacca gambe" in pratica sempre su circuito corto, ieri sera era di 700 metri, molto tecnico per usare un eufemismo .... 8 curve a gomito con il rettilineo più lungo di 200 metri ...
Tutto condito da scatti, rilanci, velocità in curva, rigorosamente senza i freni !!!!
Premetto subito che non c'è stata nemmeno una caduta !!!!! Il tutto si è svolto nella massima sicurezza, il percorso era impeccabile, con vie di fuga e protezioni, davvero spettacolare.
Al via eravamo in 46 davvero tanti per essere in pratica una prima edizione in Italia di questo sport che è facile immaginare arrivi direttamente dall' America.
Quindi gli organizzatori, hanno dovuto fare invece di una unica finale di 20 giri, prima due batterie di qualificazione da 10 giri, con 23 partecipanti dei quali passavano alla finalissima i primi 8.
Io ho corso nella seconda batteria, ho avuto modo di fare un pò l' occhio su come hanno corso nella prima, pronti via a blocco ovvio e selezione brutale dietro, ma davanti un gruppetto di una decina che viaggiava compatto con scatti contro scatti.
Così è stata anche la mia batteria, io ho cercato di correre subito davanti, ma non era facile, la concentrazione doveva essere massima, cercare di tenere la massima velocità per poi frenare contro pedalando, inserirsi in curva al massimo, sfidare la forza centrifuga e di gravità per poi accelerare violentemente in uscita.
All' ultimo giro eravamo rimasti in 9 e per un attimo ho avuto l' incubo di essere eliminato, ma per fortuna ho fatto una bella volata e mi sono classificato 6° conquistando la finalissima.
Tra la fine della batteria e l' inizio della finale per fortuna abbiamo avuto 15 minuti di recupero, primi di partire per i 15 giri finali.
Finale appunto in 16 che ha avuto un ritmo molto più indiavolato, io ho cercato di dare il massimo, ma ad un certo punto, non avendo una tecnica perfetta nelle gestione delle curve, continuavo a scattare e a riscattare per chiudere su quelli davanti che sembravano incollati con il mastice in curva.
Sono arrivato 11° risultato che direi molto positivo visto che ero alla prima esperienza del genere, che non avevo nessun tipo di tecnica e nemmeno il rapporto era adatto, avevo un 51 x 15 che non conoscendo il percorso non avevo potuto cambiare, cosa posso aggiungere, una grandissima esperienza, ambiente fantastico, tanti amici nuovi, una bella festa, esperienza direi da rifare magari meglio preparati ma il risultato questa sera era davvero una cosa secondaria.

Classifica Finale "The Legs Breaker Criterium":

1° Bocchi Giovanni Luigi
2° Stefano Barbetta
3° Francesco Martucci
4° Gabriele Grazioli
5° Baldoni Bike Shop Forlì
6° Matteo Manzi
7° Cris Latobi
8° Riccardo Perego


IL PACCO GARA ... !!!
Medaglia ricordo, bibite, cappellino e altre cose. Durante la serata c'era un rinfresco GRATUITO con Red Bull e bibite a volontà, Pizza e BIRRA a fiumi.
L' organizzatori si è scusato che ha dovuto farci pagare ben 10 euro costo a suo dire elevato per pagare l' assicurazione !!!



I PREMI GARA !!!
Per il primo c'era il Tealio Cinelli oltre ai Trofei personalizzati.
I premi erano per i primi 8 Classificati, per il primo del decimo giro e per il primo dei doppiati !!!


LA MEDAGLIA RICORDO:


IL CAPPELLINO con IL LOGO:


I PREPARATIVI per il CONCERTO:


PARTENZA della FINALE:


LO STAND GASTRONOMICO:


LE ISCRIZIONI vicino al PALCO RADIO:


L' ARRIVO:


LA FINALISSIMA:


E NON è UN SORRISO .... 


Gare del Week End (Quartiere e Due Carrare) 2 Ritiri

Lascio in secondo piano le corse su strada perchè questo fine settimana la testa e le energie erano rivolte alla corsa con le Fixed che racconterò a parte.
Su strada non ho avuto molta gloria, ma sabato a Ferrara era andata via una fuga e non volendo "rovinarmi" le gambe per la sera ho preferito ritirarmi.
Domenica mattina a Due Carrare, dopo aver fatto la notturna, ed essere tornato a casa all4 di mattina, ho corso solo per onore di firma, anche qui un mesto ritiro all' ultimo giro oramai totalmente senza energie.
bel fine settimana di fuoco, ma adesso un pò di riposo.

FILE GARMIN GARA QUARTIERE:



FILE GARMIN GARA DUE CARRARE:

lunedì 18 giugno 2012

Perchè ne valeva comunque la pena ....

Autodromo di Imola Giugno 2012


IN PISTA ... !!


