martedì 30 novembre 2010

Giro Formula 1 in MTB ....

Maremma che specorata imprevista, allucinante come le cose, non siano quello che siano, ma sono quello che noi vediamo !!!! Un pò contorto come ragionamento, ma adesso mi voglio spiegare meglio.
Per il periodo invernale, come ho già fatto l' anno scorso, vorrei mettere a riposo la BDC e usare la MTB, non c'è una vera e propria spiegazione logico-scientifica, ma semplicemente, per variare un pò i soliti percorsi e allenamenti.
Ad ogni modo l' unico dato di fatto reale è che con la MTB su strada si va più piano, io ho calcolato almeno 7 km/h circa a 30 e oltre a velocità maggiori ....
Questo per quanto riguarda l' inverno è anche positivo, vuol dire a parità di sforzo meno aria fredda che si abbatte sul corpo, ma quando come oggi ti presenti in F1, bhe cominciano i problemi ....
Al solito ritrovo causa una giornata fredda e grigia eravamo "solo" una ventina, all' inizio siamo partiti piano piano e fino a Cà Tron si andava a 30-35 km/h, a questa andatura sentivo di faticare, ma decisamente nella normalità, grosso modo stavo sul fondo lungo a 140 battiti.
Ala fine di Cà Tron in zona Marteggia, l' andatura si è decisamente alzata e da 30-35 siamo passati velocemente a 35-40 km/h e per me sono pure cominciati i problemi.
La frequenza è schizzata al medio e ho cominciato a perdere posizioni, ero costretto pure a cercare la scia di quelli davanti in modo da fare meno fatica ......
Alla fine di Marteggia inizio Fossalta, poi con il vento a favore le cose sono pure peggiorate e quando davanti hanno cominciato la rumba oltre i 40, io ho cominciato ad andare in soglia da prima per poi in zona Zenson assestarmi a 180 battiti continui !!!!
Le gambe hanno cominciato a pietrificarsi e mi chiedevo ma chi caXXo è che tira così forte davanti .... E alla fine erano comunque i soliti forti di sempre, Steve, Francesco "MR", Pietro, etc etc. solo che io soffrivo come un cane.
Da Zenson in poi ho dovuto staccarmi ero a tutta e non ne potevo più ...... Benzina totalmente finita !!!!
Arrivato a Monastier, ho tagliato il percorso e sono riuscito a riaccodarmi a loro proprio all' inizio delle Fiandre .....
Oramai ero proprio alla frutta, ma ho voluto stringere i denti per rimanere attaccato (classico errore che non si dovrebbe mai fare) ma a staccarsi non piace mai a nessuno, questo è pacifico.
Pietro le Fiandre le ha aggredite come un forsennato e io sono rimasto attaccato per un pelo, arrivati alla svolta delle fornace poi ha cominciato il forcing Francesco MR ha fatto due km a 40-42 che mi hanno fatto andare fuori giri un' altra volta, a quel punto ho cominciato ad avere le visioni mistiche e non vedevo più il solito Francesco MR, ma vedevo n passistone incredibile che "menava" a tutta e io come un criceto a frullare per rimanere attaccato ....
Poi quando all' ultimo Km è passato Pietro in testa, sembrava un Boing 747 in fase di decollo, una accelerazione paurosa oltre i 50 km/h e io ciaooooo..... staccato un' altra volta (per dire la verità con altri che erano in BDC) ma comunque in tempo per vedere la volatona finale vinta appunto da Pietro davanti al velocista del Marcon Renzo Buscato e al terzo posto Angelo Ostan ....
Io a casa diretto, lingua di fuori e per la prossima volta prima di tornare in MTB ci pensiamo ben bene, la legnata oggi è stata bella tosta :O))))))

BOTTO CLAMOROSO !!!!

Andamento del sondaggio


La prima settimana di sondaggio per l' Oscar del miglior ciclista amatore nel 2010 è passata e si possono tirare le prime conclusioni.
Al momento hanno votato circa 60 persone, direi un numero abbastanza elevato per rendere la statistica credibile, diciamo che raggiunti i 100 votanti la soglia minima potrebbe considerarsi superata.
Vi ricordo che alla fine delle votazioni i primi 3 classificati di ogni categoria, farò ripartire il sondaggio e questi 9 corridori, parteciperanno poi alla votazione finale, per l' elezione del migliore in assoluto.
Ricordo inoltre che è possibile votare anche più di 1 corridore alla volta (vi consiglio vista la natura del voto di votare almeno 3 corridori per categoria).
Al momento nella categoria Veterani, è in testa Giancarlo Casotto del Team Elisa di Vito Bovo, fortissimo velocista, ma non solo, corridore di fondo che riesce anche attaccare per poi imporsi allo sprint con le sue doti di sprinter. Dietro a lui al momento ci sono Giuseppe Chiarolla vincitore tra le corse più prestigiose, del Campionato del Mondo Uisp e della 3 giorni di Bordighera, terzo Luca Colombo ex professionista ed ex Campione del Mondo della mitica 100 Km a squadre, dietro ai primi 3 i giochi non sono per nulla chiusi in quanto la classifica è abbastanza corta.
Nella categoria Senior c'è un bel testa a testa tra il Campione del Mondo Agostini e il Campione Europeo Trolese, di loro non faccio l' elenco delle vittorie in quanto hanno vinto praticamente tutto da Bordighera al San Boldo sono nettamente i migliori.
Dietro a loro i giochi per il terzo posto sono ancora aperti tra i vari Mascheroni, Sist, Girelli e Presti.
In fine tra gli Junior altro testa a testa tra il Campione Italiano Igor Zanetti e l' ex Elite Davide Beccaro, da una parte Igor ha vinto corse di qualità come Bordighera, la Solesino Calaone, il Derny di Carmignano del Brenta e appunto gli Italianid i categoria, dall' altra parte Beccaro con le 3 vittorie si è dimostrato uno dei più vincenti in assoluto.
Marco Toffolo del Team Adige è al terzo posto seguito da vicino dall' ex professionista Ivan Ravaioli e al momento sembra in vantaggio sugli altri corridori.
Mancano ancora 12 giorni alla fine del sondaggio e i giochi a parte per qualche situazione non sembrano assolutamente fatti, anche qui sarà una bella battaglia come sempre.


