mercoledì 30 giugno 2010

Volate con il 52x14 59.7 km/h Max

4 VOLATE 52x14

Stamattina il programma era di fare un bell' allenamento a ritmo costante, solo che è cambiato il tempo e con l' arrivo della grande afa, quella cattiva della Laguna Veneta con zanzaroni incorporati, io tiro i remi in barca e per non consumarmi comincio un periodo di allenamento differente, specifico per il periodo estivo.
Quindi cominciamo dal mattino, alle 5 e 15 in punto suona la sveglia, colazione media per non appesantirmi troppo, un pò di sistemazione e alle 6 precise sono in bici, ore stupende 24 gradi, nessuno per strada e poco vento, condizioni ideali solo che sarà stata l' afa del mattino, ma non andavo avanti, la sensazione era come essere a 2000 metri di altitudine ed essere senza ossigeno praticamente in asfissia .....
Purtroppo quando si superano i 30° io vado in crisi e per un paio di mesetti mi tocca soffrire di brutto, semplicemente non vado, mi porto sul percorso del TacaBanda (6 km circa) e provo a fare 3 giri a 130 battiti ..... 15 giorni fa li facevo a 31-32 km/h di media per capirci, stamattina il primo l' ho fatto a 29.7 km/h di media, il secondo un pò meglio a 30.6 km/h, il terzo ero già stanco e mi sono pure dimenticato di segnare l' intertempo ......
Per dire la verità avevo già deciso di inserire nella settimana un giorno di lavoro sulla velocità come già avevo fatto l' estate scorsa, così ne ho approfittato per riprendere il vecchio lavoro.
Il tutto lo svolgo in un altro circuito di 10 km circa che ha 2 cavalcavia a distanza di circa 5 km grosso modo un dall' altro, quindi partenza con il 52x14 da fermo e senza cambiare in modo da simulare uno sprint in pista, lancio alla velocità massima e dalla fine del cavalcavia segno 200 metri e quello e' lo sprint vero e proprio, mentre per comodità segno la punta massima raggiunta.
Alla fine ho fatto 4 discrete volate dico discrete perchè pensavo di farle pure più piano, ma rimangono solo discrete perchè per essere buone dovrei e vorrei farle almeno oltre i 62.
Ho notato che le Rpm sono state di poco sopra le 130 certo non sono più un allievo che "frulla" a 150-160 Rpm, ma certo che al momento mi sento abbastanza "imbastito" e quindi ho diminuisco il rapporto (il 15 un dentino in meno) oppure meglio se aumento la velocità ...facile a dirsi ma a farsi .... anche perchè passare dai 59 ai 62 non è proprio come passare dai 29 ai 32 .........
Tra una volata e l' altra 39x19 e agilino a recuperare per lo sprint successivo che veniva fatto appunto ogni 5 km circa. Procedura e sensazioni da rivedere quando avrò altre volate per un confronto più completo.

FILE GARMIN DI OGGI:



p.s. devo rivedere il settaggio del Garmin in quanto e' impossibile analizzare delle volate sul PC senza dare ogni volta l' intertempo, il grafico memorizza credo ogni 15 secondi e quindi e' facile perdersi la punta di velocità massima.

Mario Cipollini

SCUSATE SE E' POCO ....