C'era una volta una ammiraglia ...




L' arrivo


Ciao Ciao guarnizione di testa ...


Quanti porki ....




domenica 17 giugno 2012

Gara Biban 2° Classificato



Piccola rivincita oggi a Biban con un bel 2° posto di categoria, dopo la parziale delusione di ieri, devo dire che sono abbastanza soddisfatto del risultato ottenuto.
Purtroppo sono ancora una volta senza macchina e sono dovuto andare alla Gara in bici da casa, poco male per fortuna era vicino ....
Il circuito era il classico dei due cavalcavia e anche oggi era tanto caldo.
Alla partenza non tantissimi circa una quarantina tra Junior e Senior, ma pronti via è stata battaglia vera.
La corsa è stata veloce ma con il caldo di oggi era facile pensare che alla lunga sarebbe diventata molto, ma molto dura e selettiva.
Poco prima di metà Gara dopo vari tentativi nei quali ho sempre cercato di entrare, se ne sono andati via in 8, qui la corsa si è fatta difficile perchè dietro si andava a scatti, un continuo tira e molla, davanti menavano e quindi un giro 15, l' altro 30 e piano piano guadagnavano sempre di più fino a 2 giri dalla fine quando siamo passati con 50 secondi di svantaggio. 
A questo punto bisognava provare, siamo partiti in 2 Io e Forgiarini, poco dopo siamo stati raggiunti da Del Bianco e a questo punto in 3, a gas aperto abbiamo cominciato un disperato inseguimento.
Al suono della campana, avevamo circa 30-40 secondi di distacco e abbiamo cominciato a crederci, A TUTTA, davanti poi hanno cominciato a loro volta gli scatti e di conseguenza per noi è stato più facile il recupero che è avvenuto a un paio di km dall' arrivo.
Purtroppo nel frattempo davanti si erano ulteriormente frazionati e se ne erano andati in 3-4 immaginavo ci fosse qualche Senior, ma comunque era fondamentale vincere la volata dietro e poi vedere cosa succedeva.
In pratica ho avuto un paio di Km per recuperare, ero parecchio a tutta, ma comunque ho pensato che anche gli altri erano stanchi, in questo caso ho pensato alle volate in Pista quando arrivi alla fine della eliminazione, devi rischiare, chi parte per primo 9 su 10 vince, ma non bisogna anticipare troppo.
Con un pò di fortuna e di gambe sono riuscito a vincere lo sprint davanti c'era solo Vito che ha Vinto di categoria e così ho portato a casa un bel 2° posto, adesso continuiamo così, aspettavo questo periodo con ansia, il caldo generalmente mi è amico.

ORDINE di ARRIVO SENIOR:



ORDINE di ARRIVO JUNIOR:


ORDINE di ARRIVO VETERANI:


ORDINE di ARRIVO SOCIETA':


ORDINE di ARRIVO SUPER G:


Dati solo GARA:

Distanza: 60.28 Km
Tempo: 1.28:58
Velocità media: 42.1 Km/h
Battiti medi: 168 bpm

FILE totale della giornata GARMIN :

sabato 16 giugno 2012

100 Km ad Albaredo di Vedelago (Tv)

Grande gara oggi ad Albaredo di Vedelago, corsa organizzata dal MEM Racing Team, tutto quello che desideravo da una Corsa oggi l' ho avuto, meno il risultato finale, ma per quello ci volevano le gambette ;o)
Circuito abbastanza scorrevole di 12 km circa da ripetere 8 volte per un totale di appunto circa 100 km.
Al via tutti i Top Team per questa che a mio avviso molto presto diventerà una Classica del Ciclismo Amatoriale.
Circa un centinaio tra Cadetti Junior e Senior a testimoniare che la formula piace, giornata caldissima, il vero primo caldo del 2012 a fare la vera selezione assieme alla distanza.
La cronaca è stata abbastanza lineare, poco dopo il via se ne sono andati in 5 molto forti e quello che mi impressione è la sicurezza di certi corridori, non importa la temperatura, non importa la distanza, loro sanno di avere una marcia in più e di tenere velocità altissime per tanti km.
Ad ogni modo neanche io stavo male oggi, dopo un paio di giri infatti ci siamo sganciati in 10-12 e abbiamo cominciato un lungo inseguimento durato un paio di giri, fino a quando siamo riusciti a riprendere i primi e a formare un bel gruppotto di attaccanti.
Per fortuna avevo chi mi ha passato acqua praticamente ad ogni giro potevo contare su un ricambio di borraccia fresca da bere e da gettarmi addosso nel disperato tentavo di abbassare la temperatura corporea.
Dopo 4 giri, avevamo 44 e spiccioli di media, con un minuto circa di vantaggio sul gruppo che fondamentalmente non ha mai mollato.
A questo punto ho realizzato che mancavano circa 50 km all' arrivo mi sono sembrati una infinità ... E non è stato per nulla un bel pensiero ....
Piano piano ho cominciato a sentire sempre più fatica, abbiamo fatto un' altro paio di giri nei quali le cose sono rimaste sempre uguali, ma a 30 km dall' arrivo e sinceramente non me lo aspettavo, sono cominciati dei violenti attacchi.
Qui purtroppo mi si è spenta la lampadina, si sono sganciati in 8 davanti e piano piano hanno preso sempre più vantaggio, dietro è cominciata una lunga ed inesorabile deriva, si andava regolari, ma oramai non avevamo più velocità e le gambe oramai erano andate, così purtroppo a un paio di giri dalla fine siamo stati ripresi.
A questo punto la Gara era praticamente terminata, davanti gli 8 si sono giocati la vittoria, ma non so come sia andata, di sicuro ha vinto un Corridore perchè oggi era dura, io ho voluto portarla a termine perchè mi dispiaceva ritirarmi, ma l' avevo fatto un pensierino, ad ogni modo ho fatto comunque 70 Km alla grande come non mi capitava da parecchio, quindi devo vederla in maniera positiva di 100 km con 34 gradi non se ne fanno molte :O)))) .