lunedì 29 novembre 2010

Night Bike quasi ci siamo

VIDEO INTERESSANTE


In questo video si può vedere bene come deve essere equipaggiata la bici per correre con il buio su strade poco o per nulla illuminate.
Nel frattempo io ho preso le luci e quasi ci siamo, la mia idea è di fare una Night Bike, cosa si intende per Night Bike ?
Avendo mezza intenzione di partecipare alla 24 ore del Montello, devo per forza provare a vedere come è correre con il buio, che non significa pedalare alle 18 di sera, ma la mia idea di preparazione è partire verso le 22:00 di sera, nel cuore della notte e pedalare un 3-4 ore fino alle 2:00, in modo da abbinare vari elementi contemporaneamente.
1) l' abitudine alla guida con l' oscurità e la gestione della strada

2) Pedalare in una fase di stanchezza relativa, dove il corpo normalmente richiederebbe un sano sonno e di conseguenza un primo approccio alla privazione del sonno sotto sforzo.

3) La gestione della distanza notturna che chiaramente non ho mai fatto ma che come prima esperienza in linea di massima cercherò di fare almeno con il chiaro di luna.

Al momento non ho ancora pronta la bici al 100% e mi manca anche il giubbino di legge con i rifrangenti come il codice della strada richiede, in più devo riuscire ad incastrare questo allenamento con il lavoro, la famiglia etc etc quindi non sarà facile, comunque sia conto di provarci adesso che le temperature sono almeno accettabili, prima di gennaio quando sicuramente sarà troppo freddo per pedalare di notte.

Le luci che ho preso sono:

Anteriore: CatEye HL-EL530 Opticube LED Bike Bicycle Light EL-530

Posteriore: CatEye TL-LD1100 Red LED Bike Taillight Cat Eye LD-1100

Laguna Phuket Triathlon 2010 1) Massimo Cigana

Notare la 3à classificata femminile ....


I numeri della stagione 2010

36 Gare disputate
21 Piazzamenti nei primi 10
0 Vittorie
0 Tituli
1 Gran Fondo
1 Gara in MTB
2 Raduni non competitivi
17.000 Km in bici
260 allenamenti+gare in bici
Aumento di quota: 35.314
Ore di bici: 563.10:23
1 Corsa podistica
Ore di corsa: 9.38:25
80 Km di allenamento a piedi
189.7 Km il giro più lungo in bicicletta

W Garmin ....

Buona fortuna a tutti

Spero che il mio blog vi porti fortuna a tutti !!!

sabato 27 novembre 2010

E se ancora non siete stanchi .....

Calendario di qualificazione alla Parigi-Brest-Parigi 2011

In linea di massima per brevettarsi e quindi essere qualificati alla parigi Brest Parigi 2011, un buon calendario per i corridori Veneziani potrebbe essere:

  • 27 Marzo a Ponte nelle Alpi la 200 Km
  • 17 Aprile a Ponte nelle Alpi la 300 Km
  • 15 Maggio a Portogruaro la 400 Km
  • 5 Giugno a Portogruaro la 600 km
Ecco comunque da cicloturismo il calendario "semi ufficiale" per il 2011