Mario Cipollini (Lucca, 22 marzo 1967) ciclista su strada italiano. Velocista, è stato vincitore della prova in linea al campionato del mondo su strada di Zolder nel 2002.
Considerato uno dei migliori velocisti di tutti i tempi, è stato il dominatore negli arrivi in volata durante tutti gli anni novanta e all'inizio degli anni 2000. Per la maestosità e la potenza espressa nei suoi sprint fu soprannominato "Re Leone" e, in seguito, "Super Mario".
Nel corso della sua lunga carriera ha collezionato 189 successi, tra cui spiccano le vittorie alla Milano-Sanremo e al Campionato del Mondo su strada a Zolder, in Belgio (trionfi ottenuti entrambi nel 2002), e le tre vittorie alla Gand-Wevelgem (1992, 1993 e 2002) (record). Nel 1996 è stato Campione Italiano su strada.
È suo il record di tappe vinte al Giro d'Italia: ben 42, e tutte in volata, ottenute tra il 1989 e il 2003. Il precedente record (41 vittorie) resisteva dagli anni trenta ed apparteneva ad Alfredo Binda. Il suo record in un singolo Giro lo ottenne nell'edizione del 2002, quando mise a segno ben 6 vittorie di tappa (Münster, Esch-Sur-Alzette, Caserta, Conegliano, Brescia e Milano).
Ai successi nella Corsa Rosa, si aggiungono i 6 giorni in maglia rosa e le tre vittorie nella classifica generale a punti (maglia ciclamino).
Dopo il glorioso 2002, il numero delle sue vittorie è calato vistosamente, in concomitanza con l'esplosione agonistica di un altro grande velocista: Alessandro Petacchi. Nel 2003, una rovinosa caduta a poche centinaia di metri dal traguardo della tappa di San Donà di Piave lo costrinse al ritiro dal Giro d'Italia.
Cipollini ha ottenuto 12 vittorie di tappa al Tour de France, record per un italiano, (vestendo la maglia gialla 6 volte) e 3 alla Vuelta a España. Il suo apice al Tour lo raggiunse nel 1999, quando trionfò in ben quattro tappe consecutive (Blois, Amiens, Maubeuge e Thionville), sfiorando il record assoluto del lussemburghese François Faber che nel 1909 arrivò a cinque. Il tour gli riservò anche delle delusioni, come l'esclusione della sua squadra dall'elenco delle squadre partecipani per le edizioni del 2001, 2002 e 2003.
In totale ha racimolato 189 vittorie. Ai 3 Grandi Giri vanta 57 vittorie, a pochi passi dal recordman Merckx 65.
Il 7 maggio 2005, a dieci giorni dall'inizio del Giro d'Italia, si è definitivamente ritirato dalle competizioni; si presenta però per un'ultima passerella a Reggio Calabria, dove parte l'edizione della corsa rosa di quell'anno.
Nel 2006 è stato portatore della bandiera olimpica nel corso della Cerimonia di chiusura dei XX Giochi olimpici invernali di Torino.
Nel gennaio 2008 Cipollini ha annunciato la firma di un contratto per tornare a correre con la formazione americana della Rock Racing. Ha quindi gareggiato nel Giro della California, dove ha disputato un buon prologo ed è giunto terzo in volata nella terza tappa, alle spalle di Tom Boonen e di Heinrich Haussler. Avrebbe dovuto correre anche la Milano-Sanremo ma il rapporto con il team Rock Racing si è interrotto bruscamente.

CAMPIONATO DEL MONDO 2002 ZOLDER Olanda



CARRIERA:

1989 (Del Tongo, 4 vittorie)
tappa Giro di Puglia (Rutigliano)
tappa Giro di Puglia (Taranto)
tappa Giro di Puglia (Martinafranca)
12a tappa Giro d'Italia (Mantova-Mira)

1990 (Del Tongo, 7 vittorie)
tappa Tre Giorni di La Panne
tappa Giro di Puglia (Bitonto)
tappa Giro di Puglia (Martinafranca)
Milano-Vignola
13a tappa Giro d'Italia (Baselega di Pinè-Udine)
20a tappa Giro d'Italia (Milano-Milano)
Millemetri del Corso di Mestre

1991 (Del Tongo, 13 vittorie)
tappa Etoile de Besseges
tappa Etoile de Besseges
tappa Settimana Siciliana (Messina)
tappa Settimana Siciliana (Terme Vigliatore)
Trofeo dell'Etna
tappa Tre Giorni di La Panne
Grand Prix de l'Escaut
3a tappa Giro d'Italia (Sassari-Cagliari)
7a tappa Giro d'Italia (Rieti-Città di Castello)
21a tappa Giro d'Italia (Pavia-Milano)
tappa Giro di Puglia (Tricase)
tappa Giro di Puglia (Bari)
Millemetri del Corso di Mestre

