martedì 30 giugno 2009

Ore 6:00 Uscita in relax


Finalmente dopo 2 giorni sono riuscito a recuperare fisicamente ma anche mentalmente dalla gara di domenica. Ero cosi' stanco che non ho avuto nemmeno la forza di raccontare come e' andata, in definitiva per me e' stata una gara drammatica, quasi 90 km 2 ore e 10 minuti con oltre 30 gradi di afa, sono partito bene, poi sono andato in fuga, ma ad un certo punto ho cominciato a calare e ad essere ripreso da gruppetti dietro, a calare e staccarmi finche' ai 3 km dall' arrivo sono stato anche ripreso dal gruppo (da quello che era rimasto).
A parte lo sconforto, la fatica e la disisdratazione, e' sconfortante dopo aver fatto tutta la gara in fuga, essere ripreso proprio alla fine ad ogni modo questo e' il ciclismo e se non ce l' ho fatta me la devo prendere solo con me per non aver spinto di piu' ......
Cosi' da domenica la mia bicicletta e' rimasta ben chiusa nel baule della macchina tutta smontata, quasi fosse un corpo estraneo .....
Ma tutto e' durato solo 48 ore, stamattina presto mi sono alzato, ho guardato fuori e ho visto che spuntava un sole sereno e dolce. L' aria frizzantina del mattino mi ha messo subito di buon umore, il tempo di fare colazione, di sistemare un attimo i gattini e alle 6:00 in punto sono partito da casa.
Per strada la pace, solo qualche uccellino canterino e io felice con la bicicletta come un bambino, il massimo, 52x21, senza cardio 27/28 km orari e aria fresca sul viso, ho fatto 2 ore scarse 53 km a 27.7 di media, sono arrivato a casa felice, nuovo e ricaricato, una doccia ristoratrice ha concluso l' opera d' arte, tutte le fatiche sono dimenticate, la bici ha fatto il suo dovere adesso sono pronto per ricominciare una nuova settimana ........

lunedì 29 giugno 2009

Alvise PRIMO - Nicolo' QUARTO

FUGA DI 10 E VITTORIA DI ALVISE

LE PREMIAZIONI


Visto che per me ieri e' stata una giornataccia (ciclisticamente parlando) ne aprofitto per felicitarmi con i miei due nipotini che ieri hanno fatto primo e quarto.
Per loro e' stata invece una grande giornata, hanno portato a casa tutti e due delle belle coppe e penso che anche loro siano stati molto soddisfatti del loro risultato.
Io credo che come tutti i ragazzi abbiano i loro sogni e le loro aspirazioni, ma il ciclismo puo' essere .... oppure puo' anche non essere ....., io per esempio adesso sono un semplice cicloamatore, ma mi diverto tantissimo e lo faccio con grande impegno amo il ciclismo e lo sport sano.
Io a loro ma a tutti i ragazzi posso dire solo di impegnarsi e di fare le cose fatte bene, ma non solo nel ciclismo, di farlo sempre nella vita, di comportarsi bene e di avere sempre una etica morale elevta in modo da poter andari via sempre a testa alta, a comportarsi bene nella vita c'e' sempre da guadagnare.
Mi auguro tanto che tutti i ragazzi che sognano di diventare dei campioni, vivano i loro sogni in maniera genuina e sana, senza dimenticare mai la scuola perche' il ciclismo a volte sopratutto ad alti livelli e' molto esigente ed e' una strada molto incerta, mentre lo studio e la cultura sono cose che potranno rimanere per sempre.
Il ciclismo e' una scuola di vita molto grande per questo deve essere vissuto con semplicita' come un gioco e pian piano crescendo si vedra' cosa si potra' fare, ma senza mai forzare le cose o i tempi, ogni stagione ha il suo frutto, in eta' giovanile si costruiscono gli uomini del domani e un bravo uomo non per forza deve essere un campione, un grande uomo puo' essere semplicemente un padre che rispetta i suoi cari e che lavora duro per mandare avanti al meglio la propria famiglia.
Essere dei campioni non significa essere delle grandi persone, ma essere delle brave persone significa sempre essere campioni nella vita.


video

Video da teleciclismo.com

sabato 27 giugno 2009

Gara Visnadello - Michele Scarponi in gruppo

MICHELE SCARPONI in GRUPPO

Oggi avevo una gara troppo vicino a casa per non andarci cosi' ho preso la bicicletta mi sono preparato e sono andato per Visnadello, dopo 30 km arrivo al paese e chi trovo ... sorpresa Michele Scarponi ... si esattamente il professionista, quello che ha vinto al giro d' Italia ... tra l' altro con tutti gli ex professionisti che ci sono in gruppo l' ho visto abbastanza a suo agio, premetto che si e' comportato molto bene e' rimasto in coda al gruppo e non ha mai fatto il fenomeno come purtroppo qualche volta succede, quindi un applauso a Michele.
P.s. non so se sono stato piu' fuori di testa io che avevo il telefonino in tasca a fargli la foto o lui a partecipare ad una gara di amatori .....
Io avevo solo l' intento di buttarmi in mezzo al gruppone per fare un po' di agilita' .....
Oviamente quando ho messo su il numero sulla schiena l' agonismo mi ha preso e ho anche cercato di fare la gara .....
Per farla breve pronti via se ne sono andati una decina io non ho nemmeno provato a riprenderli e solo a meta' gara ho cominciato a mettere il naso davanti, era un bel giro vallonato con un tratto di strada che tirava in su e un drittone in discesa dove con l' 11 si raggiungevano quasi i 70 km/h ........
Dietro ai primi che sono arrivati , sono riuscito a sganciarmi con altri corridori, pero' i primi erano irraggiungibili ad ogni modo potevo ancora giocarmi il 5 posto di categoria, solo che ha cominciato a diluviare, oramai ero in fuga e me la sono presa tutta, ai 2 km mi sono portato davanti al gruppetto assieme a Ballan (il fratello del campione del mondo prof.) e a poco piu' di 1 km dall' arrivo sono su un rallentamento sono partito secco con l' 11 la strada in discesa sentivo le gambe andare quasi a vuoto ..... solo che la strada era troppa dietro mi hanno inseguito istantaneamente e mi sono rimasti a 10/20 metri al massimo quasi il traguardo valesse chissa che cosa e gli ultimi 100 metri mi sono anche piantato e fatto riprendere , purtroppo ho mollato peccato credo d essre arrivato appena fuori dei primi 10 ma non lo so con precisione perche' visto il tempo sono leteralmente fuggito .....
Ad ogni modo mi sono sentito veramente bene e posso dire che vista la qualita' dei partecipanti, arrivare davanti e' stata una soddisfazione , se poi avessi raccolto di piu' sarebbe stata una cigliegina sulla torta ad una bella giornata.
Aprofitto per ringraziare il mio compagno di allenamenti e grande amico Radames che impietosito dalla mia faccia delusa mi ha portato a casa in macchina evitandomi di prendere una ulteriore lavata :O)

DOPO LA GARA ERA IMPOSSIBILE SORRIDERE DI PIU'.....