FEBBRAIO-MARZO

APRILE-MAGGIO

GIUGNO-LUGLIO

SETTEMBRE-OTTOBRE


Giro in F1 in 1.23:44

Oggi per me è stata una giornata complicata in F1, non sono mai riuscito a trovare il bandolo della matassa e così alla fine non ho combinato niente di buono (a parte aver fatto comunque un buon allenamento), va bhe ci sono dei momenti che stai bene, che senti che la condizione è buona, ma ti giri e tutti ti sono sempre e comunque dietro, molli un secondo e zac .. La fuga va via e si rimane con un palmo di naso !!!!
Ecco questa è la sintesi della mia giornata, che era anche partita benone, un bel sole, fresco anzi freddo, ma cielo azzurro e gradevole, ideale per una bella sgroppata in compagnia.
Infatti così l' hanno pensata in molti, in f1 oggi era una bolgia, qualcuno ha contato 70 corridori !!!! Non ho fatto ne foto ne video in quanto avevo veramente paura ad andare indietro in un gruppo così numeroso, diciamo pure pericolosetto nel traffico aperto .....
Ad ogni modo nonostante questa moltitudine di corridori, a tirare come al solito in 4-5 volenterosi, poi tra strappi, buchi, scatti e rilanci è stato quasi sempre un casino a parte quando si metteva in testa CCR che trenava regolare a 38-40 km/h costanti per qualche km.
Tutti comunque sempre assieme fino a Spercenigo, dove ho provato ad aprire il gas un pò più seriamente, però non sono mai riuscito a fare una vera e propria differenza, mi sono trovato un paio di volte in fuga, ma poi alla resa dei conti non si riusciva mai a lanciare bene la doppia fila ed ogni volta il gruppo veniva a chiudere.
In zona Fiandre ho provato a dare un' ultima sgasata a tutta, ma in effetti le gambe non erano proprio al top e una volta ripreso, quando sono partiti Steve e Pietro, mi sono fatto fregare nelle retrovie, a questo punto loro davanti hanno menato di brutto e ciao per tutti non li abbiamo più ripresi, hanno fatto il classico numero.
Io a quel punto mestamente ho messo il 39 e mi sono staccato alla fornace quello che dovevo e potevo fare l' avevo dato, nessuna recriminazione, ci sono anche queste giornate dai .....

DATI F1:

Tempo: 1.23:44
Distanza: 50.33 Km
Velocità media: 36.1 Km/h
Bpm medi: 155
Temperatura: 9.0°

venerdì 26 novembre 2010

Sondaggio i migliori del 2010


In questo periodo di ciclismo poco pedalato e più parlato ho deciso di aprire un sondaggio su quale sia il migliore ciclista (per quanto riguarda i circuiti classici udace per capirci) prima diviso per categoria Junior, Senior e Veterani e poi in un secondo momento tra i primi 3 classificati di ogni categoria, sarà eletto anche in assoluto il miglior ciclista amatore del 2010.
Purtroppo di molte regioni non conosco i corridori, pertanto se avete segnalazioni su nominativi di corridori meritevoli di essere inseriti in graduatoria, sono ben accetti, i nominativi li ho estrapolati dagli ordini di arrivo online dei vari Campionati Italiani e Mondiali.
Per i più forti intendo chiaramente quei corridori che si distinguono non solo a livello locale, ma in assoluto, corridori che hanno fatto almeno una decina di vittorie.
Il mio vuole essere solo un sondaggio senza nessuna velleità di eleggere il migliore, ma trovo sia simpatico sapere cosa ne pensano i colleghi amici su chi sia veramente il più meritevole corridore del 2010.
Ho lasciato la possibilità di esprimere anche più di una preferenza.

mercoledì 24 novembre 2010

Voglia di Night Bike

Quindi ricapitolando l' impianto luci minimo per fare ciclismo by night serio e in sicurezza è, luce frontale, luce posteriore e luce di riserva sul casco .....

Se avessi avuto le luci pronte a casa sarei partito stanotte senza pensarci due volte !!!!

SISTEMA LUCI CATEYE:



E PER CHI VUOL FARSI "NOTARE" !!!!



MYO XP LUCE DA CASCO:

MYO® XP
Lampada frontale potente con 4 livelli d'illuminazione,
funzione Boost e diffusore grandangolare
La lampada frontale MYO XP è stata progettata per garantire performance di alto livello. Comprende un Led potente, un diffusore grandangolare, tre livelli d'illuminazione fissa e una funzione lampeggiante. Questa lampada permette di rilasciare un'illuminazione potente adattabile alla situazione e alla natura dell'attività svolta. Il diffusore grandangolare retrattile è utile per un'immediata alternanza tra illuminazione di lunga portata e illuminazione di prossimità. Se necessario, è possibile aumentare in maniera netta la potenza d'illuminazione a 150 lumen con la funzione Boost (per localizzare una persona, un veicolo, ecc.) Per gestire efficacemente l'autonomia disponibile,
la lampada dispone di un indicatore luminoso di scarica delle pile.

Illuminazione di elevata potenza:
- 150 lumen (funzione Boost), 85 lumen (livello massimo),
- illumina a 97 metri (funzione Boost).
Illuminazione adattabile alle esigenze:
- possibilità di adattare l'intensità luminosa all'attività: tre livelli d'illuminazione
(massimo, ottimale, risparmio),
- diffusore grandangolare che permette di passare rapidamente e con un solo gesto da un'illuminazione di prossimità ampia ad un'illuminazione di lunga distanza focalizzata,
- funzione Boost per aumentare la potenza in caso di bisogno, ottimizzando il consumo d'energia ed il peso (175 g con le pile),
- dispone di una funzione lampeggiante,
- adatta alle attività di endurance: 180 ore di autonomia al livello risparmio,
- blocco ottico orientabile per dirigere la luce nella direzione desiderata.
Comoda e stabile durante l'azione:
- design compatto,
- fascia elastica del girotesta regolabile,
- elastico superiore fornito (non montato) per migliorare la stabilità in caso di bisogno.
Affidabile e robusta:
- indicatore luminoso di scarica delle pile: avviso a circa il 70% e successivamente al 90% di scarica delle pile,
- protezione degli interruttori in posizione rialzata,
- nessuna sostituzione di lampadina,
- resiste all'acqua per un utilizzo in qualsiasi condizione meteorologica.