1992 (GB, 15 vittorie)
tappa Etoile de Besseges (Le Vigan)
tappa Parigi-Nizza (Nevers)
tappa Parigi-Nizza (Roanne)
tappa Parigi-Nizza (Marsiglia)
tappa Tre Giorni di La Panne (Coxyde)
Gand-Wevelgem
tappa Quattro Giorni di Dunkerque
tappa Quattro Giorni di Dunkerque
tappa Quattro Giorni di Dunkerque
5a tappa Giro d'Italia (Sansepolcro-Porto Sant'Elpidio)
8a tappa Giro d'Italia (Melfi-Aversa)
17a tappa Giro d'Italia (Sondrio-Vercelli)
21a tappa Giro d'Italia (Verbania-Vigevano)
tappa Giro di Puglia (San Paolo Civitate)
tappa Giro di Puglia (Crispiano)

1993 (GB, 10 vittorie)
tappa Giro del Mediterraneo (Marignane)
tappa Giro del Mediterraneo (Beziers)
tappa Parigi-Nizza (Nevers)
tappa Parigi-Nizza (Valson La Romane)
tappa Parigi-Nizza (Marsiglia)
Gran Premio E3 Harelbeke
Gand-Wevelgem
Grand Prix de l'Escaut
tappa Tour de France (Les Sabies d'Olonne)
Memorial Rik Van Steenbergen

1994 (Mercatone Uno, 6 vittorie)
tappa Giro del Mediterraneo (Antibes)
tappa Giro del Mediterraneo (Hyres)
tappa Parigi-Nizza (Orleans)
tappa Parigi-Nizza (Marsiglia)
tappa Settimana Siciliana (Ravanusa)
Millemetri del Corso di Mestre

1995 (Mercatone Uno, 17 vittorie)
tappa Giro del Mediterraneo (Berre)
tappa Giro del Mediterraneo (Juan Le Pins)
tappa Giro del Mediterraneo (Hyres)
Montecarlo-Alassio
Trofeo Luis Puig
tappa Vuelta Valenciana (Benicasim)
tappa Vuelta Valenciana (Castellon)
tappa Giro di Romandia (Ginevra)
tappa Giro di Romandia
1a tappa Giro d'Italia (Perugia-Terni)
3a tappa Giro d'Italia (Spoleto-Marotta)
tappa Vuelta Catalunya (Torrendbarra)
tappa Vuelta Catalunya (Barcellona)
tappa Vuelta Catalunya (Lerida)
tappa Tour de France (Vitre)
tappa Tour de France (Le Havre)
Millemetri del Corso di Mestre

1996 (Saeco, 16 vittorie)
Campionato italiano su strada
tappa Giro del Mediterraneo (Yerez)
tappa Vuelta Valenciana (Javea)
tappa Vuelta Valenciana (Valencia)
tappa Vuelta Aragona (Borja)
tappa Vuelta Aragona (Saragozza)
tappa Giro di Romandia (Martigny)
tappa Giro di Romandia (Orbe)
tappa Giro di Romandia (Ginevra)
4ª tappa Giro d'Italia (Ostuni-Ostuni)
8ª tappa Giro d'Italia (Polla-Napoli)
11ª tappa Giro d'Italia (Prato-Marina di Massa)
18ª tappa Giro d'Italia (Meda-Vicenza)
tappa Vuelta Catalunya (Barcellona)
tappa Vuelta Catalunya (Lleida)
tappa Tour de France (Wasquehal)