FILE GARMIN della GARA:

Pista Portogruaro




BATTITI "medi" INDIVIDUALE a PUNTI:






venerdì 15 giugno 2012

Gara all' Autodromo di Imola (Bo)



La Gara che non ho mai fatto ... Ieri purtroppo è stata una giornataccia, ho avuto un problema con la macchina e questo mi ha totalmente rovinato la giornata ... Peccato.
Ad ogni modo doveva essere una Grande giornata di Ciclismo e una indimenticabile esperienza, per certi versi così è stato.
Come ho detto per problemi non ho potuto fare la Gara, ma ho avuto la possibilità di girare quasi 2 ore nell' autodromo in attesa del carroattrezzi.
E' una indimenticabile emozione, un pò come quando sono arrivato a Montichiari la prima volta, quando si entra in Pista si sente la storia, la leggenda i brividi di essere in un posto magico.
Il circuito di Formula 1 che sarebbe stato anche il percorso di Gara è spettacolare, circa 5 km di lunghezza con 50 metri di dislivello, dallo start fino al punto 7 ha una pendenza dolce attorno all' 1-2%, poi dalla "Tosa" comincia una prima rampa lunga fi circa 500 metri dove a mio avviso avveniva la vera selezione.
Dalla "Piratella" discesa velocissima e doppia curva da prendere "a tutta" in quanto comincia una seconda più e dura rampa, fondamentale, prenderla lanciati per non rimanere sui pedali e saltarla di slancio.
Altra discesa velocissima dove si superavano i 60 Km/h, curva in due fasi della "Rivazza" e ritorno all' arrivo con la strada nuovamente a salire dolcemente. Un giro in giostra favoloso ... !!!
La mia gara dei giovani appunto sarebbe stata lunga 12 giri quindi 600 metri di dislivello circa, tosta per Corridori di motore.
Ho fatto qualche giro dietro ai Super G ma nel finale di Gara e in coda, il loro ritmo era abbastanza "tranquillo", poi ho fatto mezza gara con i G3 che sarebbero i gentleman e qui si cominciava a "ragionare" il primo giro l' hanno fatto a quasi 42 di media, poi ad ogni passaggio salivano sempre con più "calma".
Credo che fare una Gara intera con i G1 (Junior-Senior) sarebbe stato molto difficile, ma ci sarebbe stato da divertirsi e comunque, se avete l' occasione di andare, non fatevi scappare l' opportunità, a parte la mia sfortunata giornata mi porto a casa un ricordo meraviglioso.


giovedì 14 giugno 2012

Collapsible Funnel (Imbuto salva spazio)

Questa mattina sistemando gli articoli in negozio, mi è venuta una bella idea. Ho trovato questo imbuto da cucina della Kitchen Craft una ditta Inglese molto conosciuta che produce prodotti siliconati di altissima gamma professionali.
Generalmente quando cerco di versare le proteine nello shacker mi capita regolarmente di fare il disastro in cucina, non ne parliamo se devo prepararlo dopo una Gara ....
Questo mini imbuto si ripiega su se stesso come si può vedere nel video sotto e diventa sottile e salva spazio , si può mettere comodamente nella borsa da Ciclismo ed è ideale per versare nella borraccia sali minerali, proteine o per preparare integratori.  
Resistente fino a 260° gradi si lava facilmente in lavastoviglie e costa solo 6,50 euro.
E' in vendita nel negozio Stefan di Marcon VENEZIA
In via Porta Est 10
Telefono: 041-5951851




VIDEO di SPIEGAZIONE:

Serata ITALIANJET Celtic Pub Treviso