NiteRider Cherry Bomb 1/2 Watt LED Rear Bike Light



NiteRider Cherry Bomb 1/2 Watt LED Rear Bike Light . These really are very bright lights which can be seen from a long way away
Super Bright Half watt LED allows for up to 1 mile visibility
Multi-directional collimator designed for maximum rider visibility
Reflector insert allows rider visibility even when in the off mode
Swivel mount allows for vertical or horizontal mounting
Clip and bike mount included for flexible mounting options
2 Different modes: Flash/Steady
20 to 40 hours run time depending on Mode used.
2 x AAA Batteries included

SIGMA SPORT PowerLED Black



La nuova POWERLED BLACK* migliora ulteriormente le prestazioni della POWERLED: ancora piu' luminosa, sino a 90 Lux) fascio luminoso piu' largo e 3 livelli di potenza anziche' 2. Funziona con 4 batterie (comprese) oppure con il nuovo accumulatore IION agli ioni di litio. Corpo in alluminio resistente all'acqua e attacco al manubrio senza attrezzi.

PowerLED Black-Features:

Ancora piu'luminosa - 90 LUX
Fascio luminoso piu' largo
High Power LED
3 livelli: Risparmio-, Standard- e Powermodus
Lunga durata(3,5 ore Power-, 5,5 ore Standard- e 11 ore Energiesparmodus con IION Akku)
corpo in alluminio
resistente all'acqua
indicatore di batterie
montaggio senza attrezzi (Unifit 22-32 mm)
regolabile orizzontalmente
reparto batterie removibile per uso con accumulatore
interruttore click
compatibile con accumulatore IION
attacco al casco opzionale
non compatibile con accumulatore NIPACK

Non solo bici .....

TEAM ITALIANJET e AMICI

SERATONA AL PUB





E ALLA SERA A LETTO PRESTO .....

video

martedì 23 novembre 2010

Fuga a 4 in F1 tempo 1.21:08

ARRIVO A MUSESTRE DEI 4 FUGGITIVI !!!!

video

Gran bel allenamento oggi in F1, gruppo particolarmente affollato 41 corridori presenti praticamente un Record !!!
L' andatura è stata forte da subito, sinceramente mi aspettavo una giornata tranquilla, dove a ruota si stava facile e si poteva farsi trasportare dolcemente dal gruppone, ma appena arrivati a Cà Tron si è capito subito che oggi era una giornata di quelle dove si viaggia veloci .....
Passati Fossalta dove eravamo tutti assieme, in zona Spercenigo il vento ha cambiato e si fatto laterale, chiaro che in quei momenti il "buco" è dietro l' angolo, infatti dopo un tentativo solitario di Pietro, sono partito in contropiede, con me Alvaro e Roberto "Peppiniello" oltre ovviamente a Pietro, in 4 poi non c'è stata più storia, all' inizio avevamo il vento in faccia e bisognava stringere i denti, poi verso le Fiandre l' aria è cambiata e abbiamo preso pure un bel passo con cambi regolari sempre sui 40-42 km/h.
A questo punto per quelli dietro era dura venirci a prendere e così abbiamo tirato dritto fino all' arrivo fino a Musestre con un discreto vantaggio, io personalmente mi sentivo le gambe super, magari averle avute sabato così ......
A Parte chiaramente Pietro che si sa è fortissimo, vorrei fare i miei complimenti personali ad Alvaro che corre nella categoria Super G ed è sempre con noi A TUTTA ...!!!
Ma in particolare modo a Roberto Peppiniello che ieri al lavoro ha fatto la notte è tornato a casa alle 7 di mattina, ha dormito qualche ora per venire A TUTTA in Formula 1 e stanotte tornava a fare il turno dalle 10 alle 6 di mattina, ragazzi tanto di cappello il vero vincitore è lui !!!!

DATI GIRO FORMULA 1:

Tempo: 1.21:08
Distanza: 50.4 Km
Velocità media: 37.3 Km/h
Battito medio: 156
Temperatura: 11.2°

FUGA a 4 in F1

GRANDE PEPPINIELLO !!!

GRANDE ALVARO !!!


LA FUGA IN ZONA FIANDRE

video

Sigla giro d' Italia VINTAGE !!!

LA MIGLIORE SIGLA MAI FATTA PER IL GIRO !!!!



lunedì 22 novembre 2010

Caxxeggio generale !!!!