1997 (Saeco, 15 vittorie)
tappa Giro del Mediterraneo (La Gran Morte)
tappa Giro del Mediterraneo (Rognac)
tappa Vuelta Valenciana (Elche)
tappa Vuelta Aragona (Binéfar)
tappa Vuelta Aragona (Monzón)
tappa Giro di Romandia (Estavayer)
tappa Giro di Romandia (Monthey)
tappa Giro di Romandia (Nyon)
1a tappa Giro d'Italia (Venezia-Venezia)
2a tappa Giro d'Italia (Mestre-Cervia)
3a tappa Giro d'Italia (San Marino-Arezzo)
10a tappa Giro d'Italia (Castovillari-Taranto)
22a tappa Giro d'Italia (Boario Terme-Milano)
tappa Tour de France (Forge Les Eaux)
tappa Tour de France (Vire)

1998 (Saeco, 13 vittorie)
Gran Premio Costa degli Etruschi
tappa Giro del Mediterraneo (Rognac)
5a tappa Giro d'Italia (Orbetello-Frascati)
7a tappa Giro d'Italia (Montella-Matera)
8a tappa Giro d'Italia (Matera-Lecce)
10a tappa Giro d'Italia (Vasto-Macerata)
tappa Vuelta Catalunya (La Pineda)
tappa Vuelta Catalunya (El Vendrel)
tappa Vuelta Catalunya (Sants)
tappa Vuelta Catalunya (Manlieu)
tappa Tour de France (Chaterauox)
tappa Tour de France (Brive la Gaillarde)
Millemetri del Corso di Mestre

1999 (Saeco, 16 vittorie)
Trofeo Pollença
Trofeo Inca
Trofeo Luis Puig
tappa Tirreno-Adriatico (Luco dei Marsi)
tappa Giro di Romandia (Ginevra)
2a tappa Giro d'Italia (Noto-Catania)
10a tappa Giro d'Italia (Ancona-Sansepolcro)
12a tappa Giro d'Italia (Cesenatico-Sassuolo)
17a tappa Giro d'Italia (Lumezzane-Castelfranco Veneto)
tappa Vuelta Catalunya (Tortosa)
tappa Vuelta Catalunya (La Geltru)
tappa Tour de France (Blois)
tappa Tour de France (Amiens)
tappa Tour de France (Maubeuge)
tappa Tour de France (Thionville)
Sei Giorni delle Rose (con Andrea Collinelli)

2000 (Saeco, 6 vittorie)
Gran Premio Costa degli Etruschi
4a^ tappa Giro d'Italia (Scalea-Matera)
tappa Giro di Romandia (Le Bouvret)
tappa Giro di Romandia (Ginevra)
6a tappa Giro del Mediterraneo
tappa Vuelta Valenciana

2001 (Saeco, 12 vittorie)
6a tappa Giro d'Italia (Nettuno-Rieti)
9a tappa Giro d'Italia (Reggio Emilia-Rovigo)
19a tappa Giro d'Italia (Alba-Busto Arsizio)
21a tappa Giro d'Italia (Arona-Milano)
5a tappa Giro di Romandia
4a tappa Giro del Trentino (Arco)
1a tappa Vuelta Aragona
5a tappa Vuelta Aragona
Giro della Provincia di Siracusa

2002 (Acqua e Sapone, 14 vittorie)
7a tappa Tirreno-Adriatico (San Benedetto del Tronto)
2a tappa Giro del Mediterraneo (Le Cannet)
Milano-Sanremo
Gand-Wevelgem
1a tappa Giro d'Italia (Groningen-Munster)
3a tappa Giro d'Italia (Verviers-Esch-sur-Alzette)
9a tappa Giro d'Italia (Tivoli-Caserta)
15a tappa Giro d'Italia (Terme Euganee-Conegliano)
18a tappa Giro d'Italia (Rovereto-Brescia)
20a tappa Giro d'Italia (Cantù-Milano)
3a tappa Vuelta di Spagna (San Vincente de Raspeg-Murcia)
4a tappa Vuelta di Spagna (Aguilas-Roquetas)
7a tappa Vuelta di Spagna (Jaen-Malaga)
Campionato del Mondo su strada (Zolder)