GRAZIE RADAMES avanzi un Caffe' :O)

Avevo anche il cardio ed ecco i dati:
TEMPO: 2h 31min 46sec
DISTANZA: 92.1 km
VELOCITA' MEDIA: 36.5 km/h
VELOCITA' MASSIMA: 71.3 km/h (strada in discesa)
KALORIE: 1646
BATTITI:+160: 59 min 56sec
in zona: 31min 30sec
-130: 1h 00min 20sec
MEDI: 146bpm (199 massima)
PESO MATTINO: 74.9 kg

venerdì 26 giugno 2009

Esami del sangue - risultato disastroso

Da molto tempo non facevo l' esame del sangue, almeno 15 anni minimo, me li ha consigliati il mio dottore visto che ho perso peso e che faccio molto allenamento.
Oltre al classico EMOCROMO ho fatto una verifica completa della formula LEUCOCITARIA e una analisi CHIMICA CLINICA per la vrifica d zuccheri e sali minerali.
Purtroppo come sospettavo ho avuto dei risultati pessimi per quanto riguarda la consistenza del sangue, 13.3 l' emoglobina e 40.7 l' ematocrito, questi numeri spiegano perche' questo ultimo periodo faccio cosi' tanta fatica.
Praticamente il mio sangue e' molto liquido e i globuli rossi non riescono a trasportare correttamente l' ossigeno ai muscoli, tutto questo si trasforma in mancanza di forza per quanto riguarda lo sport, ma anche una stanchezza generale per quanto riguarda la vita di tutti i giorni.
Ancora peggio e' il valore degli ERITROCITI a 4,66, questi sono proprio i globuli rossi ed e' uno dei valori in assoluto piu' importante, questi vengono prodotti dal midollo osseo rosso e non riescono a riprodursi autonomamente, ma solo attraverso particolari processi proteici sempre all' interno del midollo osseo.
Di solito in questi casi si consiglia RIPOSO assoluto e magari una cura ricostituente, cosa che oviamente non mi posso permettere, cerchero' di rifarmi con l' alimentazione anche se non sara' per nulla facile.
Prossima settimana andro' dal medico per sentire cosa ne pensa anche incrociando gli altri dati, unica nota positiva il GLUCOSIO abbastanza basso a 78, avevo un po' di paura per via della mia golosita' verso i dolci e per una "poco simpatica" predisposizione al diabete da parte della mia famiglia.

giovedì 25 giugno 2009

Distanza con Liquigas Young - 160 km

Cosa c'e' di meglio che inaugurare il dopo test con una bella distanza in compagnia di un bel gruppo di "fenomeni". Sono uscito con i giovani del vivaio Liquigas e si vede per organizazzione, tecnica di allenamento e professionalita' dove c'e' un ambiente di persone motivate a raggiungere prestazioni di alto livello. In questo gruppo di corridori ci sono giovani normali, ma anche delle vere e proprie promesse atleti che posso aspirare a raggiungere il professionismo.
Appuntamento alla mattina presto ai piedi del Montello per una uscita lunga, eravamo circa in 15 e seguiti da ben 3 ammiraglie con tutto l' occorente, rifornimento e assitenza meccanica inclusi.
Io sono partito da casa in bici (sono 40 km solo per arrivare al Montello) e poi ho fatto il giro con loro che prevedeva dopo aver fatto ben 2 volte la dorsale del montello, la scalata del passo MILES, salita per me inedita qui il link delle pendenze:
http://www.salite.ch/7286.asp?mappa=http://www.viamichelin.fr/viamichelin/ita/dyn/controller/Cartes-plans?mapId=-tuxzs73m1wt6dp&dx=485&dy=330&empriseW=970&empriseH=661
Io sono salito in 30 minuti e 56 secondi oviamente fra gli ultimi con una VAM di 940 che non e' stata malissimo ma non si puo' dire nemmeno buona, il mio obiettivo per il futuro e' quello di scalare ad una VAM di almeno 1100, per arrivare a dei picchi di 1200 per essere competitivo anche in salita.
Alla fine della giornata ho superato abbondantemente i 1000 metri di dislivello e questi sono i dati del computerino:

TEMPO: 5h 30min 53sec
DISTANZA: 156.8 km
VELOCITA' MEDIA: 28.5 km/h (con oltre 1000 metri di dislivello non e' male)

KALORIE: 3444 (durante l' allenamento ho mangiato 2 barrette energetiche, 1 soluzione di carboidrati liquidi, 3 panini piccoli con prosciutto cotto, bevuto circa 4/5 borracce d' acqua)

BATTITI:
+160: 1h 32 min 18sec
in zona: 2h 27min 10sec
-130: 1h 31min 25sec
MEDI: 143bpm