Comincia un periodo di relativo relax nel senso che ho subito approfittato per fare un paio di usciti di caxxeggio generale .... Domenica per dire la verità volevamo farci un bel giro sul Montello con la F1 ma causa sta caXXo di pioggia che ci perseguita abbiamo dirottato per una sgambatina di chiacchere con Nicola e Francesco, oggi invece uscitina ma proprio ina ina di 30 km con Max fino a Meolo per un caffettino, si è discusso ancora del progetto 24 ore del Montello, certo siamo ancora alle linee ... Nel senso che prima erano discorsi a grandi linee, adesso le linee sono un pò più piccole e concrete, ma pur sempre di linee parliamo questo per dire che non siamo ancora 100% sicuri di farla (diciamo un 70% dai).
Parlo di "siamo" al plurale in quanto come si può ben immaginare per una "avventuara" del genere entrano in gioco molti fattori e anche chiaramente altre persone.
Inoltre in queste uscite si comincia a "vaneggiare" con i sogni, su cosa fare nel 2011 e si passa dalla 24 ore di Feltre (se ci sono adesioni si può parlarne ....) alle Gran Fondo più dure e difficili, tanto d' inverno con la lingua e molto più facile :o))))))

P.S. Domani ricordo la seratona Spritz ritrovo alle 20:00 in negozio da me dalle Bomboniere in Porta est e poi andiamo al Caffè San Paolo che è lì vicino !!!!!

IL BAFFO CRESCE .....

CAFFETTINO ....

IL LAVORO CI PERSEGUITA .....

IL NUOVO DE ROSA KING 3 DI FRANCESCO "MR"

FRANCESCO "MR" e NICOLA ZAMBOONEN

PIOGGIA PIOGGIA e ANCORA PIOGGIA !!!

GAMBA LUNGA DA VELOCISTA ...


sabato 20 novembre 2010

Gara a CANNEVIE’ di POMPOSA 4°

VOLATA FINALE VINTA DA MARTINAZZO
(Ma io subito dietro :o))))

Foto Martinazzo

PREMESSA:

Purtroppo oggi ci hanno aperto la macchina e ci hanno ben ripulito i portafogli ed altri oggetti personali, mi girano tremendamente le scatole in quanto sono praticamente convinto che sia un corridore l' autore del fatto per una serie di indizi ...
Questo oltre al danno mi rendo parecchio triste ed arrabbiato .... Spero venga beccato presto e che paghi per tutte quelle che ha fatto senza attenuanti.

CHIUSA PREMESSA.

Foto martinazzo

Ed eccoci arrivati alla fine delle corse su strada per questa stagione 2010, ho chiuso con lo stesso risultato con il quale avevo cominciato un 4° posto di categoria.
Alla luce della giornata non brillantissima che avevo oggi rimane un ottimo risultato, che comunque mi soddisfa, certo le aspettative iniziali mie erano ben differenti e ad arrivare con i primissimi ci si abitua subito, comunque sia il risultato è stato buono, forse però ho semplicemente beccato la giornata così così .....
Alla partenza eravamo nonostante la stagione avanzata e il tempo fortemente incerto una quarantina di "eroi" pronti alla battaglia, circuito di circa 18 km "dichiarati" da ripetere 4 volte rispetto agli iniziali 5 giri previsti.
Come al solito alla partenza nelle due categorie Uisp di G1 e G2, pochi ma estremamente buoni, almeno la metà dei partecipanti li conoscevo in quanto Veneti che trovo regolarmente tutte le domeniche, pronti via e siamo sul ciglio della strada a "specorare" causa un forte vento dal mare che ha condizionato parecchio la gara rendendola durissima !!!!
Facciamo tutto il primo giro a strappi violenti e rallentamenti, fino a che su un punto particolarmente ventoso se ne vanno Dell' Alpi e Capra sono di due categorie differenti e quindi viaggiano forte di buon accordo, mentre dietro, il gruppo nel tentativo affannoso di chiudere comincia una serie incredibile di scatti e contro scatti, questa strategia purtroppo per il gruppo è fatale, i primi due sono fortissimi e pedalando regolari, guadagnano un vantaggio incolmabile da subito, mentre dietro la gara diventa un macello, già pochi che eravamo, cominciamo a frazionarci in continuazione e causa questi scatti bestiali alla fine ci saranno pure parecchi ritiri.
Solo verso l' ultimo giro oramai rimasti una ventina al massimo procediamo con una doppia fila abbastanza regolare, ma nel frattempo i primi due sono diventati imprendibili, così rimane la gara per i piazzamenti.
Io nell' ultimo giro vado in crisi totale, conto quanti siamo rimasti e vedo che siamo solo in 7, a questo punto tiro un pò i remi in barca tanto che a 3-4 km dall' arrivo rimango intruppato e staccato, fortunatamente un paio di quelli buoni che erano rimasti con me, fanno lo sforzo di chiudere e proprio all' ultimo km dove c'è una svolta secca a sinistra, comincia un lungo rettilineo con un terrificante vento contrario.
A questo punto magicamente mi ritornano le forze (da buon velocista quando sento aria di traguardo mi sento rinato) e riesco a passare sulla sinistra dalla parte dell' aria, una volta davanti c'è un muro di aria, la volata parte piano e non è fortissima e praticamente una tirata di potenza lunga e con le ultime forze rimaste riesco a fare 6° della volatona (8° assoluto) e 4° di categoria per dire la verità ad occhio mi pareva di essere 7° e 3° di categoria ma non cambia nulla tanto il premio era uguale alla velocità di soli 54 km/h la volata più lenta dell' anno, ma allo stesso tempo una delle più dure !!!!
Così si chiude la stagione su strada, se dovessi valutarmi, mi darei un 5 all' inizio e un bel 7 alla fine che come media diciamo vale un 6, spero (devo) che gli errori fatti quest' anno mi servano di lezione per fare finalmente nel 2011 quel piccolo salto di qualità che manca, ma che sento di poter fare.