2003 (Domina Vacanze, 4 vittorie)
1a tappa Tirreno-Adriatico (Sabaudia)
3a tappa Tirreno-Adriatico (Sabaudia)
8a tappa Giro d'Italia (Rieti-Arezzo)
9a tappa Giro d'Italia (Arezzo-Montecatini Terme)

2004 (Domina Vacanze, 2 vittorie)
tappa Giro della Georgia (Columbus)
4a tappa Giro del Mediterraneo

2005 (Liquigas, 2 vittorie)
Classifica generale Giro della Provincia di Lucca
4a tappa Tour of Qatar (Doha Landmark)

lunedì 28 giugno 2010

Campionati Italiani Prof 2010

LE MOTO DELLA CRONO ....


E LE MOTO DELLA STRADA :))))) ......

Ruote Dura-Ace 2011

Presentazione novità Shimano per il 2011, pedali Dura Ace e ruote C35 cioè con profilo intermedio tra le attuale 24 e 50.
L' uscita sul mercato per il pubblico e' indicativamente ottobre-novembre 2010, ma già si sono viste nelle corse dei professionisti.
Io amo e preferisco le C50 ma è un fattore personale di gusto e guidabilità certo che questa è una ruota intermedia che potrebbe essere usata su qualsiasi terreno, dalle competizioni veloci alla salita visto il peso di soli 1.3 kg circa la coppia per tubolare.
Se vengono uate in allenament il comodo copertoncino altrimenti 1000 volte la versione tubolare, più leggere, confrotevoli e scorrevoli.
Prezzo ... non dichiarato ma non c'e' da aspettarsi niente di economico :)))))))
Le attuali Dura Ace C50 usciranno sul mercato ad Aprile 2011, dalle prime immagini non mi sembrano molto differenti dalle attuali a parte la grafica, pertanto potrebbe essere l' occasionissima per fare qualche affarone con il modello attuale (in un sito ho visto la versione tubolare a 1099 euro .... contro i 2700 euro di listino !!!!!!!)
E come si suol dire in questi casi .... cominciamo a riempire i maialini con le monetine ;O)))))