PESO MATTINO: 74.9 kg
PESO DOPO ALLENAMENTO: 73.8 Kg


mercoledì 24 giugno 2009

Test di Mader e Plicometria


Oggi sono andato in Ospedale a fare i test funzionali, principalmente sono andato per verificare se il Fortius ( il mio simulatore) e' corretto nei parametri e questa verifica e' stata perfetta nel senso che i numeri che ho a casa li ho avuti anche in laboratorio. L' altra faccia della medaglia e' che speravo un po' meglio ma purtroppo al momento questa e' la situazione.
Ad ogni modo sono andato all' Ospedale di Noale in medicina dello sport, a fare il test ho trovato una dottoressa molto gentile e molto preparata.
La strumentazione me la immaginavo un po' piu' moderna ma non mi posso lamentare, insomma tutti macchinari Technogym di ultima generazione che per un ospedale pubblico non e' male, da notare che finita la visita ho avuto la possibilita' di fare anche la doccia in un ambiente super pulito.
Il test che ho fatto e' stato quello di Mader con il seguente protocollo, riscaldamento circa 10/15minuti, poi 5 minuti a 100 watt con prelievo del sangue, recupero 20 secondi poi 5 minuti a 180 watt, altro prelievo, altro recupero e step di 5 minuti a 260 watt, ancora un prelievo recupero e altri 5 minuti a 360 watt, qui oviamente ho sentito le gambe undirirsi cosi' la dottoressa mi ha fatto fare un ultimo step a 400 watt da 2 minuti con 20 secondi di sprint finale ad esaurimento delle mie possibilita' ..... oviamente ho fatto un lago di sudore e lo sforzo e stato massimale fino a 192 battiti al minuto.
Risultato del' analisi del sangue 4 millimoli a 172 battiti con 303 watt in soglia, grosso modo quello che risulta a me dal test fatto a casa, frequenza a riposo 46 battiti.
Oviamente la dottoressa mi ha dato l' analisi completa, comprese le frequenze ideali per i vari tipi di allenamento ed e' risultato 130 battiti per il fondo lungo e 162 per il fondo medio, praticamente le soglie con le quali gia' sto lavorando, altra importante conferma che comunque sto lavorando correttamente e che sono diventato un discreto preparatore di me stesso..
Poi ho fatto la Plicometria e anche qui purtroppo la dottoressa ha constatato il mio punto debole, e' risultato uno scandalosissimo 21,65% di massa grassa con ben 12.4 kg di sovrappeso, preferisco non commentare questo dato perche' gia' mi fa star male da solo a leggerlo.
Alla fine il test dice 4.00 watt/kg che per i loro parametri ospedalieri e per gli atleti che loro hanno in esame (alcuni di altissimo livello) significa ottimo, certo che pero' facendo un po' di sacrifici potrebbe diventare super.

lunedì 22 giugno 2009

Lunedi' si ricomincia da capo


Altra settimana e altro giro in giostra .... lunedi' stancamente si ricomincia con scarico, prima di tutto voglio dire che mentalmente sto facendo passi da gigante, nel senso che in questo periodo dopo le vacanze riesco ad allenarmi anche quando non ne ho voglia e sopratutto anche se sono stanco.
A livello psicologico e' un passo direi da gigante, fondamentale per arrivare a fare l' ultimo salto di qualita' che mi serve.
Stamattina la faccia era cementifacata e non riusciva a staccarsi dal cuscino, ero veramente a pezzi e il caffe' della colazione non ha fatto nessun effetto, cosi' mi sono preso una pastiglia di Guarana' che mi ha "leggermente" rivitalizzato, portando il minimo di ossigeno al cervello per poter partire la giornata.
Da un po' di tempo ho cambiato modo di fare colazione, prima di tutto preparo una bella spremuta d' arancia e poi ho abbandonato tutti i tipi di biscotti e brioche dalla tavola e adesso prendo delle fette biscottate con marmellata o in alternativa con un po' di nutella, riesco a digerirle molto meglio, inoltre hanno molti meno grassi delle merendine e la differenza si sente tantissimo, poi come gia' detto prendo un caffe' e una scodella di latte Zymil ad alta digeribilita' che mi ha preso mia moglie, anche questo e' molto meno pesante del classico latte parzialmente scremato.
Domani e dopodomani avro' prima esami del sangue e poi visita in ospedale per il test di mader, quindi per 2 giorni niente allenamento, pertanto oggi ne ho aprofittato per allungare un po' il defaticamento, arrivando fino al Montello pero' senza andare in salita ma facendo la parte bassa, la cosidetta "Canaletta" cioe' una strada a strappetti che costeggia appunto un canaletto.
Peso alla mattina 75.2 buono ma non super obiettivo per questo fine settimana arrivare minimo a 74.7/74.8 kg.
RIEPILOGO ALLENAMENTO:

TEMPO: 2h 52min 32sec
DISTANZA: 80.7 km
VELOCITA' MEDIA: 28.1 km/h ( a 123 battiti medi non e' male)

KALORIE: 1362

BATTITI:
+160: 42sec (scarico doveva essere e cosi' e' stato)
in zona: 47min 42sec
-130: 2h 04min 29sec
MEDI: 123bpm

PESO MATTINO: 75.2 kg

domenica 21 giugno 2009

GARA Stroppari 9° Classificato


Gara a Stroppari di Tezze sul Brenta (TV), prima di tutto una location molto bella, vicino a Bassano del grappa alle pendici dell' omonimo monte. La giornata e' cominciata subito bene dal mattino, 75.2 kg il responso della bilancia, tutto molto bene. A mezzogiorno ho mangiato molto bene una pasta condita con un po' di tonno e 2 fette di torta allo Yogurt fatta dalla mia Mamma.
Il meteo non era dei migliori ma per fortuna non ha piovuto, solo molto vento e un circuito molto particolare con moltissime curve e un paio di rettilinei con leggera pendenza dove da una parte si andava a 40/45 e l' altra si tornava giu' a 50/55 km/h.
Purtroppo pronti via e' andata una fuga e io causa dormita non sono entrato nonostante mi sentissi benissimo, poi davanti si sono ritorvati un paio di campioni del mondo e i freschi campioni italiani della crono squadre, quando questa gente comincia ad andare c'e' poco da fare al momento sono un' altro livello, c'e' ancora da lavorare, ma mi consola il fatto che ogni domenica mi confronto con i migliori cicloamatori del mondo, ex professionisti e ex dilettanti, insomma una bella battaglia ogni gara.
Ad ogni modo dopo di loro ci sono stato io, mi sono sganciato con un gruppetto che poi ho battuto in volata, con ottime sensazioni e cogliendo il mio QUINDICESIMO piazzamento dell' anno.
Con il nuovo programma di lavoro tutto va molto meglio e le ultime 2 gare mi sono sentito veramente bene, quindi penso questo rimarra un po' il sistema con il quale lavorero' da ora in avanti, anche se questa settimana ho un paio di impegni che pero' non dovrebbero compromettere la mia ottima forma.
DATI DEL COMPUTERINO:
TEMPO: 1h 29min 07sec
DISTANZA: 63.8 km
MEDIA 42.9 km/h
MASSIMA: 58.0 Km/h
PESO: 75.2

sabato 20 giugno 2009

Riepilogo settimanale - 405km


Ieri sono stato fermo, ho avuto un po' di panico, ma sono rimasto concentrato senza esagerare con il mangiare anzi, devo essere sincero ho veramente patito un po' di fame.
Oggi come da programma non sono andato a correre nonostante avessi una gara abbastanza vicino, ho fatto un piccolo allenamento da 40 km di assoluto scarico in compagnia con 2 amici, sempre con il 52x19, arrivato a casa ho provato a fare una "progressione" sui rulli e nonostante su strada mi sentissi benissimo ho visto che sul simulatore a 290 watt gia' arrivavo in soglia, e' molto strano perche' sto molto bene e non posso aver perso 30 watt da maggio, credo che avendo cambiato bicicletta e spostato il simulatore in garage devo aver cambiato alcuni parametri .... verifichero' meglio.
Notizia del giorno questa mattina ero 74.9 kg e questo mi ha fatto molto felice perche' di etto in etto comincio a sentire qualche piccolo beneficio nonostante questa settimana sia stato fermo ben 2 giorni di riposo. Domani tempo permettendo finlmente si va a correre una gara, sara' un po' come un esame per vedere se ho lavorato con giudizio.