ORDINE DI ARRIVO G3

ORDINE DI ARRIVO G2

ORDINE DI ARRIVO G1

ORDINE DI ARRIVO G4 e G5

IL PREMIO DI OGGI:

FILE GARMIN DELLA GARA:

venerdì 19 novembre 2010

Martedì 23 Novembre Spritzetata JET

Martedì sera 23 Novembre ore 20:30 ci ritroviamo per una Spritzettata Jet, serata libera aperta a tutti gli amici, il locale è il Caffè San paolo di Marcon (VE) è un Pub molto simpatico in stile Brasiliano Coktail, bibite, panini, cicchetti e quant' altro sono le specialità della casa.
Il locale si trova in Via Porta Est 10 nella zona del Centro Commerciale Valecenter, in caso se avete dubbi venite in negozio da me alle Bomboniere che è vicinissimo e poi andiamo assieme appena ho finito con il lavoro.

Si prega di confermare GRAZIE

MAPPA IL LOCALE SI TROVA VICINO ALLA A


Secondo me nel ciclismo mancano ......

LATO A

LATO B


giovedì 18 novembre 2010

PIPPO POZZATO for VENETO

GRANDE PIPPO POZZATO
FORZA SOSTENIAMO L' INIZIATIVA

«Vedere allagate le strade di casa mia, quelle sulle quali ho imparato ad andare in bicicletta, mi ha dato grande tristezza. Per questo non potevo restare con le mani in mano...».
Dopo Baggio e la Jolie, anche Filippo Pozzato si mobilita per dare un aiuto concreto alle popolazioni alluvionate del Veneto. Il campione del Team Katusha, infatti, ha deciso di devolvere 10mila euro agli enti che si occuperanno della ricostruzione delle abitazioni lesionate dalle esondazioni, abbinando anche un'iniziativa benefica organizzata in collaborazione con la ditta vicentina Scicon di Massimo Fantin. Da questa partnership è infatti nata la Pippo Pouch, ovvero un sacchetto in microfibra leggerissima (30x40) dall'impiego multifuzionale, che può contenere abbigliamento di ricambio, scarpe, caschi od essere utilizzato in viaggio come laundry bag.
L'articolo - disponibile in circa 5000 esemplari, sarà in vendita a breve su www.sciconbags.com a 10 euro con la firma originale di Pozzato ed il ricavato andrà a favore degli alluvionati veneti: «Oggi vivo a Montecarlo - conclude Pozzato - ma il mio cuore resta saldamente piantato nella mia terra d'origine. Non sono abituato a pubblicizzare i miei gesti benefici, ma qui si trattava di sensibilizzare l'opinione pubblica rispetto ad un disastro sul quale non si può rimanere impassibili. Per questo oggi dico a tutti gli sportivi: comprate quella borsa e qualche famiglia, che oggi ha perso tutto, vi dirà grazie».

LINK:


ALTRE INFO:


Fonte:tuttobiciweb

mercoledì 17 novembre 2010

24 Ore del Montello



Oggi sono andato a provare il percorso della 24 ore del Montello, si tratta di una gara particolare cioè una Ultra Maratona, della durata appunto di 24 ore, in pratica una cronometro di 24 ore e vince chi percorre più Kilometri, sfidando, la fatica, il sonno, la fame e sopratutto la notte.
La 24 ore del Montello ha un sito internet:


Purtroppo non ho trovato informazioni sull' edizione 2011, certo che se venisse disputata .... Bhe tra il dire e il fare c'è di mezzo una enormità qui, però dentro di me un piccolo pensierino devo essere sincero c'è.
In fondo mi sono sempre sentito un fondista, uno che con i Km, quando gli altri calano tende a mantenere la potenza costante nel tempo, in passato ho fatto anche qualche "pazzia" kilometrica, ma una 24 ore deve essere una corsa devastante ed emozionante allo stesso tempo.
Guardando poi la lista degli iscritti è facile notare come venga disputata da corridori che fanno questa gara come professione, SuperMan della bicicletta che dell' Endurance hanno fatto il loro lavoro.
Quindi con molta, ma molta umiltà mi avvicino a questo mondo che in fondo mi ha sempre affascinato.
Il percorso è semplicissimo, si fa l' intera dorsale da Sud-Est, passando per Santa maria della Vittoria dove c'è il Gpm e giù a Nord-Ovest fino a Ciano per poi ritornare indietro per la strada panoramica .......

33.5 Km il circuito da ripetere appunto X volte nell' arco di 24 ore, il dislivello non è grandissimo, sono circa 400 metri al giro, ma ripetuto nell' arco dell' intera corsa, si arrivano per i primi a quasi 10.000 metri di dislivello !!!!!!
Non sono nemmeno organizzato a livello ne tecnico ne di equipaggio, diciamo che minimo un Driver, un meccanico e un massaggiatore, dovrebbero essere il minimo in una corsa del genere, magari troverò qualche amico che mi accompagnerà se e ripeto SE dovessi decidere di provare ....
A questo punto comunque diventa fondamentale provare almeno una volta un allenamento che possa simulare la corsa, non ho proprio idea come si possa preparare a livello fisico un "pazzia" del genere, di certo credo che la mente sia fondamentale per resistere a tutta la sofferenza che questo sforzo inumano comporta.
In ultima i dati del mio giro di prova, certo non fa minimamente testo provare un giro di 33 km ipotizzando un risultato su una corsa di 24 ore, ad ogni modo, mi interessava capire sopratutto la difficoltà del percorso, tra l' altro oggi ho beccato la classica giornata infame, con pioggerellina, fogliame sparso per tutte le curve creando non poche difficoltà sopratutto nella discesa.

ECCO I DATI DEL MIO PRIMO GIRO DI PROVA:

Tempo: 1h 08 min 42 sec
Km: 33.44 Km
Velocità media: 29.2 Km/h
Bpm medi: 151
Dislivello: 394 metri
Kcal: 689

Ho segnato le calorie, in quanto sarà fondamentale alimentarsi correttamente visto che in ottica gara sarà previsto un consumo di circa 14 mila calorie .....
Il percorso è tremendo, non lascia mai respirare, sempre saliscendi e pure la discesa pedalabile per assurdo diventa una difficoltà in più, purtroppo essendo stato cattivo tempo ho dovuto farla molto tranquillo e anche come frequenza credo di essere andato troppo "forte" nel senso che mi ero programmato di fare il giro appositamente tranquillo come dovessi farne altri a ritmo gara, dentro la mia testa mi sono immaginato di fare la salita al ritmo medio e la panoramica a ritmo lento, ma temo che su una 24 ore forse siamo troppo alti e c'è il rischio concreto dopo 7-8 ore di finire totalmente la benzina, per questo diventa fondamentale provare almeno una volta una tirata del genere, essere ko dopo 10 ore su 24 vuol dire praticamente il ritiro in quanto un recupero sarebbe impossibile.
Vedremo, certo anche solo sognare di partecipare ad una competizione del genere, già mi rende entusiasta, aggiungiamo che la gara è valida pure come Campionato Italiano, Europe e Coppa del Mondo di Ultra Cycling .......
Dimenticavo il vincitore dell' anno scorso cioè l' Australiano Warner - Smith Matthew ha percorso le 24 ore alla media di circa 28 km/h ....

lunedì 15 novembre 2010

Continental Sprinter


CONTINENTAL SPRINTER

Come ho avuto modo di scrivere in questi giorni sono troppo impegnato con il lavoro e oltre a non avere tempo di allenarmi, non ho nemmeno tempo di scrivere sul blog, quindi devo fare un piccolo riepilogo.
Domenica dovevo andare a correre, ma alla mattina quando ha suonato la sveglia, la faccia mi è rimasta incollata al cuscino, quindi niente corsa campestre, ma alla fine ho optato per un giro sul Montello con i F1.
Tutto bene, un bel gruppotto quando ai piedi del Montello incredibilmente foro per la quarta volta in 2 mesi !!!!!!
Una serie incredibile di sfiga mi ha perseguitato con i tubolari, per fortuna Max me li ha riparati ben 2 volte altrimenti, con 50 euro a botta a quest' ora mi sarei preso delle ruote da allenamento di discreto livello .....
Ad ogni modo il foro era piccolo piccolo in più il tubolare con l' interno in lattice, raggiunta una pressione minima, va a chiudere il buco quando come in questo caso non è grandissimo.
Così piano piano dal Montello sono riuscito ad arrivare fino a Treviso, dove ho trovato dei ragazzi che scaricavano le MTB dalla macchina e fortunatamente avevano la pompa dietro.
Ho riportato la ruota a 8 atmosfere e così piano piano sono arrivato fino a casa .....
A questo punto solo per motivi scaramantici ho voluto cambiare i tubolari, e dopo anni e anni di Vittoria Evo Cx, ho deciso di acquistare i Continental Sprinter, sono dei tubolari pensati specificatamente per le corse a circuito, certo questo è il momento peggiore per mettere dei tubolari nuovi, con l' inverno alle porte e legare ancora lontane, ma ho intenzione di portare le Fulcrum sull' imperiale e lasciare le Ruote a profilo a riposare in garage ....

DA CONTINENTAL:

Aggiornato dal 2009 con la nuova mescola black Chili
Include una protezione in nylon in più per la massima sicurezza contro le forature
Ottimo per corse in circuito

La sua funzione nel suo nome. Lo Sprinter è un tubolare veloce per gli eventi su strafa brevi come i criterium.
Con una protezione in nylon è molto più affidabile senza perdere le caratteristiche di rotolamento.
La sua carcassa flessibile e il composto in gomma anti slittamento tiene il contatto anche in velocità in curve a 90 gradi.
Con il suo basso peso ed elevata accelerazione, è definitivamente il tubolare più veloce negli ultimi 400 metri.

28"x22mm 275 gr. 115 psi-170 psi

domenica 14 novembre 2010

Impegnatissimo !!!

In questi giorni sono super impegnato, ho pochissimo tempo anche di accedere al PC pertanto il mio blog sarà purtroppo un pò meno aggiornato del solito chiedo scusa ma il lavoro bisogna prenderlo quando c'è e con la crisi di questi tempi, meglio non lamentarsi troppo.

In compenso metto la foto di una gregaria port-acqua niente male .....

sabato 13 novembre 2010

Tutto ha girato storto ....

Oggi proprio era destino che non corressi e così è stato.
La gara era in zona Rovigo e precisamente a Badia Polesine, ero tutto pronto, borsa fatta, macchina carica, ruote, bicicletta, acqua etc etc.
Però prima della gara avevo un impegno verso Treviso, ma avevo calcolato anche se giusto giusto, essendo tutta autostrada, che avrei comunque fatto in tempo.
Ad un certo punto l' imponderabile, un inghippo, le cose che dovrebbero andare lisce, cominciano improvvisamente ad andare tutte storte, un ritardo non previsto e ciao giornata persa ....
Va bhe non mi sono nemmeno incaxxato più di tanto 8solo al 99%) , anche se visto il periodo di forma particolarmente buono ci tenevo pure ad andare a correre.
Poco male alle 13:30 sono arrivato a casa in un nano secondo ho scaricato tutto e sono andato ad allenarmi in F1, oggi siamo andati via particolarmente tranquilli e regolari, tutto sommato un bel allenamento di fine stagione o inizio preparazione come lo si vuole vedere.
A questo punto visto che sono saltati tutti gli schemi e se non sopraggiungono altri imprevisti, domani quasi quasi vado a farmi una corsa podistica che si tiene vicino a casa mia a Lughignano (TV) la corsa "Dea Britoea" (Britoea sarebbe coltellino in dialetto Veneto).
3 i percorsi previsti 21, 10 e 6.5 Km, io avendo 30 km sulle gambe farà sicuramente il corto e a ritmo di semi camminata pure molto piano, ad ogni modo una bella occasione per divertirsi facendo qualche cosa di diverso.

A questo link il volantino:


Link per corse podistiche in Veneto:


Ho anche pesato i Blade 93 grammi precisi direi niente male:



giovedì 11 novembre 2010

Vietato andare in 2 in bici !!!!

Alluvione in Veneto

Keo Blade Titanio

Eccoli appena arrivati i Keo Blade modello Titanio, prima di tutto devo ringraziare il rivenditore Daniele Sgnaolin dell' omonimo negozio di Musile di Piave per il gesto commerciale, non entro nel merito della cosa, ma ancora una volta Daniele ha dimostrato di essere una persona estremamente seria e professionale.
E' stato un grande ciclista nel passato e oggi si riconferma un grande uomo, persona di parola che nel mondo d' oggi purtroppo è cosa sempre più rara.
Ritornando ai pedali, non li ho ancora montati in quanto oramai l' ultima settimana di gare non voglio mettere assolutamente le mani all' assetto dei pedali, quindi posso solo parlare dell' estrema leggerezza di questo fantastico prodotto.
Mi riservo quanto prima di aggiornare la pagina con pesi e parere personale.
Al momento posso parlare della versione che ho preso, dotata della "molla" che in realtà come si può vedere in foto è una lamina di carbonio, versione rossa cioè con la resistenza massima, di solito quando pedalo sono abbastanza fermo, ma mi piace sentire il pedale "duro" non tanto per un motivo di sicurezza, ma nel senso di fermo nella sua posizione senza nessuna oscillazione.
In fine il peso dichiarato dalla Look di soli 95 grammi per un prezzo di listino di circa 330 euro.

SPECIFICHE TECNICHE:


UTILIZZO STRADA PARTICOLARMENTE INDICATO PER LA COMPETIZIONE

CORPO CARBONIO CON FIBRE LUNGHE INIETTATE PERNO IN TITANIO / ACCIAIO FILETTATURA 9/16X 20MM

CUSCINETTI 2 A SFERE ED UNO AD AGHI DISTANZA

BATTUTA DEL PERNO/PEDIVELLA 53MM

MULTISENSOR 2 TIPI DI DUREZZA INTERCAMBIABILI (12 E 16)

TACCHETTE KEO GRIP GRIGE LIBERTA’ ANGOLARE 0°, 4,5°, 9° IN FUNZIONE DELLA TACCHETTA UTILIZZATA

PESO DEL PEDALE 95 GR NELLA TI COLORE NERO GRAFITE

FORNITO CON IN DOTAZIONE UN PAIO DI TACCHETTE KEO GRIP GRIGE E VITERIA( 6 VITI DA 5X 11 MM E 6 RONDELLE)

GARANZIA 2 ANNI