PEDALI DURA ACE 2011
Peso 248 grammi la coppia

RUOTA DURA ACE C35 POSTERIORE TUBOLARE
Peso la coppia 1339 Grammi


RUOTA DURA ACE C35 ANTERIORE TUBOLARE



RUOTA DURA ACE C35 POSTERIORE COPERTONCINO
Peso la coppia 1627 Grammi

RUOTA DURA ACE C35 ANTERIORE COPERTONCINO



domenica 27 giugno 2010

E dopo 3 anni finalmente salita !!! Pianezze

PURTROPPO l' AFA NASCONDE UN PANORAMA STUPENDO

E finalmente arrivò anche il giorno di una salita vera, Il Monte Cesen fino a Pianezze, dopo 3 anni dall' ultima volta (almeno così ricordo), chiaro che gli strappetti del Montello non si possono considerare salita visto che sono lunghi 2-3 km in tutto (purtroppo).
Partiamo dal mattino, sveglia alle 5:40 abbondante colazione visto che avevo idea di fare la gara di MTB, nel frattempo, decido che non ne ho voglia e così nell' incertezza più assoluta decido di partire con la BDC senza un programma ben definito.
Pedalo, pedalo e a Treviso mi viene l' illuminazione, "vado a fare le Pianezze" le avevo fatte 3 anni fa appena ricominciato a correre e dentro la mia testa sono una scalata di 10.5 Km (in verità sono 11.3 dalla Piazza di Valdobiadene. Arrivato alla salita, decido di andare su forte per verificarmi, ma non a tutta, così cerco di tenere una pedalata costante con il 39x27 e la frequenza di soglia, questa scelta sarà vincente perchè questo ritmo a 13-14 km/h mi permette di arrivare fino in cima con una media di circa 70 Rpm giusto giusto con le forze al limite.
811 Metri di dislivello, 11.3 km di lunghezza rendono l' idea della durezza che hanno le rampe del Cesen, con punte spesso oltre il 10%.
La temperatura era veramente calda oggi circa 30 gradi, ma in cima per fortuna ho trovato ben 20 gradi che mi hanno permesso di scendere senza problemi, visto che ero senza la mantellina.
La salita tecnicamente è incredibile ha una pendenza costante con pochissime variazioni di pendenza, questo ne fa una salita ideale per lavori di medio-soglia, ripetute etc etc.
Andando su uno spettacolo praticamente un Gran Fondo senza numero, centinaia e centinaia di corridori a scalare questa salita che in provincia di Treviso e' assolutamente mitica. Alla fine per me 53 minuti di scalata che mi soddisfano ampiamente, per quelle che sono le mie caratteristiche, i corridori forti le fanno sotto i 45 minuti e i Campioni vanno sotto i 40 minuti, quindi diciamo un tempo mediocre, ma tanta tanta soddisfazione e anzi mi riprometto di tornare molto presto perchè è stato un divertimento grande.
In più credo che salite del genere siano allenanti in una maniera incredibile, in fondo è quasi impossibile fare 50 minuti di soglia in pianura questi sono sforzi che solo nelle grandi scalate si possono fare.
Alla fine ho portato a casa 5 ore di bici e 140 km, una giornata molto positiva in totale relax per la testa (un pò meno per le gambe) che spero appunto di ripetere presto.

FILE GARMIN DELL' ALLENAMENTO:

NOTARE QUANTI CORRIDORI HO INCROCIATO
IN QUESTO BREVE TRATTO DI DISCESA ....

video

sabato 26 giugno 2010

Jan Ullrich




Jan Ullrich (Rostock, 2 dicembre 1973) vincitore del Tour de France 1997 e della Vuelta a España 1999

Rientra tra i corridori che hanno vinto tappe in tutti i grandi giri: Tour de France, Giro d'Italia e Vuelta a España.
In otto partecipazioni al Tour è salito sette volte sul podio: primo nel 1997; secondo nel 1996, 1998, 2000, 2001, 2003; terzo nel 2005. Solo nel 2004 fu quarto.
Nella storia della corsa francese è preceduto da Lance Armstrong con sette vittorie e un terzo posto, Bernard Hinault con cinque vittorie e due secondi posti; mentre solo Raymond Poulidor vanta un maggior numero di podi con tre secondi e cinque terzi posti.
In occasione delle due vittorie nelle grandi corse a tappe, il Tour del 1997 e la Vuelta del 1999, ha conquistato la maglia di leader della classifica, poi tenuta sino alla fine della corsa, al termine della tappa con l'arrivo in salita ad Andorra-Arcalís.
Nella medesima tappa del Tour de France 1997 Ullrich ha inoltre stabilito il record di potenza media espressa su di una salita, con 475 watt.

1995
Campionato nazionale tedesco a cronometro

1996
3ª tappa A Regio-Tour
Classifica generale Regio-Tour
20ª tappa Tour de France

1997
10ª tappa Tour de France
12ª tappa Tour de France
Classifica generale Tour de France
HEW Cyclassics
LuK Cup
Wielerronde van Boxmeer-Daags na de Tour
4ª tappa Tour de Suisse
Gouden Pijl-Emmen
Campionato nazionale tedesco in linea

1998
7ª tappa Tour de France
16ª tappa Tour de France
20ª tappa Tour de France
Rund um die Nurnberger Altstad
Rund um Berlin
Nacht von Hannover
Sparkassen Giro Bochum

1999
5ª tappa Vuelta a España
20ª tappa Vuelta a España
Classifica generale Vuelta a España
Campionato del mondo su strada a cronometro