RIEPILOGO ALLENAMENTO:

TEMPO: 1h 21min 49sec
DISTANZA: 40.5 km
VELOCITA' MEDIA: 29.7 km/h

KALORIE: 689

BATTITI:
+160: 1min 06sec
in zona: 35min 14sec
-130: 45min 29sec
MEDI: 128bpm

PESO MATTINO: 74.9 kg

giovedì 18 giugno 2009

Scarico - lungo ALVISE CAMPIONE PROVINCIALE


Oggi altra ottima giornata di allenamento, prima di tutto devo fare i complimenti a mio nipote Alvise che ieri sera ha vinto il CAMPIONATO PROVINCIALE di inseguimento su pista.
Alvise sui 3 km della cronometro ha fatto registrare 4minuti e 2secondi alla media di circa 44.5 km/h che per un ragazzo di 16 anni non e' niente male sono oltre 300 watt assoluti e oltre 4 watt/kg.
Dopo l' allenamento di ieri, sono riuscito a patire la fame tutto il giorno e stamattina la bilancia ha cominciato a ragionare, 75.4 kg sembra che il lavoro stia pagando, certo sono miglioramenti minimi parliamo di 2 etti su oltre 100 km di fatica, purtroppo piccolissimi miglioramenti comportano sacrifici enormi e la cosa non e' per niente proporzionata, ma come dice il detto, se hai voluto la bici .......
Partenza accompagnato dai giovani in quanto oggi avevamo programma comune di scarico anche per loro e molto presto alle 6:20 in punto sono uscito di casa, andatura regolare 52x21 per circa 4 ore di scarico, dentro abbiamo messo un paio di ripetute al medio fatte veramente bene, ad un certo punto per calmarci il calo di zuccheri ci siamo pure fatti un bel gelato.


A casa la bilancia ha segnato 74.7, le gambe nonostante abbiamo appena passato la settimana piu' intensa, sembrano aver reagito bene, domani in programma riposo stando attento in maniera meticolosa alla tavola, domani non si scherza e' importante quanto un giorno di lavoro.

RIEPILOGO ALLENAMENTO:

TEMPO: 3h 56min 04sec
DISTANZA: 110.2 km
VELOCITA' MEDIA: 28.1 km/h

KALORIE: 1894 (200 in meno di ieri nonostante abbia fatto 30 minuti in piu')

BATTITI:160> 6min 52sec
in zona= 55min 42sec
130<>
MEDI: 124bpm
PESO MATTINO: 75.4 kg
DOPO ALLENAMENTO: 74.7 KG

mercoledì 17 giugno 2009

3 prese sul Montello

Premetto che ieri come programmato ho fatto il giorno di riposo, purtroppo mi dispiace essere ripetitivo ma lo sto vivendo sempre peggio, ieri sera sara' stato per la giornata di lavoro in piedi ma avevo le gambe super gonfie e doloranti, in piu' causa caldo anche se non ho mangiato nulla, ho dovuto bere molto col risultato di trovarmi gonfio come un pallone e pure stanco ......
Stamattina nonostante le "paturnie" mentali sono partito di buon mattina con Alberto e Radames, due veri "cagnacci" una goduria allenarsi con loro, primo perche' sono 2 veri amici e secondo perche' andando un po' piu' di me in salita sono un grandissimo stimolo a migliorare.
Alle 6:40 ero gia' in bici, con il freschetto, avevo programmato di fare dell RPV ma poco male ho fatto medio e soglia in salita, abbiamo fatto ben 3 prese del montello mio record stagionale, prima i mondiali, poi la presa 14 e in fine la 12.
La prima l' ho fatta in medio con un tempone 10:11 ( l' ultima volta 9:18 fatta a tutta) la presa 14 fatta a ritmo soglia di 175-178 battiti in 13:23 ( l' altra volta ero arrivato vuoto e l' avevo fatta in 16:45 ) in fine la 12 fatta a blocco in 10:47 con 192 e anche oltre battiti.
Alla fine abbiamo fatto 685 metri di dislivello che non e' malaccio e il computerino ha i seguenti dati:

RIEPILOGO ALLENAMENTO:
TEMPO: 3h 38min 29sec
DISTANZA: 102.3 km
VELOCITA' MEDIA: 28.2 km/h

KALORIE: 2105
BATTITI:
160> 42min 29sec
in zona 1h 39min 15sec
130< 1h 16min 45sec
MEDI: 141bpm

PESO MATTINO: 75.8 kg
DOPO ALLENAMENTO: 74.8 KG

lunedì 15 giugno 2009

Scarico

Oggi finalmente la testa ha risposto come doveva e sono riuscito a fare scarico come si deve, avevo programmato di fare minimo 70 km e cosi' e' stata, sono partito con un mal di gambe terribile, i primi km sono riuscito a malapena a tenere i 24/25 km/h, poi piano piano mi sono sbloccato e ho fatto tutto il giro in agilita' con il 52X21 a 27/28 km/h. Alla fine le gambe erano veramente ok, ma le cervicali mi hanno creato piu' di qualche problema e anche la schiena ...
E' stata molto dura psicologicamente ma arrivato alla fine sono stato soddisfatto, sembra che la testa cominci a rispondere e che il lavoro programmato venga portato a termine senza intoppi.
Alla fine appunto 70 km a 26 di media per circa 2h e 50 min, alla mattina il peso 75,7, domani riposo assoluto da mercoledi ricomincia il programma di lavoro.

domenica 14 giugno 2009

GARA Camalo' di Povegliano

Il lavoro paga questo e' poco ma sicuro, oggi sono arrivato ottimo 7 assoluto e 4 di categoria dopo una vera battaglia, tra percorso ondulato, vento e caldo oltre i 30 gradi, non c'e' stata tregua.
Prima di tutto devo ringraziare mio nipote Nicolo' che mi ha leteralmente salvato la gara a 20 km dall' arrivo passandomi una borraccia di acqua fresca, quando ero al limite della disidratazione.
Gia alla mattina alla bilancia 75,7 ero contentino insomma ho perso circa 2 kg in una settimana, va bene che erano liquidi in eccesso dovuti alle ferie pero' 2 kg sono sempre 2 kg .....
Con me partiamo da casa una bella compagnia, moglie, sorella e nipote appunto di 13 anni anche lui ciclista, cosi' decido di andare a correre vicino a casa a Camalo' di Povegliano che per una non bene spiegata leggenda si dice essere il centro della terra .....
Alla partenza non siamo tantissimi circa 50 tra Junior e Senior, la temperatura come detto e' caldissima, il percorso circa 10 km ondulati con una leggera pendenza all' arrivo diciamo 500 metri al 2% niente di importante ma tra il vento forte, la velocita' e il caldo questa rampetta per la nostra gara sara' decisiva.
Pronti via e andiamo in fuga in 5, giriamo bene di comune accordo, ma alla fine del primo giro appunto su questa rampetta il gruppo riesce a chiudere su di noi, qui partono in contropiede altri 4, io rimango un po' al gancio e mi faccio riprendere dal gruppo, rimane la situazione cosi' fino a meta' gara quando dal gruppo usciamo in 7-8 e dopo un inseguimento alla morte, riusciamo a chiudere di nuovo sui fuggitivi, a questo punto purtroppo rimango senza acqua e di nuovo in una accellerazione sulla rampetta, devo alzare ancora una volta bandiera bianca ... Davanti rimangono in 5 e noi riveniamo ancora presi dal gruppo.
Non demordo come detto riesco a prendere l' acqua e la uso subito per abassare la temperatura corporea gettandomela sul collo e sulle braccia, rinasco, bevo degli zuccherri e riesco ancora una volta a ripartire in fuga, usciamo in 7-8 e all' ultimo giro quasi riusciamo a riprendere i 5 ma senza chiudere, dietro io mi preparo per la volata e sulla rampetta parto secco con il 52x13, mi accorgo subito di essere partito lungo cosi' butto giu' il 12 e con le ultime energie riesco ad arrivare 2 della volata ( da notare 58.8 la velocita' massima sulla strada in salita non male veramente), cosi' sono super contento 4 classificato, praticamente inaspettato per essere alla prima gara dopo il rientro dalle ferie e? la dimostrazione che e' meglio lavorare di piu' e fare meno gare per avere maggiori energie nel fine settimana.

DATI DEL COMPUTERINO:

TEMPO: 1h 36min 23sec
DISTANZA: 66.7 km
MEDIA 41.4 km/h
MASSIMA: 58.8 Km/h

PESO: 75.7

sabato 13 giugno 2009

Sgambata del sabato

Stamattina alle 5:30 puntuale ha suonato la sveglia, con gli occhi ancora chiusi mi sono trascinto fino al frigo, apro la porta sento i profumi piu' meravigliosi del mondo quando .... mi ricordo che avevo programmato di partire senza aver mangiato ......
Alle 6 e 15 sono in bici e per strada ci sono io, qualche uccellino che canta e i lavoratori del mercato che cominciano a mettere giu' i banchi .....
I primi km li ho fatti con il 39X19 a 24/25 km/h a 100/110 battiti, dopo 15/20 km pero' mi sono come sbloccato e tirato su il 52x21/19 ho cominciato a girare benissimo le gambe a 30/31 km/h con 120/130 battiti.
Risultato 40.5 km con buone sensazioni se non fosse che non riesco a calare nemmeno un etto ci sarebbe da essere proprio soddisfatti, oggi barba, capelli, depilazione, lavaggio bici e "forse" domani vado a correre, in alternativa un bel lungo.

RIEPILOGO ALLENAMENTO:
TEMPO: 1h 30min 55sec
DISTANZA: 40.5 km
VELOCITA' MEDIA: 26.7 km/h

KALORIE: 654
BATTITI:
160> 1min 40sec
in zona 15min 43 sec
130< 1h 13min 32sec
MEDI: 119bpm

PESO: 76.4 kg

venerdì 12 giugno 2009

Ripetute RPV

Prima di tutto voglio fare un ringraziamento speciale a Massimo il mio meccanico del negozio B-MAX, che ieri sera alle 21:30 era ancora in negozio che mi sistemava la bicicletta ..... Abbiamo deciso di comune accordo di togliere l' ultimo spessorino sull' attacco manubrio, non una grande differenza solo 2,5 mm, ma qualcosa nel cx sicuramente e' migliorato, io ho commentato che non avevamo piu' margine, ma l' occhio del "maestro" invece ha visto che ho ancora spessore nella serie sterzo, particolare che io non avevo pensato ma che Massimo mi ha subito fatto notare.
Quindi questa mattina presto sono riuscito ad uscire e a provare la nuova aereodinamica, i primi 30 km circa li ho fatti di riscaldamento e sopratutto di adattamento, ho sentito subito "tirare" sia le cervicali che i tricipiti sulle braccia, oviamente cominciamo ad estremizzare un po' la posizione quindi e' ovvio che anche la schiena e le braccia comincino ad essere sollecitate, l' importante e' che non vada troppo ad irrigidirmi il collo per stare un po' piu' abassato, ad ogni modo questa cosa la verifichero' giorno per giorno e ulteriori modifiche si posso sempre apportare.
Come lavoro oggi sono stato molto soddisfatto, ho ricominciato a fare sul serio e adesso mi sento bene certo quando si e' in bici che si lavora in un certo modo le sensazioni non sono sempre piacevoli, le gambe fanno male davvero e si guarda il cronometro sperando che il tempo passi piu' veloce possibile in modo da finire la sofferenza.
Rimane il fatto che per andare forte in bici bisogna soffrire e anche tanto, si deve faticare purtroppo si sente dolore e lo si deve fare sempre, lavorare seriamente giorno per giorno, dire sacrifici e' un attimo farlo con serieta' e' tutt' altro.
In definitiva ho fatto 2 RPV (ripetute potenza veloce) 10 mintui medio+5 soglia+sprint con recupero di 30 minuti la velocita' massima nelle due prove e' stata 47.8 nella prima e 49.9 nella seconda, non brilantissimo ma oviamente parliamo di una base, da qui si dovra' migliorare.

RIEPILOGO ALLENAMENTO:
TEMPO: 2h 28min 46sec
DISTANZA: 73.1 km
VELOCITA' MEDIA: 29.5 km/h

KALORIE: 1535
BATTITI:
160> 30min 25sec
in zona 1h 22min 39 sec
130< 35min 42sec
PESO: 75.9 kg

giovedì 11 giugno 2009

Progressi

E' incredibile quando dopo un periodo di riposo e di distacco anche mentale, si possa recuperare velocemente e la forma progredisca giorno per giorno.
Oggi ho fatto un piccolo giro di scarico, ma ho voluto lo stesso provare una mini-ripetuta al medio sui 5 km, bhe il dato e' stato veramente buono, anche se "generoso" in quanto avevo il vento a favore ad ogni modo 7:06 il responso del crono. Riuscivo a tenere i 43/44 km/h con una certa facilita' e nel finale ho aumentato a 47/48 arrivando quasi in soglia a 175 battiti.
Alla fine i dati dell' allenamento sono:

TEMPO: 1h 31min 48sec
DISTANZA: 42.0 km
VELOCITA' MEDIA: 27.7 km/h

KALORIE: 800
BATTITI:
167> 3min e 21sec
in zona 43min 43 sec
128< 44min 54sec

PESO: 75.9 kg

Domani faro' un allenamento veloce con delle vere ripetute RPV, sabato scarico e domenica un bel lungo, da prossima settimana si ricomincia a fare sul serio a questo punto, il tempo passa velocemente e quello che c'e' da tirar fuori bisogna tirarlo .....

mercoledì 10 giugno 2009

Test salita dei mondiali

Oggi giornata di lavoro serio, in 3 siamo andati sul Montello e sono veramente soddisfatto. Ecco i dati:

TEMPO: 3h 23: 05
KILOMETRI: 95.7
MEDIA: 28.0

PESO AL MATTINO: 76.1
PESO AL RITORNO: 75.2
SALITE: presa dei mondiali, presa 14

Allenamento test sulla salita dei mondiali , diciamo lo specchio della verita' 9:18 il responso del crono che non e' assolutamente male, certo dopo e' stata dura anche tornare a casa questo dimostra che nonostante l' inattivita' la potenza come assoluta e' rimasta ad ottimi livelli (il mio record e' di 8:40), ma il fatto che poi non riuscissi a recuprare e' sintomatico del momento di calo.
Dopo i mondiali abbiamo fatto la 14 che e' la presa piu' dura, qui ho cominciato a sentire anche un unizio di crampi e alla fine un 16:45 (quasi vergognoso se confrontato con 13:20 che e' il mio record) ma non scandaloso da qui si riparte per migliorare.

martedì 9 giugno 2009

Primo allenamento _ Giro delle Fiandre

video

Primo allenamento e per cominciare cosa c'e' di meglio di 70 km a tutta manetta nel Giro delle Fiandre con i cicloamatori di Dese, per la cronaca la gara e' stata vinta da Renso su Rigo con al terzo posto e primo della categoria giovani un certo .... Zanasca (ne sentiremo ancora parlare .....). Per il resto 40/50 km/h costanti, vento forte, alla fine anche una discreta dose di crampi dovuti all' inattivita' e ritmo gara con battaglia vera, insomma uno spasso per le mie povere gambe. L' ideale per togliersi di dosso i kiletti presi in ferie e per recuperare la forma persa.

lunedì 8 giugno 2009

Casa dolce casa - vacanze report

Ritorno finalmente a casa bello riposato, carico per ritornare a lavorare seriamente, per una settimana ho fatto di tutto tranne che il ciclista .... anzi.
Sono riuscito ad ingrassare ben 2.7 kg partito 75,3 e ritornato 78 spaccati ... un vero miracolo all' incontrario, credo la maggior parte del peso sia acqua accumulata almeno lo spero, mi sento gonfio come un pallone, ma di sicuro le mangiate fatte non mi hanno certo fatto benissimo ....

QUESTA E' STATA PIU' O MENO LA MIA DIETA ......

Questa e' una foto fatta vicino a Tarragona, lo sfondo dice tutto, in questa zona si allenano tantissimi professionisti da tutto il mondo.

Questa foto invece e' riferita ai gruppetti di ciclisti che ho trovato sabato vicino a Tarragona, piu' o meno come da noi in Italia solo che rispetto a dove vivo io hanno dei percorsi molto piu' tecnici, ondulati e con diverse salitelle.

Questa foto e' riferita invece allo spazio Tour de France che c'era dentro agli Autogrill in francia, dove era possibile acquistare tutto il materiale per fare il tifo nella corsa francese

In autogrill in Francia e' possibile fare anche un massaggio, sembra una cazzatina, ma sinceramente dopo tanti km, usare una di queste poltrone e' veramente simpatico.......

Ultima foto, il mare in Spagna .....

Francia - ferie


La Francia prima di tutto ci tengo a precisarlo e' un paese molto bello, moderno e organizzato, per quanto riguarda la parte meridionale presenta nella parte est percorsi vallonati tipo riviera ligure, un clima favoloso, sono minimo 15 gradi d' inverno e circa 25 d' estate quindi temperature miti ideali per il ciclismo 365 giorni l' anno. Io personalmente amo in maniera profonda la riviera, avendo la possibilita' ci verrei molto piu' spesso sia in vacanza che a correre, se fossi stato un professionista penso che il mio sogno sarebbe stato la Milano San Remo.
Ad ogni modo ritornando alla Francia nella parte centrale della costa il terriotrio e' piatto un po' come la pianura padana, quindi abbastanza noiso anche come vacanze, c'e' Marsiglia una grande citta' , con un porto immenso, ma di certo non un luogo di divertimento per il ciclismo per fare un paragone si puo' dire tipo la zona di Genova.
La parte ovest si fa piu' interessante dal punto di vista altimetrico, siamo al confine con la Spagna e qui cominciano i Pirenei, quindi salite molto lunghe e abbordabili con pendenze intorno al 2-4%.
Anche in Francia c'e' un interessantissimo calendario di granfondo, molto simile al nostro sia come kilometraggi sia come partecipazione e costi, unica differenza qui il ritmo e' molto piu' abbordabile una meta' via tra un raduno e una nostra gara competitiva, la gente e' piu' rilassata e sembra godersi meglio la corsa senza l' assillo del risultato.
Per quanto riguarda i circuiti hanno un discreto calendario, non sviluppato come il nostro ma sopratutto nel nord ci sono le corse come le intendiamo noi all' italiana, in Francia si parte tutti assieme .... ci sono le gare A, B e C nelle A partono TUTTI professionisti, elite, amatori, anziani, donne e impiegati con la pancia ...... nessun tipo di distinzione, le gare B sono piu' abbordabili e si passa di categoria in base ai risultati, le gare C sono per i principianti per capirci, una riga per terra e partono con le scarpe da ginnastica, rimane per tutte le categorie il fatto di partire assieme senza distinzione 60enni con Under23.
Ho acquistato (in autostrada cosa a noi impensabile) una rivista MOLTOOOoooo bella, penso che mi faro' l' abbonamento se possibile, con 5 euro mi hanno dato un fascicolo sul tour de France, un poster gigante di Petacchi al Giro d' Italia, la cartina del tour 2009 e oviamente la rivista, strapiena di articoli interessantissimi con test sui materiali veramente accurati e professionali altro che cicloturismo e bs ........
Il sito purtroppo e' in costruzione http://www.topvelo.com/ quindi al momento non si vede nulla online.
Ritornando all' autostrada ho trovato un' altra cosa impensabile per l' Italia, un angolo di Autogrill arredato a Tour de France con in vendita, magliette, polo, bandiere, cappellini e tutto il merchandising del Tour, anche qui ho fatto delle foto che appena possibile mettero' online.

Spagna - ferie


Visto che questo e' un blog di ciclismo, non staro' qui a parlare delle mie ferie, di quanto sto mangiato e di quanto mi sto divertitendo, ma aprofittero' della mia vacanza per parlare del ciclismo in Spagna.
Prima di tutto sono stato a Girona, la citta' dei ciclisti "stranieri" nel senso che qui vivono per i periodi "europei" moltissimi professionisti americani, australiani e del nord Europa, uno su tutti Lance Armstrong. Girona mi ha colpito moltissimo perche' e' una citta' particolare, la potrei paragonare a Trento, cioe' una bella cittadina di medie dimensioni, attorniata da colline e sopratutto dai pirenei. E' una citta' lontana da tutto e forse anche da occhi indiscreti, dove professionisti di alto livello, possono allenarsi in tutta tranquillita'.
Le strade sono di ottima qualita', ben asfaltate e anche se abbastanza trafficate, sono molto larghe e hanno dopo la linea bianca, una spece di pista ciclabile che permette a due cilisti di procedere appaiati senza disturbare le macchine nella loro corsa.
I pirenei, sono salite piu' leggere delle alpi, alla fine si arriva anche a 2000 metri di altitudine, ma invece che arrivarci in 15 km come da noi, ci si rriva' in 30 con pendenze che vanno dal 3% al massimo 6/7%, insomma ideali per me ......
Venerdi' e Sabato sono stato a Tarragona, piu' a sud 150 km sotto Barcellona, qui il discorso cambia, siamo vicini al mare e le strade si fanno piu' "secche" l' altimetria e' bassa ad occhio non si superano i 200/300 metri di altezza, ma dal mare si va su diretti come dei missili e le pendenze il piu' delle volte superano il 10% e anche il 15%, ma essendo salitelle corte in una gara non credo farebbero tantissima selezione.
Ho saputo che domenica c'era una gara, 100 km su un circuito di 50 da fare 2 volte, per fortuna non mi sono portato via la bici, altrimenti mi sa che avrei fatto di tutto per correre ..... le gare in Spagna sono simili alle nostre in Italia come concetto, in Catalogna pero' non si usano i circuiti anche perche' il territorio non lo permette, ma fanno moltissime gare in linea e tipo granfondo, ho potuto vedere un calendario e sinceramente ne hanno parecchie un po' in tutto dappertutto.
Il costo di iscrizione e' grosso modo come da noi va dai 20/30 fino a 40 euro, i partecipanti vanno dai 200/300 dell corse piccole fino a 10.500 della piu' famosa granfondo questo il link al sito della corsa :
200 km di gara con Portalet, Marie Blanque, e Somport insomma molto simile alla nostra Maratona delle dolomiti (potrebbero chiamarla maratona dei pirenei).
Ho acquistato anche una bella rivista di ciclismo, costo 3,5 €, belle foto, ottimi articoli, tra l' altro lo Spagnolo e' molto simile al dialetto veneto e quindi ho potuto leggerla molto facilmente, qui il link del loro sito:
Tarragona assomiglia tantissimo sia come strade che come clima alla nostra riviera ligure e sabato mattina girando in macchina ho visto decine e decine di ciclisti dvertirsi su quel ben di Dio di strade vallonate .... che invidia, come attrezzatura gli spagnoli hanno ottimi materiali, come stile li ho visti abbastanza agguerriti e come biciclette sono ad altissimi livelli daltronde Orbea e Bh sono marchi famosi anche qui in Italia, ho fatto anche delle foto che mettero' appena avro' accesso completo al computer prossimo capitolo ciclismo in Francia.

giovedì 4 giugno 2009

Chiuso per Ferie


Finalmente dopo circa 2 anni part per la mia prima vacanza, ho un misto di contentezza e di preoccupazione, contentezza oviamente perche' ogni tanto staccare la spina fa veramente bene ed e' necessario, preoccupazione perche' solo il pensiero di ingrassare e di perdere un po' di forma, mi fa perdere il sonno.
Ad ogni modo si tratta solo di qualche giorno pertanto non ci dovrebbero essere grossi sconvolgimenti, anzi penso ne avro' tuttoda guadagnare.
Per scrupolo ho fatto stamattina presto un test conconi ( che e' andata abbsatanza male per la cronaca) e lo rifaro' al mio ritorno visto che non mi portero' la bicicletta e faro' riposo assoluto.

mercoledì 3 giugno 2009

Gara San Quirino con annessa mangiata a Oderzo


Tornando a casa dal Friuli c'e' un posto dove si mangia in maniera incredibile, vicino ad Oderzo e' veramente bello con alberi e giochi per bambini, un meraviglioso parco verde, praticamente una "sagra" aperta tutta l' estate, qui mi sono fermato con "le mie donne" a fare una doverosa mangiata, costicine, pollo, grgliata mista, patatine fritte, dolce al cioccolato, il tutto annaffiato da abbondante coca cola, hanno saputo reintegrare le vitamine perse durante la gara.
Della gara di San Quirino c'e' veramente poco da dire, era il campionato regionale del Friuli Venezia Giulia, circuito di 29 km circa da ripetere 3 volte per quasi 90 km di gara su 2h 5min , non posso dire che il tutto sia stato di scarso livello, il problema principale ' stata l' approsimazione e la incredibile quantita' di errore che hanno commesso gli organizzatori.
Tanti problemi veramente spiacevoli, faccio un elenco veloce, primo di tutto la tassa di iscrizione a 10 euro, la confusione sull' orario di partenza, la mancanza di chiarezza su chi sarebbe stato premiato, ma peggio di tutto e' stato il fatto che dopo il primo giro andata via una prima fuga, dietro le moto ci abbiano fatto sbagliare strada a tutto il gruppo, praticamente terminando la gara.
Oramai ho capito che per quanto riguarda le gare in Friuli le cose stanno purtroppo cosi', rimane il fatto che sono paesaggi bellissimi, vicino alle montagne e per strada ci si ferma a fare festa, a questo punto l' agonismo passa sicuramente in secondo piano.

martedì 2 giugno 2009

Organizzare una gara

Molte volte mi capita di andare a correre e di non trovare quello che mi aspetterei, deludendo un po' le mie aspettative. Gare in circuito e granfondo oramai ce ne sono una infinita' il calendario offre una scelta vastissima, ma secondo me manca ancora qualche cosa ......
A mio parere manca una competizione "intermedia" che sta a meta' strada tra un circuito e una granfondo, se potessi descriverla in parole povere, mi viene in mente una gara della categoria Juniores. Per quanto se ne dica, chi organizza una gara, lo fa si per la passione, ma sopratutto per il "guadagno" che si ha con la tassa di iscrizione, in forma minore nei circuiti e in forma maggiore con le granfondo.
Basta fare 2 calcoli per esempio una Maratona delle Dolomiti dove con una media di 100 euro a corridore, su 8000 iscritti si capisce bene che gli organizzatori hanno introiti attorno al milione di euro ....... senza contare l' indotto, dovuto alle spese alberghiere, di chi ne approfitta con la scusa della granfondo, per fare una vacanza con la famiglia.
Al momento la scelta sta nel spendere 8/10 euro per un circuito di 50/60 km piatto oppure spenderne 30/40 euro per una corsa in linea in salita di 130/140 km, questo un po' in sintesi la situazione attuale; la mia idea di gara ideale sarebbe un po' a meta' strada tra le due cose.
La mia personalissima gara ideale si dovrebbe svolgere alla domenica mattina questo per permettere di non giocarsi l' unico giorno libero della settimana, dovrebbe costare al massimo 15 euro e offrire un piccolo ricordino diciamo una bottiglia di vino oppure un dolce tipico della zona senza dover incidere sui costi.
Questa gara dei miei sogni dovrebbe svolgersi su un circuito di 10 km circa da ripetere 7/8 volte per poi fare una salita di media difficolta' 3-4 km massimo, con ritorno all' arrivo, per un kilometraggio di circa 100/110 km in modo da lasciare varie possibilita' sia a corridori "scalatori" sia a corridori "passisti" di cercare il risultato.
Alla partenza mi aspetterei di trovare al massimo 200 corridori, di meno perderebbe di contenuto tecnico, di piu' diventerebbe troppo pericolosa, ma sopratutto quello che mi aspetterei di trovare, sarebbe un servizio di sicurezza adeguato, le strade di oggi sono intasatissime e molto trafficate, le stradine di campagna sono poche e molte volte piene di buche con scarsissima manutenzione.
Se fossi la federazione ciclistica, cercherei societa' disposte a creare un calendario di questo tipo, in modo da creare delle sinergie a livello organizzativo, un conto e' trovare delle moto per fare la scorta per una sola domenica, un conto e' contatttare un moto club e offrire un servizio continuativo nel tempo con un calendario chiaro.
Mentre se fossi una societa' organizzativa, oltre ovviamente alla protezione civile e al comune, cercherei "sinergie" con quelle attivita' inerenti il ciclismo tipo negozi di biciclette interessati a farsi conoscere e senza dimenticare il bar del ritrovo o la eventuale sagra del paese.

lunedì 1 giugno 2009

Numeri

Oggi e' il primo giugno, e quasi mezza stagione se ne e' gia' andata, ne aprofitto per mettere giu' qualche numero, tanto per dare una idea dell' indotto che crea il mondo del ciclismo, mettento insieme tutti i corridori, tutte le gare e tutte le granfondo , si hanno valori di "mercato" altissimi.
Numeri che messi assieme fanno una bella impressione e forse spiegano meglio perche' questo "hobby" sia cosi' interessante.
Dall' inizio dell' anno ho partecipato a circa 25 gare, nelle quali mi sono piazzato 13 volte, dal primo gennaio ho fatto 263 ore di allenamento con la bici da strada, ho percorso ben 7910 km, ho speso ben 66.262 kalorie.Questo solo con la bici da strada, c'e' da aggiungere qualche centinaio di km in mountain bike, e parecchie "ore" sui rulli durante l' inverno freddo e le brutte giornate.
Alla prima gara pesavo 77.1 kg, e questa mattina ero 75.0 quindi ho perso circa 2.1 kg in circa 4 mesi e mezzo.
Questo Blog che scrivo per passione e perche' oltre alla bici mi piace anche usare il pc, ha fatto nei suoi primi 3 mesi di vita circa 800 lettori nel mese di marzo, 900 circa ad aprile e 1100 a maggio.
Tornando al ciclismo come uscite economiche ho speso circa 260 euro in iscrizioni alle gare e percorso in macchina circa 2.500 km in trasferimenti vari, tra autostrada benzina e varie per la sola macchina se ne sono andati circa 350 euro e ad alcune gare ci sono andato in bicicletta .....
Come materiali tra bicicletta (1500 euro), casco, rullo fortius (820 euro), coperture, integratori e varie, ho speso indicativamente sui 2500 euro, per la felicita' dei negozianti della zona.
Poche quasi nulle le entrate, anche se la societa' non mi fa mancare nulla, dall' iscrizione all' abbigliamento estivo, invernale, da allenamento e anche da riposo, compresa borsa da viaggio champion, pochi pure i premi vinti in quanto si tratta sopratutto di borse alimentari, quindi pasta, bibite, zucchero, biscotti etc etc, il tutto qantificabile in poche centinaia di euro.
Tirando una somma da questi numeri si capisce che la bici e' una passione che "costa" in termini economici, ma anche in termini di tempo e sacrifici.Non quantificabili, pero' enormi, sono le soddisfazioni, gli amici incontrati, i ricordi che porto dentro e la passione che ci metto a fare questo sport meraviglioso.