2000
Giochi olimpici - Prova in linea
Coppa Agostoni

2001
Campionato nazionale tedesco in linea
Giro dell'Emilia
Versatel Classic
Campionato del mondo a cronometro
Nacht von Hannover
Profronde van Stiphout
3ª tappa Giro della Provincia di Lucca
1ª tappa Hessen Rundfahrt

2003
12ª tappa Tour de France
Giro di Colonia
Ru-Cup Essen
Nacht von Hannover
Profronde van Stiphout

2004
1ª tappa Tour de Suisse
9ª tappa Tour de Suisse
Classifica generale Tour de Suisse
Coppa Sabatini
Ru-Cup Essen
Grazer Altstadtkriterium

2005
2ª tappa Tour de Suisse
8ª tappa Giro di Germania
Nacht von Hannover
Entega GP
Mayrhofer
Eurobike Altstadtkriterium Ravensburg

2006
9ª tappa Tour de Suisse
Classifica generale Tour de Suisse
11ª tappa Giro d'Italia

CAMPIONE DEL MONDO 1993 DILETTANTI











CHE PODIO !!!






JAN OGGI :O))))



CAAD 10 SIIIiiiiii..... !!!!!!!!


CAAD 10 Dura Ace


CAAD10 ULTEGRA

CAAD10 105

Considerazioni personali: Il caad10 mi sembra a prima vista come telaio molto simile al mio Caad9, ma già il fatto che abbiano modificato il movimento centrale con lo standard bb30, modifica totalmente la bicicletta, altra modifica non da poco la forcella al posto del modello Ultra, questa e' la Cannondale Carbon Fork (speriamo non abbia quell' inguardabile inserto di acciaio che aveva la prima) ad ogni modo sul catalogo dichiarano solo 390 grammi.
Poi a catalogo hanno inserito il modello "bello" con Dra Ace e ruote Rs80, quindi compenenti pregiati (probabilmente per fare concorrenza a Canyon) cheaveva un modello in Alluminio montato Dura Ace mentre Cannondale no, anche se grazie al 105 versione nuova anche il Caad 105 mi sembra una libidine e penso sia pure gran economico (credo a sensazione sotto i 1500 euro).
Considerando i componenti della versione Dura Ace (solo le leve e il cambio posteriore ... furbacchioni!!! Il resto rimane comunque Ultegra) credo che peserà un bel kg meno della mia, se non un Kg ci andiamo molto vicino solo il gruppo sono più di 400 grammi di differenza, poi il movimento bb30, e il resto ....
Come prezzo "credo" non avendolo trovato che saremo sui 2499 cioè il prezzo della Canyon, mettiamoci pure uno sconticino del rivenditore e il gioco e' fatto.
Da quello che ho capito hanno pure ribassato alla grande i listini generali di tutti i modelli, pertanto nel 2011 ci sarà da fare affari d' oro con i nuovi prezzi, cominciamo a mettere via le monetine dentro al maialino perchè a questo punto non ci sono più dubbi ......

Purtroppo nota dolentissima ... sprisce il mitico marchio Hand made in Usa .... su questo stendiamo un velo pietoso .....

SPECIFICHE DA CATALOGO








CANNONDALE 2011 !!!!

E' USCITAAAAAaaaa.... !!!!!
CAAD 10 .......
Anche in versione Dura Ace

Supersix hi mod team
Notare le Mavic Cosmic in versone 2011 !!!


LISTINO PREZZI AL PUBBLICO

SuperSix hi mod 2 red

Synapse HI Mod Sram Red

Synapse HI Mod Dura Ace

SuperX
Synapse HI Mod Dura Ace

SuperSix hi mod 1 dura ace

SUPERSIX Dura Ace Compact

Slice hi MOD Ultimate


venerdì 25 giugno 2010

Me and Elvis .... 1.24:56

Quando pedali a 40 Km/h senza fare fatica ....bhe qualche numero c'e' per forza

video
148 Bpm velocità 39 Km/h media 36.2 km/h


ElvisJET

ME

FILE GARMIN DELL' ALLENAMENTO: